Il tuo browser non supporta JavaScript!

Mondadori bruno: Saggi

Le origini di internet

editore: Mondadori bruno

pagine: 232

Dal 1995 ad oggi il numero degli utenti di Internet è passato da 16 milioni a oltre 2,7 miliardi
23,00

15 grandi idee matematiche che hanno cambiato la storia

di Guerraggio Angelo

editore: Mondadori bruno

pagine: 307

Come nascono le grandi idee matematiche? Cosa si nasconde dietro un'intuizione in grado di cambiare per sempre la storia della
20,00

Quasi-cose

La realtà dei sentimenti

di Griffero Tonino

editore: Mondadori bruno

pagine: 152

Cosa sono le quasi-cose? Anzitutto le atmosfere, cioè i sentimenti effusi nello spazio e che di solito non possiamo modificare
18,00

Il potere socievole

Storia e critica dei social media

di Colombo Fausto

editore: Mondadori bruno

pagine: 168

I social media sono diventati essenziali nelle nostre vite
17,00

Il disordine internazionale

Lotte per la supremazia dopo la Guerra fredda

di Di Nolfo Ennio

editore: Mondadori bruno

pagine: 168

Nel mondo di oggi il disordine internazionale corrisponde a una distribuzione non univoca del potere politico ed economico
16,00

Cari amici vicini e lontani

L'avventurosa storia della radio

di Simonelli Giorgio

editore: Mondadori bruno

pagine: 165

Vista oggi come un oggetto familiare e un po' démodé, la radio è stata in realtà una delle più dirompenti invenzioni tecnologi
16,00

Siamo spiacenti. Controstoria dell'editoria italiana attraverso i rifiuti dal 1925 ad oggi

di Gian Carlo Ferretti

editore: Mondadori bruno

pagine: 233

Una storia dei rifiuti editoriali in Italia che integra, corregge o contraddice la storia dei libri pubblicati
23,00

L'alternativa islamica. Aperture e chiusure del radicalismo

di Massimo Campanini

editore: Mondadori bruno

pagine: 160

Negli ultimi decenni del XX secolo, l'Islam radicale o politico si è presentato come un'alternativa di contestazione ai sistemi politici vigenti, tanto nel mondo sunnita (col qutbismo e post-qutbismo) quanto nel mondo sciita (con la rivoluzione khomeinista e Hizballah). L'antagonismo è stato alimentato da potenti principi costituenti: i concetti di popolo oppresso, di jihad e di sovranità di Dio. L'istituzionalizzazione e il prevalere di correnti terroristiche hanno poi fatto fallire il progetto, ma all'alba del XXI secolo articolate e ibride forme di Islam si propongono a rinverdire prospettive di trasformazione politica all'interno del mondo globalizzato.
20,00

Raccontare la guerra. La memoria organizzata

di Gustavo Corni

editore: Mondadori bruno

pagine: 272

Raccontare la propria storia è, per ogni paese, un momento chiave nella costruzione dell'identità nazionale e nella messa in opera dei complessi meccanismi della memoria collettiva. A maggior ragione, raccontare di una guerra perduta è un procedimento rischioso e doloroso: coinvolge i testimoni (i reduci, i loro famigliari, le organizzazioni degli ex combattenti); quindi, via via, coloro che rielaborano a vario titolo la memoria, facendone racconto orale letteratura, cinema o documentari; infine gli storici. Un caso emblematico di questi processi è il discorso pubblico sulla campagna di Russia così come si è sviluppato, nel dopoguerra, sia in Italia che nella Germania Occidentale e, con diversa valenza, anche nella DDR. Questo libro ripercorre per la prima volta, sulla base di un vasto campione letterario (narrativa, memorialistica, scrittura autobiografica), modi in cui la campagna di Russia e il suo esito disastroso sono stati narrati, dal 1945 alla metà degli anni sessanta, nella fase culminante della Guerra fredda. Ne ricostruisce i modelli e i luoghi comuni dominanti. Mette infine in luce analogie e differenze nella percezione e nelle strategie interpretative di ciascun paese.
19,00

Nuovi conflitti costituzionali. Norme fondamentali dei regimi transnazionali

di Gunther Teubner

editore: Mondadori bruno

pagine: 207

In questo libro l'autore affronta i problemi del diritto del nuovo mondo globalizzato. Nell'ambito di processi di governance transnazionale trasferimento delle funzioni regolative nelle mani di soggetti transnazionali non pubblici e conseguente carenza di legittimazione democratica -, i modelli giuridici sono chiamati a misurarsi, più che con l'arretramento della sovranità statuale, con il rapporto tra costituzione e autonomie sociali e la pretesa regolativa delle prime sulle seconde. L'analisi di Teubner illustra come i settori funzionali della società sviluppino non solo processi in senso lato di giuridificazione, ma di vera e propria costituzionalizzazione, scardinando l'accoppiamento tra l'idea di costituzione da un lato e lo Stato e la politica istituzionalizzata dall'altro. Il costituzionalismo sociale passa per l'estensione generalizzata dei diritti fondamentali nei diversi regimi transnazionali per scongiurare quegli effetti (auto)distruttivi generati dalle pretese espansive spinte al limite delle razionalità parziali. Il fine è quello di assicurare una possibilità di coesistenza per la pluralità dei discorsi, rivendicando al contempo la specifica autonomia del diritto rispetto agli altri sistemi.
26,00

Abusi di memoria

Negare, banalizzare, sacralizzare la Shoah

di Pisanty Valentina

editore: Mondadori bruno

pagine: 152

La memoria della Shoah occupa un posto centrale nella coscienza contemporanea
17,00

Democrazia e apertura

di Alessandro Ferrara

editore: Mondadori bruno

pagine: 154

Altrettanto irrilevante è parlare di "crisi" come di "trionfo" della democrazia: fra tutti i regimi, la democrazia è quello ch
17,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookies policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookies.

Acconsento