Il tuo browser non supporta JavaScript!

Electa Napoli

Il cardinale Ascanio Filomarino. Collezionismo e committenza tra Roma e Napoli nel Seicento

di Loredana Lorizzo

editore: Electa Napoli

pagine: 160

Ascanio Filomarino, collezionista e committente di gusto raffinato, orientò le sue scelte soprattutto sull'arte "classica" italiana (Annibale Carracci, Domenichino, Albani, Lanfranco, Reni) e sulle scuole francese e fiamminga (Poussin, Vouet, Valentin, Du Quesnoy); ma la sua celebre quadreria comprendeva ugualmente opere di Caravaggio, di Artemisia Gentileschi, del Cavalier d'Arpino. Una collezione oggi dispersa tra musei e collezioni private di tutto il mondo, che questa indagine sistematica ricostruisce, con il supporto di una documentazione in gran parte inedita.
26,00

Ricerche sul '600 napoletano. Saggi e documenti (2006)

editore: Electa Napoli

pagine: 160

Nuovi saggi e documenti su temi centrali del Seicento napoletano: la guglia di San Domenico Maggiore (E. Catello); Luca Forte e le sue celebri nature morte con fiori (G. De Vito); la storia urbanistica del quartiere napoletano di Secondigliano (M. Liberato); la figura del vicerè di Lemos come bibliofilo e committente d'arte (M. Muñoz, M. Saez); fontane e giardini del Seicento e del Settecento (E. Nappi); i domenicani a Napoli (E. Ricciardi). Nella sezione dedicata a Luca Giordano: approfondimenti sui dipinti conservati all'Escorial e in collezione Denis Mahon (G. De Vito); i restauri delle opere conservate in San Nicolò da Tolentino a Venezia (G. Manieri Elia, I. Cecchini) e nella chiesa di Bossière, in Belgio (C. Carlier, J.-C. Echement).
45,00

Benevento città d'autore

di Daniela Stroffolino

editore: Electa Napoli

pagine: 80

Gravemente danneggiata dai terremoti del 1688 e del 1702, Benevento subisce nel Settecento una trasformazione profonda, con il restauro e la riapertura di numerosi edifici e una ristrutturazione radicale del tessuto urbano della città. Il cardinale Orsini (il futuro papa Benedetto XIII) commissiona gran parte delle opere realizzate, Filippo Raguzzini imprime il proprio segno distintivo agli interventi più rilevanti, sia quelli sicuramente autografi, sia quelli che gli vengono attribuiti: un contesto stilisticamente unitario e di sicura qualità, ancora oggi riconoscibile nella città storica.
20,00

Roberto Mango. Progetti realizzazioni ricerche

di Ermanno Guida

editore: Electa Napoli

pagine: 168

30,00

Album della fine di un regno

editore: Electa Napoli

pagine: 400

70,00

Albi Marini. The city detached

editore: Electa Napoli

pagine: 64

28,00

Le sculture Farnese. Storia e documenti

editore: Electa Napoli

pagine: 192

Nata nel XVI secolo a Roma dalla passione del "Gran Cardinale" Alessandro, la collezione Farnese comprendeva le sculture antiche ritrovate nel Foro, nel tempio di Adriano e nelle terme di Caracalla. Passata ai Borbone nel Settecento, costituì il primo nucleo del Real Museo Borbonico. Il nuovo allestimento del Museo Archeologico ripropone opere capitali come i "Tirannicidi", il "Toro Farnese", l'"Ercole" di Lisippo, in un contesto ricchissimo di sculture, rilievi ed elementi d'arredo; integrato per la prima volta da un gruppo di marmi riconosciuti grazie a ricerche sistematiche su documenti d'archivio e testimonianze grafiche. Proprio questi disegni e documenti, poco conosciuti o inediti, propongono un percorso originale nella storia del gusto e della percezione artistica dal Cinquecento all'Ottocento: da Annibale Carracci a Pietro da Cortona, Poussin, Rubens, Van Dyck, Maratta, Piranesi, Hubert Robert, Fragonard, David, Ingres.
80,00

Omaggio a Giacinto Gigante

editore: Electa Napoli

pagine: 136

"La innata genialità di Gigante gli permetteva di spigolare con occhio curioso, estremamente prensile, sui testi del passato, più e meno prossimo ... Gigante affronta la esplorazione della città, e dei dintorni, i più mitici, quelli toccati dalla sacralità del mondo antico, e quelli aspri e solitari, laddove il silenzio e la immensità della natura offrono emozioni ancora vergini". (Raffaello Causa)
30,00

Monica Biancardi. Mutamenti

editore: Electa Napoli

pagine: 80

Monica Biancardi è un'artista 'antica'; il suo metodo di lavoro è classico: disegna, appunta meticolosamente i suoi affascinanti storyboard per progettare e elaborare le immagini che i suoi occhi, attraverso la fotografia e i video, vogliono cogliere della realtà. Anche il tema è "tradizionale": il confronto con la natura, natura come trasformazione, natura come materia, natura come incessante processo evolutivo della vita, che si modifica e modifica.
15,00

Dalla grafica al Blur Design

di Pino Grimaldi

editore: Electa Napoli

pagine: 256

"Sono tanti anni che osservo Napoli, Salerno, Caserta, Avellino, Benevento e tante altre straordinarie città della Campania, credendo di riconoscere i lavori dei miei colleghi. Ma ho sempre pensato che prima o poi avrei voluto dare uno sguardo più sistematico. Dopo trent'anni di attività professionale, ho deciso di conoscere, in maniera meno superficiale del visto sui muri, del sentito dire e della prossimità relazionale con addetti ai lavori, coloro i quali praticano la mia professione, il mio stesso mestiere, in una regione del Mezzogiorno d'Italia come la Campania." (Pino Grimaldi)
20,00
30,00

Fronti urbani. Napoli

editore: Electa Napoli

pagine: 936

120,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.