Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Teatro totale. Scritti e colloqui sul teatro musicale. 1947-1974

novità
Teatro totale. Scritti e colloqui sul teatro musicale. 1947-1974
Titolo Teatro totale. Scritti e colloqui sul teatro musicale. 1947-1974
Volume 1
Autore
Curatore
Traduttore
Argomento Scienze Umane Comunicazione
Collana La cultura
Editore Il saggiatore
Formato
libro Libro
Pagine 232
Pubblicazione 2024
ISBN 9788842830542
 

Scegli la libreria

Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
29,00
 
Compra e ricevi in 2/3 giorni
«Questa è la prima pubblicazione italiana di alcuni scritti di Felsenstein: una raccolta di riflessioni, articoli, interviste che nascono a partire dal suo lavoro sul palcoscenico, a diretto contatto con gli interpreti e i suoi collaboratori. Non sono saggi teorici, quanto piuttosto pezzi di vita, testimonianze del lavoro portato avanti con dedizione e caparbietà a partire dal secondo dopoguerra, negli anni in cui si andava definendo un nuovo linguaggio teatrale che nel campo dell'opera lirica e del teatro musicale in genere sarebbe stato destinato a modificare radicalmente l'interpretazione dei classici, offrendo un diverso approccio estetico e narrativo. La sua attenzione ai dettagli e la cura nella rappresentazione degli ambienti e dei personaggi contribuirono a creare una forte connessione emotiva tra il pubblico e le opere rappresentate: l'opera lirica era intesa non solo come uno spettacolo per gli occhi e per le orecchie, ma anche per la mente e l'anima dello spettatore. Alcune delle sue lettere testimoniano, anche a livello aneddotico, la dedizione inscalfibile che quest'uomo ebbe verso il teatro che dirigeva, e suonano come un monito, per chi rappresenta un'istituzione culturale, a vivere con passione e creatività il proprio compito. Ogni teatro è lo specchio di una città, ed è commovente il rispetto che Felsenstein nutriva verso il pubblico, la passione nel mantenere sempre un dialogo tra il palcoscenico e i cittadini che partecipano. Felsenstein sembra dirci che bisogna investire sul teatro perché rende unica e speciale una città, la rende viva testimoniando la sua collettività.» Damiano Michieletto
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.