Il tuo browser non supporta JavaScript!

Corsi di Teologia

Uditori della parola

di Rahner Karl

editore: Borla

pagine: 252

21,00

La rivelazione: evento e credibilità

Saggio di teologia fondamentale

di Fisichella Rino

editore: Edb

pagine: 640

Le pagine di questo testo sono mosse dal desiderio di mostrare che in Gesù di Nazaret Dio ha parlato in maniera definitiva all
57,00

Solo l'amore è credibile

di Balthasar Hans U. von

editore: Borla

pagine: 152

12,00

Le età della vita

Prefazione di Alessandro Zaccuri

di Romano Guardini

editore: Vita e pensiero

pagine: 104

Insegnaci a contare i nostri giorni e giungeremo alla sapienza del cuore: L'invocazione del Salmo 90 è la migliore introduzion
10,00

Perdono e riconciliazione

di Benôit Standaert

editore: Vita e pensiero

pagine: 104

Quasi tutti i 27 libri che compongono il Nuovo Testamento recano nella prima pagina l'espressione "perdono dei peccati"
10,00

Quanto costa non sposarsi

di Michele Aramini

editore: Paoline editoriale libri

12,00

Voi chi dite che io sia? Storia di un profeta ebreo di nome Gesù

di Giorgio Jossa

editore: Paideia

pagine: 362

È veramente impossibile scrivere una storia di Gesù? La ricerca pare esserne convinta: i vangeli non sono libri storici e il G
27,00

I fondamenti della morale cristiana

di Gianluca Guerzoni

editore: Jaca Book

pagine: 220

Ogni azione umana è mossa dal desiderio della felicità, sul quale si fonda l'intimo impulso a cercare qualcosa di più grande di se stessi e a trascendersi nella ricerca della perfezione. Il desiderio della felicità è il segno della chiamata rivolta da Dio nell'intimo di ogni uomo a cercare il bene morale e a raggiungere il suo perfezionamento in un agire virtuoso e nella carità, che delle virtù è la sintesi e il compendio. Lo studio dei fondamenti della morale cristiana rivela, conformemente al mandato del Concilio Vaticano il, l'altezza della vocazione di cui ogni uomo è destinatario in Cristo. L'intimo impulso alla felicità che anima ogni essere umano è portato alla sua pienezza nella vita filiale, ricevuta in dono attraverso l'opera del Figlio di Dio. La vita filiale è esaltazione della libertà dell'uomo, perché scaturisce dalla sua consapevole e libera adesione al progetto divino su di lui. La vita morale si caratterizza così come risposta alle iniziative divine e come partecipazione all'agire stesso di Dio. La Sacra Scrittura descrive tale relazione con il concetto di alleanza, che permette di comprendere la vita morale non come mera obbedienza al dovere o ai precetti dati da Dio, ma come partecipazione alla sua stessa vita e alla sua amicizia, verso un autentico compimento dell'uomo. Pur avendo come primi destinatari i credenti, la riflessione teologico-morale si rivolge a tutti gli uomini, poiché è basata su argomentazioni razionali, da tutti comprensibili.
26,00

Economia e scuola francescana

di Bazzichi Oreste

editore: libreriauniversitaria.it

pagine: 144

11,00

Dottrina sociale della Chiesa e teoria economica

di Luigi Pasinetti

editore: Vita e pensiero

pagine: 128

Pasinetti risponde da economista alla sfida della realtà: dissodando, seminando e raccogliendo i frutti della fatica del suo s
10,00

Gesù di Nazaret. Dall'ingresso a Gerusalemme fino alla risurrezione

di Benedetto XVI (Joseph Ratzinger)

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 341

Nel secondo libro dedicato alla figura di Gesù di Nazaret, Benedetto XVI torna a riflettere sul mistero cristiano, concentrandosi sugli episodi evangelici che, dall'ingresso in Gerusalemme, culminano nella risurrezione dalla morte. Un arco temporale in cui emergono le narrazioni fondamentali della vita del Nazareno, ognuna delle quali rappresenta uno stimolo per affrontare questioni teologiche dai profondi risvolti umani; una parabola spirituale che ne sottolinea la grandezza e allo stesso tempo la vicinanza, la concretezza e il senso storico. Unendo la precisione documentaria alla profonda comprensione figurale, Benedetto XVI ci propone un ritratto di Gesù che si delinea come una "cristologia dal basso", uno sguardo e un ascolto che hanno la forza di un incontro.
10,00

Dag Hammarskjöld. La pace possibile

di Susanna Pesenti

editore: Brioschi

pagine: 361

Cinquantanni fa, nei cieli del Congo in fiamme per una violentissima crisi politica che vedeva coinvolte le giuste aspirazioni all'indipendenza, gli opposti schieramenti della guerra fredda, le miopi resistenze delle potenze ex coloniali, moriva misteriosamente Dag Hammarskjòld. Personalità eccezionale per cultura e umanità, Segretario generale delle Nazioni Unite dal 1953 al 1961, ha lasciato un'eredità politica controversa: fu inventore dei Caschi Blu, delle operazioni di peacekeeping, della diplomazia preventiva, ma soprattutto fu il primo vero promotore del processo di democratizzazione dell'Onu che ancora oggi tanto è fondamentale, quanto stenta a decollare. Hammarskjòld interpretò il ruolo del segretariato nel modo più ampio possibile, forse personalizzando troppo i suoi interventi, probabilmente sottovalutando il peso delle maggiori potenze, in ogni caso tentando l'affermazione di una linea politica di effettiva gestione delle crisi internazionali, sottraendole a interventi parziali e interessati. La storia della sua vigorosa azione politica e civile si intreccia nel libro con la cronaca delle crisi internazionali che hanno scandito pericolosamente quegli anni: ma riesce anche a illuminare il lato privato - di forte spiritualità rigorosamente celata dal riserbo - della sua personalità capace di non scendere a patti con le doppiezze di certa politica. Prefazione di Giulio Terzi di Sant'Agata.
18,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.