Il tuo browser non supporta JavaScript!

Isbn Edizioni

Agenda 2009

di Keri Smith

editore: Isbn Edizioni

pagine: 384

Nella vita ci sono molte, forse troppe, cose utili da fare: sistemare il cibo in ordine alfabetico, leggere l'intera opera di Proust, sperimentare modi di sedersi mai provati prima, spostare i mobili in modo da simulare una stazione degli autobus, vestirsi come il proprio autore preferito. L'agenda ISBN 2009 invece è nata per soddisfare un bisogno apparentemente non utile, ma in realtà primario, quasi infantile, che risponde a una delle necessità latenti della vita contemporanea: la possibilità di distruggere, deturpare e quindi anche di creare qualcosa ex-novo. È una sorta di tela su cui scarabocchiare, pasticciare, incollare, strappare e tentare di combattere la banale e piatta utilità della vita quotidiana.
13,00

Nuovi miti d'oggi. Da Barthes alla Smart

editore: Isbn Edizioni

pagine: 171

È il 1957 quando Roland Barthes pubblica "Miti d'oggi", il catalogo filosofico della cultura popolare e delle manie borghesi, smitizzate attraverso l'analisi dei loro stessi simboli. Barthes fornisce lo strumento, gli oggeti d'indagine invece cambiano e si aggiornano: alla Citroen si sostituiscono la Smart e il suv, Greta Garbo cede il passo a Kate Moss, le patate fritte al sushi. Il compito di riscrivere il catalogo dei prodotti, dei marchi e dei feticci della contemporaneità spetta a cinquantasette intellettuali francesi che, con un tono lieve ma a tratti anche critico, spiegano come dietro la seduzione delle merci e la retorica del linguaggio della cultura di massa si nascondono oggetti culturali in grado di svelare il senso, o forse il non-senso, di un sistema sempre meno antropocentrico.
15,00

Smells like dead elephants. Rapporto dall'impero del marcio

di Matt Taibbi

editore: Isbn Edizioni

pagine: 233

Matt Taibbi è un provocatore nato e uno tra i giornalisti americani più incisivi e irriverenti. "Smells like dead elephants" è una collezione dei suoi articoli per Rolling Stone che ritraggono una classe politica americana con "una vita intellettuale pari a quella di un elefante". Nei suoi saggi non c'è solo il sarcasmo dell'editoriale ma anche il valore giornalistico dei grandi reportage che hanno ridato un profilo più politico al magazine di musica. Matt Taibbi si è infiltrato e ha passato tre notti ad Abu Ghraib, ha fatto l'inviato embedded tra i soldati americani, ha visitato la New Orleans devastata da Katrina in compagnia di Sean Penn, ha raccontato dalle pagine della sua rubrica alcuni dei processi più assurdi che si siano svolti negli ultimi anni negli Stati Uniti: quello a Micheal Jackson. Il linguaggio è cinico, il disgusto per l'establishment politico-mediatico totale.
23,00

I giovani non esistono. Viaggio allucinante nel mondo dei vecchi

di Stefano Benzoni

editore: Isbn Edizioni

pagine: 152

La popolazione del mondo occidentale invecchia, l'anziano torna a dominare la cultura pop e il mercato. In questa provocatoria raccolta di interventi sul rapporto tra vecchi, potere e cultura popolare, uno sguardo impietoso sull'Italia di oggi nella mani dei giovani di ieri. All'inseguimento di vip settantenni trasfigurati da bisturi e capelli sintetici che affollano spiagge esotiche sciogliendosi al sole, resistono nel fortino della loro pensione contornati da nuovi oggetti per il piacere. Progettano il loro futuro a scapito di quelli che restano e parlano molto dei giovani. Lo sguardo di Pietro Adamo, Carlo Antonelli, Massimo Coppola, Enzo D'Antonio, Marco Giusti, Giacomo Papi e Alberto Piccinini sul fenomeno che trasforma la società, modifica mode e costumi, sceglie i palinsesti tv, manda in crisi le maggioranze.
14,50

Capitalismo totale. Perché la finanza minaccia la democrazia

di Jean Peyrelevade

editore: Isbn Edizioni

pagine: 112

Il 2 per mille della popolazione mondiale controlla la metà della capitalizzazione borsistica del pianeta. Un nuovo muro s'è alzato tra ricchi e poveri, tra grandi azionisti e resto del mondo. Nell'era della finanza folle e creativa, il capitalismo è diventato "totale", modello unico dell'organizzazione della vita economica mondiale, tiranno incontrastato dell'umanità, dei governi nazionali e delle economie reali. Finché la politica sarà impotente, sostiene Peyrelevade, ex amministratore delegato del Crédit Lyonnais e uomo di governo francese, è inutile sperare in un'autoregolamentazione del sistema. Senza una nuova politica economica mondiale basata sul welfare, il mondo infilerà un vicolo cieco.
12,00

L'amore che non si può dire. Storie mediorientali di ragazzi e ragazze

di Brian Whitaker

editore: Isbn Edizioni

pagine: 254

L'inchiesta di Whitaker, costruita attraverso interviste e testimonianze dirette, spesso rilasciate a rischio di violenze, viaggia in molti Stati (Libano, Egitto, Palestina, Iran e Arabia Saudita), racconta le differenze, i diversi gradi di repressione, di oltranzismo, ignoranza e ipocrisia. Si susseguono decine di storie individuali di dolore, amore e violenza: dai gay palestinesi costretti a rifugiarsi in Israele e accusati, perciò, di collaborazionismo, alla vita nei locali notturni di Beirut, ai siti gay egiziani. Con alcune paradossali sorprese: l'omosessualità è più tollerata in Arabia Saudita, dove c'è la pena di morte, che in Egitto, dove è un "atto immorale". Quanto all'Iran, il presidente Ahmadinejad ha sostenuto che "semplicemente non esiste".
16,00

Intercettare. Estetica dello spionaggio

di Peter Szendy

editore: Isbn Edizioni

pagine: 189

Essere ascoltati senza saperlo è una delle principali angosce dell'uomo contemporaneo. Talpe, spie travestite da confessori, delatori pronti a vendere segreti al miglior offerente sono i personaggi che popolano il saggio di Szendy. Come nasce quello che è uno dei mestieri più antichi del mondo? Com'è cambiato nell'epoca dei telefonini e di Internet? Szendy ricostruisce l'archeologia della sorveglianza uditiva e analizza la sua rappresentazione artistica: dalla Bibbia a Mozart, da Hitchcock a David Lynch. Filosofia dell'ascolto, dunque, e fenomenologia dello spione e della curiosità dispiegata. Una riflessione quanto mai attuale e necessaria. Soprattutto in Italia, dove tutti non fanno altro che origliare. Perché da Moggiopoli a Vallettopoli, dal Tiger Team di Telecom ai "furbetti del quartierino", la nostra storia recente sembra quella di un Paese in ascolto.
16,00

E vai con la guerra! Armi di derisione di massa

di David Rees

editore: Isbn Edizioni

pagine: 112

Dopo l'attacco alle Torri gemelle, il terrore diventa quotidiano, chiacchiera grottesca, ignorante e indifferente. Paure, nevrosi e abitudini dell'americano medio fanno da controcanto agli avvenimenti politici e alle scelte dell'amministrazione Bush. "Unagreatest hits" delle frustrazioni Usa, con un linguaggio in cui esplodono contraddizioni storiche, sociali e politiche... un album di istantanee da un mondo in cui, nonostante tutto, si può morire perfino dal ridere.
13,50

Il sesso del terrore. Il nuovo maschilismo americano

di Susan Faludi

editore: Isbn Edizioni

pagine: 407

Attraverso un'impressionante mole di dati, articoli e dichiarazioni, Faludi dimostra che, grazie a stampa e tv pronte a esaltarsi perfino del passato da wrestler di Rumsfeld, la tragedia è stata sfruttata per restaurare categorie che si speravano seppellite per sempre. Quelle incarnate dai miti dell'uomo forte e guerriero e della donna debole, indifesa e sottomessa. Una reazione che affonda le radici nel puritanesimo, nei miti machisti della conquista del West e negli scenari texani di Bush. Di fronte allo shock, gli USA non hanno saputo fare altro che chiudersi a riccio, riconducendo l'evento allo schema logico della guerra tra le quattro mura di casa, in ogni famiglia. Il risultato è il ritorno a un ottuso patriottismo misogino, la descrizione di una svolta reazionaria terribilmente simile nelle intenzioni a quella dei Paesi islamici più retrogradi.
23,00

Fingiamo di essere morti. Mostri capitalisti della cultura pop americana

di Annalee Newitz

editore: Isbn Edizioni

pagine: 283

Zombie, serial killer, scienziati pazzi e mostri pulp come metafora delle contraddizioni del capitalismo. Strangolati dal lavoro, alienati dalla monotonia della vita da ufficio e abbagliati dalla ricerca del profitto a tutti i costi, i mostri nati dalla fantasia (e non solo) esprimono il disagio di un sistema economico fatto apposta per fagocitare le persone e da cui sembra impossibile poter sfuggire. Spaziando dal cinema, ai classici della letturatura americana, alla cultura popolare "Fingiamo di essere morti" è un saggio sulla storia del capitalismo americano dai primi del Novecento a oggi.
17,50

Uomini e cani

di Omar Di Monopoli

editore: Isbn Edizioni

pagine: 234

Teso come un thriller, barocco come una cattedrale, violento come il morso di un pitbull, Uomini e cani è una furibonda cavalc
13,00

Io sono ipocondriaco. Guida tascabile alle orrende malattie che sicuramente hai già

di Dennis Diclaudio

editore: Isbn Edizioni

pagine: 208

Un esercito di ipocondriaci si aggira per il mondo, e quasi sicuramente molti lettori ne faranno parte. Cinquanta fra le più terribili e sconosciute malattie sono scrupolosamente analizzate e corredate dai sintomi che spesso gli ipocondriaci hanno sottovalutato: dalla progeria, all'idrofobia, all'insonnia fatale. Un libro divertente per far vacillare anche chi è convinto di godere di buona salute.
11,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.