Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Priuli & Verlucca: Paradigma

Per una Chiesa scalza

di Ernesto Olivero

editore: Priuli & Verlucca

pagine: 288

"Questo libro nasce dal desiderio di uscire dal buio, perché la luce esiste
16,50

Beppe Fenoglio. Vita, guerre, libri

di Franco Vaccaneo

editore: Priuli & Verlucca

pagine: 192

Quando nel 1968 uscì postumo "Il partigiano Johnny" avvertimmo la netta sensazione di trovarci di fronte a una voce inconfondi
16,00

Una porta sempre aperta

di Ernesto Olivero

editore: Priuli & Verlucca

pagine: 185

"Avevamo un sogno
16,00

Mario Rigoni Stern. Vita, guerre, libri

di Giuseppe Mendicino

editore: Priuli & Verlucca

pagine: 351

Mario Rigoni Stern, uno dei maggiori scrittori italiani del Novecento, nato e vissuto nell'altipiano veneto dei Sette Comuni, ha raccontato storie di guerra e storie naturali che hanno fatto compagnia a più generazioni di lettori. I suoi libri sono testimonianze delle tragedie della Seconda guerra mondiale, ma nei suoi racconti ci sono anche animali, boschi, malghe e montagne; pochi scrittori sono riusciti a descrivere con altrettanta conoscenza e sensibilità il mondo naturale. Giuseppe Mendicino, da anni appassionato cultore della memoria e dei libri del grande scrittore di Asiago, lo racconta attraverso questa biografia. Oltre a Rigoni, nel libro troviamo amici come Primo Levi e Nuto Revelli, maestri di etica civile come Emilio Lussu e Tina Merlin, compagni di guerra come Nelson Cenci e Cristoforo Moscioni Negri, e i personaggi indimenticabili dei suoi libri, tra tutti il pastore, contrabbandiere e venditore di stampe Tönle, un uomo libero che detestava confini e barriere. Nei suoi libri c'è un invito ad avere coraggio e a resistere, a conservare dignità e integrità morale anche nelle peggiori difficoltà.
14,90

A tavola negli anni del miracolo economico. Ricette, aneddoti e novità che hanno rivoluzionato il modo di vivere degli italiani

editore: Priuli & Verlucca

pagine: 285

Un'Italia che in pochi anni muta in modo vorticoso nei costumi sociali, nel lavoro, nel paesaggio. È il miracolo economico. Una crescita imprevista e improvvisa pur tra contrasti interni e una realtà diversificata tra nord e sud, tra città e campagna. Il denominatore comune è la voglia di farcela. Un viaggio nella vita quotidiana per scoprire in modo insolito la nostra storia più recente, un ponte fra radici e rinnovata fiducia nel futuro. Anni di passione e di orgoglio. Gli italiani si rimboccano le maniche nella speranza di un futuro migliore. Tenaci, forti, creativi. Operano sul nulla, costruiscono. Un popolo di formiche agli occhi dei commentatori stranieri. Anche il cibo si fa segnale del benessere raggiunto. C'è sazietà, maggiore abbondanza in dispensa che si esalta nei tortellini alla crema, nelle fettuccine al triplo burro, nella pizza. Una cucina come fattore di identità, segno di storia e di cultura. A viaggiare sono i prodotti, le esperienze, le tradizioni regionali. Dove non è arrivato Pellegrino Artusi, arriva l'emigrazione di massa. Correda il testo una raccolta di centotrenta ricette da provare o anche solo da leggere, testimoni di un'epoca e di un gusto. Una scuola di più generazioni che non ha conosciuto soste, tra continui scambi, punti di forza, rimescolamenti. Anche oggi un terreno di nuove integrazioni e di saperi.
8,90

Napoleone. Dalle campagne d'Italia alla morte criminale a Sant'Elena

di Baima Bollone Pierluigi

editore: Priuli & Verlucca

pagine: 251

Napoleone Bonaparte conquista gran parte d'Italia nel 1796 e nuovamente nel 1800
9,90

L'antico Egitto. Storia e scienza

di Baima Bollone Pierluigi

editore: Priuli & Verlucca

pagine: 367

Le domande che ci si pone di fronte ai misteri di una evolutissima civiltà millenaria sono innumerevoli
14,90

Bambini affittati. Vaché e sërvente: un fenomeno sociale nel vecchio Piemonte rurale e montano

di Aldo Molinengo

editore: Priuli & Verlucca

pagine: 141

Nella quasi totalità delle famiglie contadine di un tempo, soprattutto quelle delle vallate, le uniche cose che si tramandavano da una generazione all'altra, oltre a un po' di terra, erano la miseria e la fame. La scarsità di cibo condizionava tutta l'esistenza fin dalla nascita, e dei tanti figli che venivano al mondo molti morivano a pochi giorni o pochi mesi di età, a causa di malattie determinate dalle disperate condizioni di vita di tutta la famiglia. Per chi sopravviveva c'era il problema quotidiano di sfamarsi, che per i bambini veniva risolto mandandoli via da casa a lavorare: maschi e femmine, fin dagli otto o nove anni, venivano "affittati " per diversi mesi ad altre famiglie che sovente avevano solo un po' di miseria in meno. Così il tempo del gioco finiva presto, e in primavera nei mercati e nelle fiere, oltre a vendere, comprare e scambiare merci, molti contadini affittavano i propri figli per impiegarli nella custodia del bestiame al pascolo o in altri lavori. In montagna, in collina e in pianura, per secoli la sorte dei figli di poveri contadini è stata questa.
9,90

Alle origini della profezia Maya. 21/12/2012

di Pierluigi Baima Bollone

editore: Priuli & Verlucca

pagine: 288

Il 21.12.2012 della nostra era, misurata dal calendario gregoriano, si interrompe il calendario dei Maya. Questo fatto rinnova le nostre paure ancestrali della fine del mondo. Ma sarà proprio così? Come hanno fatto i Maya a giungere a questa catastrofica conclusione? Sorprendentemente a conoscenza della matematica e dei movimenti degli astri che applicavano ai lavori agricoli e alle colossali architetture che ancora oggi ci stupiscono, incredibilmente all'avanguardia nell'astrologia e nell'astronomia, su cosa hanno basato i loro calcoli? Il professor Baima Bollone ci guida sia alla conoscenza delle reali catastrofi avvenute nel corso dei millenni sul nostro pianeta per terremoti ed eruzioni, sia all'esplorazione dei misteriosi monumenti megalitici sparsi in tutto il mondo, sia infine, dopo averla a lungo studiata, alla scoperta di questa straordinaria civiltà precolombiana, coniugando il più serio approccio scientifico multidisciplinare con un'esposizione chiara e divulgativa per spiegarci l'origine della profezia e i suoi significati più reconditi.
9,90

Napoleone. Dalle campagne d'Italia alla morte criminale a Sant'Elena

di Pierluigi Baima Bollone

editore: Priuli & Verlucca

pagine: 253

Napoleone Bonaparte conquista gran parte d'Italia nel 1796 e nuovamente nel 1800
9,90

Dio non guarda l'orologio

di Ernesto Olivero

editore: Priuli & Verlucca

pagine: 290

16,50
17,50

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.