Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Prassi e linguaggio. Apel interprete di Wittgenstein e Pierce

Prassi e linguaggio. Apel interprete di Wittgenstein e Pierce
titolo Prassi e linguaggio. Apel interprete di Wittgenstein e Pierce
Autore
Argomento Storia, Religione e Filosofia Filosofia
Collana Transiti
Editore Mimesis
Formato
libro Libro
Pagine 284
Pubblicazione 2024
ISBN 9791222305240
 

Scegli la libreria

Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
26,00
 
Compra e ricevi in 5/10 giorni
Che cos'è il linguaggio? Come si relaziona alla prassi? Oggi ci si può occupare di filosofia senza affrontare il rapporto tra prassi e linguaggio? Queste domande emergono con forza nella filosofia contemporanea, a partire dalla svolta linguistica per poi essere approfondite nella svolta pragmatica. Pochi pensatori riescono a restituire con nitida lucidità uno sguardo d'insieme su questo passaggio epocale della filosofia recente e tra questi occupa un ruolo di rilievo Karl-Otto Apel. La sua riflessione, di ispirazione ermeneutica e kantiana, si è sviluppata tra il secondo dopoguerra e i recenti anni Duemila e, confrontandosi con filosofia analitica e pragmatismo, è riuscita a manifestare come la prassi sia indissociabile dal linguaggio, e perciò anche dal pensiero, da intendersi come suo luogo inaggirabile e originario. Il volume, ripercorrendo questo itinerario, propone l'idea che il fondamento della speculazione di Apel sia il legame inscindibile tra prassi e linguaggio, e che questa tesi emerga con chiarezza nella sua originale interpretazione del pensiero di Wittgenstein e di Peirce.
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.