Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Geografia come immaginazione. Tra piacere della scoperta e ricerca di futuri possibili

Geografia come immaginazione. Tra piacere della scoperta e ricerca di futuri possibili
titolo Geografia come immaginazione. Tra piacere della scoperta e ricerca di futuri possibili
Autore
Argomento Scienze Umane Sociologia
Collana Saggine
Editore Donzelli
Formato
libro Libro
Pagine 144
Pubblicazione 2021
ISBN 9788855221634
 

Scegli la libreria

Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
19,00
 
Compra e ricevi in 5/10 giorni
Serve ancora la geografia? Quale senso può avere, oggi, la pretesa di fissare un territorio in una rappresentazione, di «cartografarlo»? E a cosa serve la geografia? A descrivere i luoghi su cui gli uomini «appoggiano» il loro agire, o a raccontarne le interazioni, e indagarne la storia? A fissare e legittimare lo status di quei luoghi, o a contribuire al loro cambiamento? In questo aureo libretto, che raccoglie in alcuni brevi e folgoranti saggi il percorso esemplare di quello che a buon diritto può essere considerato il più autorevole rappresentante italiano della geografia attiva, emerge una concezione della Terra in cui biosfera e sfera socio-culturale interagiscono all'interno di un medesimo sistema complesso, operando ciascuna secondo le proprie modalità. Ciò significa che, a tutti i livelli territoriali, possiamo fare scelte sbagliate, che alterano le condizioni biologiche e sociali del pianeta e che presto o tardi finiranno per ritorcersi sulle condizioni di vita dei sistemi locali. Postfazione di Arturo Lanzani.
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.