Pascal. Miseria e grandezza dell'uomo

Pascal. Miseria e grandezza dell'uomo

Scegli la libreria

Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
15,00
 
Compra e ricevi in 2/3 giorni
Pascal uomo di scienza e che riflette sulla scienza; Pascal filosofo che indaga sulla miseria e grandezza dell'uomo; Pascal uomo di fede che stabilisce i diritti della fede in Gesù Cristo contro l'apparente saggezza dell'indifferente e contro la palese arroganza dell'ateo e del deista: ecco i tre grandi nuclei tematici proposti in questa guida di Dario Antiseri sul celebre filosofo francese. Spietatamente lucido su tutte le miserie "che ci premono, che ci stringono alla gola", Pascal ci dice che esse "provano la grandezza dell'uomo"; ma è soprattutto la miseria ontologica quella su cui punta l'attenzione. Ontologicamente misero, e razionalmente consapevole di questa sua radicale miseria, l'uomo è in cerca di un senso assoluto. Ha pensato di trovarlo nelle teorie filosofiche di grandi pensatori, ma si è ingannato. Dove cercare dunque il vero bene? In chi riporre la speranza? L'unica soluzione possibile è il ricorso a Dio, ma non un Dio che sia semplicemente autore dell'ordine cosmico. Il teismo cristiano al quale aderisce Pascal è un orizzonte religioso che crede in un Dio "di consolazione", che "riempie l'anima e il cuore di coloro che possiede; un Dio che fa loro sentire interiormente la loro miseria e la propria misericordia infinita". In questo saggio emerge uno spaccato unico sul Pascal filosofo, ma anche sull'uomo di scienza e di fede, attraverso i passaggi teoretici e le argomentazioni che hanno fatto di lui e della sua opera un "classico" del pensiero occidentale.