Il tuo browser non supporta JavaScript!

Specchio del mondo. L'invenzione del quadro nell'arte fiamminga

Specchio del mondo. L'invenzione del quadro nell'arte fiamminga
titolo Specchio del mondo. L'invenzione del quadro nell'arte fiamminga
Autore
Argomento Letteratura e Arte Arte
Collana Le sfere
Editore Carocci
Formato Libro
Pagine 230
Pubblicazione 2016
ISBN 9788843074013
 

Scegli la libreria

Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
23,00
 
Compra e ricevi in 5/10 giorni
Il quadro come genere autonomo nasce all'inizio del Quattrocento in Italia e in Olanda. Al Sud, è il risultato di un costrutto matematico elaborato sulla base delle regole della prospettiva centrale; al Nord, mira a restituire una percezione immediata. In Italia, deve raccontare una favola; in Olanda, serve a descrivere le cose. Inventato come uno specchio del mondo da pittori quali Jan van Ejck, Robert Campin e Rogier van der Weyden, il quadro ambisce a rappresentare la realtà nella sua interezza su una piccola superficie simbolica; ambizione che ha finito per caratterizzarne tutta la storia successiva. In questo libro - riccamente illustrato - Hans Relting racconta la grande rivoluzione che allora significò la nascita del nuovo dipinto, individuandone le origini a partire dalla pittura su cavalletto e dai grandi altari dell'epoca.
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.