Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

La rivolta impossibile

La rivolta impossibile
titolo La rivolta impossibile
sottotitolo Vita di Lucio Mastronardi
Autore
Argomento Letteratura e Arte Letteratura e Linguistica
Collana Carta bianca
Editore Ediesse
Formato
libro Libro
Pagine 216
Pubblicazione 2012
ISBN 9788823016743
 

Scegli la libreria

Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
10,00
 
Compra e ricevi in 5/10 giorni
Prima dell'immensa mutazione che sta coinvolgendo il mondo, e dunque noi tutti, ce n'è stata un'altra attorno al 1960 che ha avuto in Italia effetti dirompenti e alla quale non eravamo affatto preparati, l'anno della Dolce vita: il boom, altrimenti detto miracolo economico. Era impossibile non accorgersi della trasformazione e tanti l'hanno narrata. Tra costoro: Pier Paolo Pasolini, che ne denunciò gli effetti, Luciano Bianciardi, che si lasciò andare all'alcol, e Lucio Mastronardi, che si uccise buttandosi nel Ticino. Mastronardi era il più fragile dei tre e il più impreparato a resistere. Ed è, a ben guardare, Mastronardi ad aver narrato meglio di ogni altro scrittore, nel 'Maestro di Vigevano', nel 'Calzolaio e nel Meridionale', gli sconvolgimenti del boom, la frenesia e la furia della corsa al denaro che travolsero quasi tutta la nostra società. Egli lo ha fatto re-inventando una lingua, negli anni di Meneghello, e parlando della provincia, di quella vasta e importante provincia padana, che fu forse la zona più fragile, succube e ricettiva della frenesia collettiva: dove tutto si fa moneta. Dobbiamo a De Gennaro il merito non solo di aver rimediato a un vuoto, a una dimenticanza o a una superficialità del giudizio critico recente, ma soprattutto di spingerci a rileggere Mastronardi considerandolo, come giusto, all'altezza dei maggiori scrittori del suo tempo, pur così ricco di grandi autori. (dalla prefazione di Goffredo Fofi).
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.