Il tuo browser non supporta JavaScript!

Il mulino: Collezione di testi e di studi

Potere e libertà politica in una società aperta

di Alessandro Passerin d'Entrèves

editore: Il mulino

pagine: 319

Il volume raccoglie alcuni tra i principali lavori pubblicati da Passerin d'Entrèves tra il 1966 e il 1974. Sono saggi in cui si proietta il tema di fondo dell'intera opera dell'autore: la questione dell'obbligazione politica e della disobbedienza civile in rapporto alle trasformazioni dell'idea di democrazia. Nelle pagine introduttive, Silvio Cotellessa evidenzia le principali tappe del percorso intellettuale di Passerin d'Entrèves e le implicazioni interpretative che si possono trarre oggi dal suo insegnamento.
25,60

La teoria, la ricerca, l'intervento

di Lewin Kurt

editore: Il mulino

pagine: 379

Figura di spicco della psicologia del Novecento, Kurt Lewin è stato un autore a cui hanno fatto riferimento non solo gli psico
30,00

Le forme di governo delle democrazie nascenti. Storia costituzionale dell'Occidente 1689-1789

di Ettore Rotelli

editore: Il mulino

pagine: 648

Le forme di governo, parlamentari o non parlamentari, oggi vigenti nelle decine di paesi che in tutto il mondo hanno forma di stato democratico, riflettono sostanzialmente quelle che le grandi democrazie appena nascenti si diedero nel XVIII secolo. Per giungere a tale conclusione, che contraddice le classificazioni giuridiche e politologiche correnti, Rotelli ripercorre il secolo di storia costituzionale fra il 1689 e il 1789 esaminando, in tre distinte parti, lo sviluppo delle forme di governo nate dalle grandi rivoluzioni inglese, americana e francese. Ettore Rotelli insegna Storia delle istituzioni politiche nella Facoltà di Scienze politiche dell'Università di Bologna.
40,00

Razionalità e libertà

di Amartya K. Sen

editore: Il mulino

pagine: 496

Tra razionalità e libertà, afferma Sen, esiste una relazione reciproca: si potrebbe dire che ciascuno dei due concetti ci viene in aiuto per capire l'altro più a fondo. In un ragionamento che si dipana tra i vari saggi risulta chiaro come non si possa riconoscere la libertà indipendentemente dalle preferenze e dalle valutazioni ragionate di un individuo, proprio come è evidente che la razionalità richiede libertà di pensiero. Questo ampio approccio interpretativo viene utilizzato da Sen per analizzare sia le domande di razionalità nella scelta individuale (incluse le decisioni in condizione d'incertezza) sia le scelte sociali (inclusi l'analisi costi-benefici e la valutazione ambientale).
34,00

Cultura civica e sviluppo politico

di Gabriel A. Almond

editore: Il mulino

pagine: 480

Costantemente guidato dalla ricerca delle condizioni politiche e culturali della democrazia, Almond perviene alla convinzione che l'architrave dei sistemi democratici stia nell'equilibrio e nella distribuzione del potere fra una pluralità di istituzioni che rispondano del proprio operato a cittadini moderatamente attivi in politica. Quanto all'impostazione scientifica, Almond ci ha lasciato in eredità testi fondamentali sulla comparazione come metodo più appropriato per controllare le ipotesi e offrire spiegazioni convincenti, affidabili, falsificabili.
32,00

Sulla linguistica dell'Ottocento

di Sebastiano Timpanaro

editore: Il mulino

pagine: 326

Sebastiano Timpanaro (1923-2000) fu filologo e latinista di fama mondiale. In questo volume sono raccolti alcuni contriuti scritti negli anni Sessanta e dedicati alla storia della linguistica sette-ottocentetsca. Rimasti fino ad ora di disagevole accesso perché dispersi in sedi diverse, gli interventi di Timpanaro si concentrano sugli inizi della linguistica indeouropea e su figure talvolta dimenticate della linguistica del XVIII e del XIX secolo.
25,00

Globalizzazione e storia

L'evoluzione dell'economia atlantica nell'Ottocento

editore: Il mulino

pagine: 441

Questa ricerca sfata due assunti molto diffusi: che la globalizzazione sia un fenomeno recente e che sia inevitabile
32,00

Fondamenti di teoria sociale

di James S. Coleman

editore: Il mulino

pagine: 779

Questo volume è frutto del poderoso sforzo di costruire una struttura concettuale unitaria in grado di misurarsi con i grandi problemi della stabilità e del mutamento sociale. Nel coniugare l'ampiezza della trattazione con la profondità e la minuzia dell'analisi, Coleman appronta strumenti capaci di collegare i comportamenti di individui, organizzazioni, comunità. Fornendo, tra l'altro, un apporto decisivo all'elaborazione della nozione di capitale sociale, i "Fondamenti" hanno impresso alla sociologia una potente spinta in una nuova direzione e hanno avuto un'influenza duratura anche sull'economia, la scienza politica, la psicologia e le altre scienze del comportamento umano.
45,00

Programma del corso di diritto criminale. Del giudizio criminale con una selezione dagli opusculi di diritto criminale

di Francesco Carrara

editore: Il mulino

pagine: 517

Questo volume porta a compimento il progetto editoriale di ripubblicare l'opera di Carrara promosso da Franco Bricola e da Massimo Nobili: non soltanto quale recupero in chiave storica di una testimonianza comunque fra le più alte per la scienza penale, ma anche, e soprattutto, come riproposizione di temi importanti del sistema penale alla base della deontologia del giudizio e dei principi di garanzia per il reo e per la vittima.
36,00

Democrazia ed economia. L'umanesimo liberale nella civitas humana

di Wilhelm Röpke

editore: Il mulino

pagine: 238

Il libro raccoglie alcuni tra i più significativi scritti di Röpke, economista e sociologo tedesco scomparso nel 1966. Gran parte della sua produzione teorica, che si sviluppa tra gli anni della grande depressione e la ricostruzione post-bellica dell'Europa, è contrassegnata da una visione liberale in cui prevale soprattutto la preoccupazione per la salvaguardia dei valori spirituali della civiltà europea.
19,50

Il potere, lo stato, la libertà. La gracile costituzione della società libera

di Angelo Panebianco

editore: Il mulino

pagine: 370

Quali fattori rendono la "società libera", nelle sue rare incarnazioni storiche, così poco libera? Come mai il pensiero liberale ha prodotto descrizioni tanto insoddisfacenti della politica? Perchè il liberalismo ha sempre incontrato grandi difficoltà nel pensare la politica in modo realistico? Fra questi interrogativi esiste, secondo l'autore, uno stretto legame. Se, infatti, gli ostacoli a una più compiuta realizzazione della società libera sono di natura politica, l'incapacità del liberalismo di pensare la politica è parte integrante del problema. Un libro che tenta di comprendere meglio il rapporto fra potere politico e libertà individuale.
28,50

La trasformazione del diritto americano. 1870-1960

di Morton J. Horwitz

editore: Il mulino

pagine: 540

Il volume ritrae un secolo di storia del diritto americano, ponendo l'accento sulla grande frattura fra Ottocento e Novecento, che percorre il pensiero giuridico statunitense. La "trasformazione" sta nel passaggio dalla pretesa di neutralità e apoliticità della scienza giuridica alla presa d'atto della sua natura intrinsecamente politica. Il richiamo a principi universalistici è stato per molto tempo l'antidoto alle paure connesse alle scelte sociali. Ma già alla fine del XIX secolo il giudice Holmes elaborò una concezione del diritto come spazio per una consapevole creazione di valori e politiche sociali. Un'indagine che evidenzia la tensione fra neutralità ed effettività del diritto, tra compiti del legislatore e ruolo della giurisprudenza.
38,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.