Il tuo browser non supporta JavaScript!

Del sentimento tragico della vita negli uomini e nei popoli

novità
Del sentimento tragico della vita negli uomini e nei popoli
titolo Del sentimento tragico della vita negli uomini e nei popoli
autore
traduttore
argomento Storia, Religione e Filosofia Filosofia
collana Saggi e documenti del Novecento, 11
editore Se
formato Libro
pagine 287
pubblicazione 2020
ISBN 9788867235629
 

Scegli la libreria

Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
28,00
 
Compra e ricevi in 2/3 giorni
"Esiste qualcosa che, in mancanza d'altro nome, chiameremo 'il sentimento tragico della vita', che porta dietro di sé tutta una concezione della vita stessa e dell'universo, tutta una filosofia più o meno formulata, più o meno cosciente. Questo sentimento possono averlo, e l'hanno, non solo uomini individuali, ma interi popoli; è un sentimento che non nasce dalle idee, ma piuttosto le genera, sebbene dopo, è chiaro, queste idee reagiscano su di esso, fortificandolo. Può nascere da una malattia accidentale, da una dispepsia, per esempio, ma può anche essere costituzionale. E non serve parlare di uomini sani e malati. A parte il fatto che non abbiamo una nozione normativa della salute, nessuno ha provato che l'uomo debba essere per natura gioioso. C'è di più: l'uomo per il fatto di essere uomo, di avere coscienza, è già, rispetto all'asino o al gambero, un animale malato. La coscienza è una malattia".
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.