Il tuo browser non supporta JavaScript!

Manierismo contro età moderna. Shakespeare, Cervantes, Molière, Racine

Manierismo contro età moderna. Shakespeare, Cervantes, Molière, Racine
titolo Manierismo contro età moderna. Shakespeare, Cervantes, Molière, Racine
Autore
Argomento Letteratura e Arte Letteratura e Linguistica
Collana I melograni, 59
Editore Marietti
Formato Libro
Pagine 176
Pubblicazione 2021
ISBN 9788821110467
 

Scegli la libreria

Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
13,00
 
Compra e ricevi in 2/3 giorni
La modernità di cui parlano i manuali scolastici è un periodo troppo esteso, non privo di fratture e di salti di qualità, tanto che converrebbe articolarlo in varie fasi. In questo originale contributo Renato Barilli rovescia la successione delle etichette e considera Shakespeare il massimo interprete del Manierismo. Il moderno, al contrario di ciò che pensava Vasari per le arti visive, viene dopo, ed è questione che riguarda il Seicento, con il Don Chisciotte di Cervantes a fare da apripista, dando scacco matto alle rimanenze tardo-medievali e introducendo nel modo più radicale e perentorio le istanze del realismo e della verosimiglianza. Se Shakespeare appare come il campione incontrastato del Manierismo, le motivazioni del Seicento più avanzato trovano espressione soprattutto in Francia, dove si agita la querelle des anciens et des modernes.
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.