Il tuo browser non supporta JavaScript!

La mistica della soggettività

La mistica della soggettività
titolo La mistica della soggettività
sottotitolo La crisi del soggetto e la prospettiva post-religiosa
Autore
Argomento Storia, Religione e Filosofia Filosofia
Collana Minimalia
Editore Ibis
Formato Libro
Pagine 190
Pubblicazione 2007
ISBN 9788871642260
 

Scegli la libreria

Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
10,00
 
Compra e ricevi in 5/10 giorni

Questo scritto nasce dalla preventiva convinzione che religione e filosofia, spesso considerate come le espressioni più pure e profonde dell'animo umano, non abbiano affatto titolo per rivendicare tale priorità. Esse non sono affatto sfere "originarie", non esprimono effettive "verità", ma sono piuttosto allegorie e travestimenti di altre istanze primarie ancora più profonde e strutturali. Queste istanze primarie "autentiche" sono quelle del potere e del sapere nelle loro articolazioni reali, che si esprimono come religione e filosofia quando tali sfere vengono inibite, per ragioni storiche contingenti, nelle loro reali opportunità di sviluppo. Religione e filosofia si predispongono dunque come metafore, allegorie, bacini di ristagno, o come sistemi di gesti caricaturali ed emulativi, come un teatro che richiama sul piano dell'immaginario un processo storico di fatto inibito. La mistica della soggettività, oltre a proporsi come un contributo ideale per una più complessa teoria delle formazioni ideologiche, corrisponde anche a un progetto portato avanti dall'autore per la costruzione di una cultura post-religiosa che possa diventare fondamento e guida per una politica "positiva" a sua volta riformata.

 

“L’educazione alla modernità. Non tutte le età consentono di scoprire ogni cosa e sono sufficientemente mature per avere scienza. Esiste un tempo giusto dove i dubbi e gli enigmi, che apparivano da principio insolubili, all’improvviso si sciolgono, perché è la realtà stessa a presentare alla coscienza sensibile quelle connessioni che lo spirito andava inseguendo con la fantasia.” L’autore prosegue la sua riflessione rigorosa e impegnativa sulla soggettività e sulla coscienza. Si tratta di un’assunzione di responsabilità nei confronti del mondo e dell’altro. Un testo filosofico che illumina ben al di là del semplice ambito specialistico.

 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookies policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookies.

Acconsento