Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Pratiche architettoniche a confronto nei cantieri italiani della seconda metà del Cinquecento

Pratiche architettoniche a confronto nei cantieri italiani della seconda metà del Cinquecento
Titolo Pratiche architettoniche a confronto nei cantieri italiani della seconda metà del Cinquecento
Curatori ,
Argomento Letteratura e Arte Arte
Collana SAGGI IN OFFICINA
Editore Officina libraria
Formato
libro Libro
Pagine 301
Pubblicazione 2019
ISBN 9788899765996
 

Scegli la libreria

Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
25,90
 
Compra e ricevi in 5/10 giorni
Il confronto tra le pratiche architettoniche messe in atto nei cantieri italiani fra la seconda metà del Cinquecento e l'inizio del Seicento costituisce una esplicativa chiave di lettura del processo costruttivo post-michelangiolesco. Il volume, in cui confluiscono le ricerche presentate al convegno internazionale di Mendrisio, organizzato dall'Archivio del Moderno-USI il 3o e 31 maggio 2016, illustra casi studio esemplari con l'obiettivo di rilevare specificità, analogie, permanenze e novità nelle modalità operative e di gestione del cantiere, attuate a Roma, Loreto, Venezia, Genova e nel Regno di Napoli. Una particolare attenzione è riservata, inoltre, alle imprese edili di origine ticinese, rilevandone la significativa presenza nei cantieri presi in esame. Analizzato secondo diversi aspetti, dai meccanismi finanziari che ne regolano la gestione alle soluzioni tecnico-operative adottate, fino alle gerarchie di programmazione del lavoro delle maestranze, il cantiere emerge come momento privilegiato della produzione artistica, luogo di sperimentazione di molteplici saperi e incrocio di diversificate competenze.
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.