Ianieri

Il Silone per cui mi batto. Lettere (1999-2002)

editore: Ianieri

pagine: 264

Il volume "Il Silone per cui mi batto
20,00
Pasolini alla prova di «Orgia». Dal laboratorio drammaturgico alla regia torinese del 1968

Pasolini alla prova di «Orgia». Dal laboratorio drammaturgico alla regia torinese del 1968

di Davide Bertelè

editore: Ianieri

pagine: 208

Il saggio si propone di analizzare la complessa figura di Pasolini focalizzando l'attenzione unicamente sul repertorio drammat
16,90
Gli orrori della Siberia

Gli orrori della Siberia

di Emilio Salgari

editore: Ianieri

pagine: 374

"Gli orrori della Siberia", scritto nel 1900, è un classico romanzo di avventura, nel quale fra i topos tipici di questo gener
18,00
Femmine e muse. Epistolari e carteggi d'amore di Gabriele d'Annunzio

Femmine e muse. Epistolari e carteggi d'amore di Gabriele d'Annunzio

di Franco Celenza

editore: Ianieri

pagine: 224

"Il catalogo è questo": parafrasando la celebre frase del servo Leporello nel Don Giovanni, possiamo paragonare questo nuovo saggio di Franco Celenza ad un elenco dettagliato degli amori di Gabriele d'Annunzio. Un catalogo che, presentato sotto forma epistolare e incarnato in figure femminili sempre diverse, rappresenta un nuovo tassello da aggiungere al già vasto corpus dell'opera dannunziana. Un catalogo paziente ed accurato, che conferma l'immagine di un'esistenza tanto straordinaria quanto sfrenata, costantemente in bilico tra i due poli del Piacere e della Gloria, dove l'uno alimenta l'altra e viceversa, gettando nuova luce sui rapporti del poeta con alcune delle sue numerose amanti, più e meno ufficiali. Attraverso l'esame dei vari carteggi, molti dei quali rimasti finora inediti, l'autore commenta e documenta lo strabiliante percorso del dongiovannismo dannunziano: dal gusto reiterato della conquista, attuata grazie alla forza della parola poetica, fino all'esaltazione del possesso e all'estasi erotica, seguite inequivocabilmente da noia, stanchezza e abbandono.
16,00
Lettere d'amore. Ediz. italiana e inglese

Lettere d'amore. Ediz. italiana e inglese

di Dacia Maraini

editore: Ianieri

pagine: 104

Dacia Maraini vuole con questo lavoro dare voce all'amore di Gabriele d'Annunzio per Barbara Leoni cui incontri segreti avvenivano spesso in quell'Eremo di San Vito Chietino che oggi custodisce le sue spoglie. Una passione che il Poeta ha riversato nelle sue lettere all'amante, lettere inedite che Dacia Maraini è riuscita ad avere e che ha voluto rileggere in forma teatrale. Con foto di lettere (nella grafia originale) indirizzate a Gabriele d'Annunzio e Barbara Leoni.
10,00
D'Annunzio e la comarella

D'Annunzio e la comarella

di Lina Iannuzzi

editore: Ianieri

pagine: 160

L'autrice traccia il profilo di una donna di alte qualità morali e intellettuali, quella Antonietta Treves Pesenti che dai primi decenni del secolo XX al Novecento inoltrato fu, per essere sposa dell'editore Guido Treves, al centro della vita culturale milanese e, di riflesso, di quella italiana tout court. Si succedono, di pagina in pagina, ricordi e notizie dei protagonisti della vita letteraria e artistica dell'epoca: da Gabriele d'Annunzio a Giovanni Verga, da Giacomo Puccini a Eleonora Duse, fino agli scrittori del pieno Novecento, quali Marino Moretti e Massimo Grillandi. Un tratto peculiare del carattere di Antonietta Treves vale qui la pena di sottolineare, quella disponibilità a dare l'aiuto della propria intelligenza e della propria memoria agli altri, anche se sconosciuti, soprattutto ai giovani impegnati nella ricerca e nello studio. Appunto in quest'ottica va inserito il senso di questo volume, che offre un contributo alla conoscenza di un ambiente e di un'epoca.
18,00
Il cortiço

Il cortiço

di Aluísio de Azevedo

editore: Ianieri

pagine: 300

"Il cortiço" fu pubblicato nel 1890 a Rio de Janeiro, la città che fa da sfondo alla vicenda. È la storia del portoghese João Romão, padrone d'una bettola "negli anditi del quartiere di Botafogo", e della sua caparbia ansia d'arricchirsi ed elevarsi socialmente, per la quale non guarda in faccia a nessuno. Simbolo della sua ascesa economica - e vero protagonista del romanzo, coi suoi pittoreschi personaggi ricchi di pregnante umanità - è il cortiço, abitazione collettiva delle classi umili composto da modesti alloggi con uso comune degli spazi pubblici interni.
16,00
Raffaele Ragione. Impressionista napoletano

Raffaele Ragione. Impressionista napoletano

editore: Ianieri

pagine: 180

49,00
Passi affrettati

Passi affrettati

di Dacia Maraini

editore: Ianieri

pagine: 64

9,50
La normalista

La normalista

di Adolfo Caminha

editore: Ianieri

pagine: 260

In questo microcosmo cittadino si dipana la storia dell'allieva della Scuola Normale Maria do Carmo la cui disarmante docilità pone in pieno risalto la mancanza di prospettive che la società brasiliana di fine Ottocento riservava a una ragazza come lei, di modesta condizione, cresciuta in casa d'altri. Il suo orizzonte è drammaticamente limitato: da una parte il possibile, ma tutt'altro che certo, matrimonio col fatuo Zuza, azzimato bellimbusto figlio del colonnello Sousa Nunes, che è disposto, sì, a pagare i vizi del figlio, ma non a tollerare al suo fianco una donna non all'altezza del suo rango sociale; e dall'altra, il pressante incubo delle lascive minacce del padrino João da Mata, un individuo laido, trascurato e malaticcio, che non ha in sé il minimo briciolo di reputazione morale, e approfitta della condizione di subalternità in cui la ragazza si trova. Questa trama ha per denominatore comune lo straniamento dei protagonisti: vittime di prepotenze che si esercitano in modi differenti e con esiti diversi, ma il cui risultato ultimo è sempre l'emarginazione.
14,00
Vincenzo Migliaro (1858-1938). Il pittore di Napoli

Vincenzo Migliaro (1858-1938). Il pittore di Napoli

di Domenico Di Giacomo

editore: Ianieri

pagine: 128

Vincenzo Migliaro è stato, e resta ancora oggi, tra gli interpreti più autentici e disincantati di una città il cui passato sembra aver lasciato tracce riconoscibili solo per gli osservatori più attenti. Migliaro, pittore etnico per eccellenza, rimase infatti fedele fino alla fine dei suoi giorni ad una ricerca pittorica di raro rigore intellettuale ("Ho lavorato sempre. Sono povero") che individuava nella storia della città la chiave per decifrare umori e inclinazioni della sua gente. Il volume, nell'edizione cartonata con cofanetto, si presenta con un ricco apparato fotografico di circa 100 tavole a colori, di cui oltre 50 rari inediti. L'autore ripercorre la vicenda umana e artistica del maestro napoletano con partecipazione e lucidità di analisi. Inoltre contiene testimonianze rare, raccolte dalla viva voce di chi conobbe Vincenzo Migliaro o tramandate ai propri discendenti come patrimonio di cultura.
56,00
Giuseppe Spataro. Una vita per la democrazia

Giuseppe Spataro. Una vita per la democrazia

di Licio Di Biase

editore: Ianieri

pagine: 288

Il volume ripercorre la vicenda di Giuseppe Spataro (Vasto, 1897 - Roma, 1979): l'adesione al Partito Popolare di don Luigi Sturzo, l'antifascismo, l'attività nella Democrazia Cristiana, nel "Popolo", la partecipazione ai governi democratici come Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, poi come Ministro delle Poste e Telecomunicazioni, dei Lavori Pubblici, dell'Interno, dei Trasporti. La presidenza Rai...
18,00