Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Ianieri

D'Annunzio e Albertini. Vent'anni di sodalizio

di Franco Di Tizio

editore: Ianieri

pagine: 464

Tra i numerosi carteggi che già in passato e ancora ai nostri tempi vanno emergendo ad illustrazione della biografia di Gabriele d'Annunzio, questo che illumina a fondo i rapporti tra lo scrittore e Luigi Albertini si presenta particolarmente ricco d'interesse, non solo per le informazioni che offre sulla importante attività di collaborazione al "Corriere della Sera" del Pescarese, ma anche, forse soprattutto, per la compiuta ricostruzione di un rapporto di amicizia di grande peso nella vita del poeta. Il volume è ricco di oltre 1000 lettere e missive inedite.
38,00

D'Annunzio e Michetti

editore: Ianieri

pagine: 408

L'ampio carteggio, finora in gran parte inedito, intercorso fra "il signor del pennello" e il "signor della rima", vuol dire conoscere a fondo l'animo di Gabriele d'Annunzio aldilà di ogni retorica e pregiudizio; vuol dire conoscere tutta la storia di un'amicizia straordinaria, che ha del magico, libera alfine dagli errori e dalle inesattezze che fino ad ora hanno pesato su di essa. Apprendiamo così che la celebre dedica al Michetti del "Trionfo della Morte" si deve alla riconoscenza del poeta verso l'amico che nel 1894 aveva ospitato al Convento Maria Gravina e la figlia Cicciuzza, in origine la dedica era destinata al Carducci.
24,00

Lettere d'amore

di Dacia Maraini

editore: Ianieri

pagine: 72

La scrittrice Dacia Maraini, dalla lettura di alcune lettere tratte dal romanzo "il Trionfo della Morte" di Gabriele D'Annunzio, elabora un monologo teatrale in cui la protagonista, Mara, attraverso alcune lettere, appartenenti alla madre, scopre dopo anni dalla sua scomparsa, una relazione d'amore tra la madre Barbara e Gabriele D'Annunzio. L'opera, è stata rappresentata teatralmente dall'attrice Marisa Fabbri per la prima volta al Festival Nazionale Teatro di Gioia, nell'agosto 2001. Successivamente lo spettacolo è stato rappresentato al Festival di Radicondoli (Toscana), al Teatro dell'Istituto Italiano di Cultura di Parigi, (2001).
10,00

Caro Pascal. Carteggio D'Annunzio-Masciantonio (1891-1922)

editore: Ianieri

pagine: 416

Il volume contiene il carteggio con Pasquale Masciantonio, che prende gli anni dal 1981 al 1922, svelando dei retroscena inimmaginabili. Creduto smarrito, è tornato fortunatamente in Italia. A leggerlo si rivela un corpus epistolare di prima mano di grande importanza per capire i risvolti psicologici e gli eventi che sono dietro le apparenze. Altro che vita inimitabile! Il carteggio rivela invece tristezza morale, malessere fisico, miseria, dolore, tedio, disgusto, stanchezza, con alcune punte estreme di disperazione non senza qualche timido proposito di suicidio. Nell'ampio studio introduttivo si ricostruisce la figura di questo gentiluomo di provincia per comprendere l'indole autentica e genuina di Gabriele D'Annunzio.
18,08

L'attendente e il vate. Carteggio D'Annunzio- Rossignoli

editore: Ianieri

pagine: 248

In questo volume si ripercorrono le imprese dannunziane di guerra e di Fiume, il d'Annunzio combattente. Conoscere un eroe dei nostri tempi non attraverso i documenti ufficiali, non attraverso la storia, ma attraverso la testimonianza di chi gli è vissuto accanto e lo ha servito fedelmente diventando "la sua ombra". Una raccolta di lettere e di memorie finora inedite di Italo Rossignoli, attendente di Gabriele d'Annunzio durante la Prima Guerra Mondiale e in seguito "capoguardia" al Vittoriale. Anche in questi frenetici anni d'azione, d'Annunzio non smette la sua attività letteraria. "Quando non combatteva, scriveva", annota Rossignoli nel suo diario: in questa semplice frase è condensata la vita straordinaria del Poeta-Soldato.
12,91

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.