Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

A & B: Eliconea mini

Cinque racconti più uno

di Lorenzo Vecchio

editore: A & B

pagine: 120

10,00

Aria fritta

di Marco Colella

editore: A & B

pagine: 48

Tre racconti, immediati, diretti. Colella, raccontando tre storie che potrebbero appartenere a ognuno dei lettori, mette a fuoco l'impotenza e l'incapacità odierna di contrastare il quotidiano pressante nevrotico. L'amore, che sembra la risposta, diventa contorsione mentale, spingendo, quando per una donna da sempre attesa, quando per una semplice conoscenza, ignara del proprio ascendente, a commettere azioni che nulla più hanno di amoroso.
5,00

Era la mia casa

di Paolina Campo

editore: A & B

pagine: 112

10,00

Papavèro

di Simone Fichera

editore: A & B

pagine: 96

10,00

Tutto quasi perfetto

di Elena Montaguti

editore: A & B

pagine: 168

Un serial killer colpisce in una tranquilla e ricca cittadina . Fra colpi di scena e romantiche sequenze il colpevole risulterà l'insospettato numeri uno. Laura e i suoi vecchi amori tratteggiati in una storiella modera che rende tutte le donne solidali... o forse no. Un detective in vacanza che invece di trovare il riposo rimane immischiato in un giallo che a tratti si tingerà di rosa.
14,00

Olio su tela

di Marco Marrocco

editore: A & B

pagine: 120

Un famoso autore televisivo, e affermato scrittore, è vittima del ricatto di una società segreta, che lo costringe a scrivere parti di un libro controverso, con lo sguardo tutto rivolto al mercato. Invece di sottomettersi, lo scrittore si arroga la più ampia libertà creativa, dando vita a un'opera che esplora le infinite possibilità del linguaggio, dalla scrittura cinematografica a quella teatrale, dal romanzo alla preghiera. Una metafora del difficile rapporto tra scrittura ed editoria, tra le esigenze del commercio e quelle della libera espressione.
10,00

Persone scomposte

di Lia Iacoponelli

editore: A & B

pagine: 104

Sono storie di quotidiana follia, in cui i protagonisti mostrano il vero volto di quella bizzarria che appartiene al genere umano e che può farci ridere o piangere, irritare o innamorare. Novelline in cui la fantasia e il sogno si confondono con la vita reale, in cui ad ognuno è dato un suo posto speciale. Le storie narrate in questo libro sono racconti di improbabili personaggi, che vivono vite scomposte; non sono quindi storie vere, sono frutto di fantasia. La frase "ogni riferimento a fatti o persone è quindi da ritenersi puramente casuale", non è solo un obbligo di legge, ma esprime realmente un dato di verità. Tuttavia, avere vissuto tanti anni nel cuore della follia, ha dato alla mia mente, alla mia anima ed al mio cuore, una sorta di diritto di registrazione, in cui i ricordi, imprigionati nella memoria, hanno preso forma, colore ed odore e non sono mai stati cancellati né sbiaditi dal tempo.
10,00

Vi racconto una storia

di Paolina Campo

editore: A & B

pagine: 96

14,00

Ubu sulla collina. Testo francese a fronte

di Alfred Jarry

editore: A & B

pagine: 96

Deformazione grottesca del dramma, parodia buffa e bouffonne, rappresentazione spietata della borghesia capitalista, nazionalista, colonialista, imperialista, nonché 'naturalmente' rozza e violentemente ingorda, operazione di fine travestissement letterario, gioco potachique, esercizio di sovvertimento dell'impianto retorico tradizionale, apologia della volgarità linguistica e degli idiomi popolari, mortificazione/magnificazione dello psicologismo a teatro, celebrazione dell'elementarità bestiale dell'era del dio caprone. Ubu sulla collina (1901), riduzione in due atti di Ubu re, riassume tutte queste definizioni, rappresentando lo spirito della sua epoca attraverso i meccanismi propri del movimento simbolista e la volontà di sovvertire le (sovra)strutture sceniche. Lo spettacolo divenne un libretto soltanto nel 1906 ma, ad oggi, è una delle pièce di Jarry più portate in scena o riadattate.
10,00

I miei raccontini. Raccolta di ricordi

di Orazio Pennisi di Floristella

editore: A & B

pagine: 120

Singolare, per raffinata signorilità, ingegno e cultura, Orazio Pennisi di Floristella, recentemente scomparso, apparteneva ad una delle famiglie siciliane più note per nobiltà ed antiche tradizioni. Socio di varie accademie, numismatico di chiara fama, generoso filantropo, attore teatrale e cinematografico è stato tra i fondatori del Rotary di Acireale.
10,00

Vendo casa per comprare orologio

di Francesco Mercadante

editore: A & B

pagine: 80

L'intreccio amoroso sembra opera di un Mefistofele stakanovista, un povero diavolo ostinato e, per ciò stesso, noncurante del fatto che le proprie trame si annullano sulla scena a causa di personaggi comicamente incapaci di interpretare sé stessi. Il linguaggio di individui viventi senza identità e senza la ragionevole speranza di guadagnarne una somiglia molto allo schizofrenese: psicosi, violenza sucidaria ed omicidaria e sesso entrano a far parte di una quotidianità muta e piatta. Si "tradisce" fin da principio, pur nell'assenza di autentico soddisfacimento, dunque: si continua a "tradire" fino a concepire il matrimonio come l'unica violazione dei legami erotici permanenti. Il guaio è che nessuna delle relazioni, ioneschiane, beckettiane, shakespeareane e perché no? petrarchiane, che si materializzano, è sottratta al disastro. I dilemmi si fanno opprimenti tanto da far nascere allo spettatore-lettore anche il dubbio morale, ogni qual volta in cui una madre rapita dai propri bisogni trascura il proprio figlio, un padre diventa transessuale, uomini e donne si uccidono per guadagnare la via del libertinaggio: grapho-cronaca di una vita qualunque.
10,00

Almadoloris e altre storie d'amore

di Maria Antonietta Ferraloro

editore: A & B

pagine: 80

Quattro racconti costruiti come variazioni su un unico tema: quello dell'amore disatteso o tradito, l'unico, in fondo, destina
10,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.