Il tuo browser non supporta JavaScript!

Il mulino: Collezione di testi e di studi

Dimensione e diversificazione. Le dinamiche del capitalismo industriale

di Alfred D. jr. Chandler

editore: Il mulino

pagine: 1184

Il capitalismo manageriale non si afferma dovunque nella medesima misura e non assume in tutti i paesi le medesime connotazioni. In questo volume l'autore svolge un confronto della dinamica organizzativa sviluppata fino agli anni Trenta dal mondo della grande impresa in tre paesi (Stati Uniti, Gran Bretagna e Germania), pervenendo alla modellizazione delle differenze di fondo. Mentre in USA l'esistenza di vari mercati permette l'affermarsi di un meccanismo manageriale competitivo, in Germania il capitalismo manageriale si afferma in una versione che vede forti elementi di coesione o di cooperazione. Al contrario, ciò che emerge in Gran Bretagna è una resistenza al capitalismo manageriale al quale si continua a preferire un "capitalismo personale".
30,99

I sentieri del lettore

di Ezio Raimondi

editore: Il mulino

pagine: 608

33,05

I sentieri del lettore

di Ezio Raimondi

editore: Il mulino

pagine: 608

30,99

I sentieri del lettore

di Ezio Raimondi

editore: Il mulino

pagine: 544

29,95

Verità e interpretazione

di Donald Davidson

editore: Il mulino

pagine: 416

27,50

Decisioni e organizzazioni

di March James G.

editore: Il mulino

pagine: 496

I saggi raccolti nel volume sono organizzati attorno a quattro nuclei tematici: l'allocazione dell'attenzione, il conflitto or
30,99

La consacrazione dello scrittore. L'avvento dello spirito laico nella Francia moderna (1750-1830)

di Paul Bénichou

editore: Il mulino

pagine: 532

L'autore analizza dapprima le origini del nuovo potere spirituale in Francia, verso la metà del XVIII secolo, con l'avvento del filosofo illuminista e la crisi della Rivoluzione. La letteratura della "controrivoluzione" e il "contributo liberale" sono visti come momenti di ripiegamento della fede umanista, esitazioni sotto la pressione del potere religioso: ma nelle nuove condizioni, chi voleva restaurare le vecchie dottrine non mancò di impegnarsi nelle nuove (Chateaubriand, Ballanche, Lamennais), e chi volle restare fuori dal vecchio sistema di valori fu a sua volta contaminato dallo spirito religioso, dal culto dell'ideale (Senancour, Madame de Stael, Cousin). Il romanticismo nasce amalgamando questi due estremi.
30,99

Max Weber e la politica tedesca

di Wolfgang J. Mommsen

editore: Il mulino

pagine: 772

In dieci capitoli l'opera analizza le idee e le scelte politiche fondamentali di Weber: lo stato nazionale e la politica di potenza come strumento di affermazione di una cultura, la lotta tra feudalismo e capitalismo, la politica estera e la struttura costituzionale della Germania bismarckiana, il problema dell'eredità di Bismarck e della democratizzazione, la vicenda tragica della prima guerra mondiale, la rivoluzione postbellica e la nascita della costituzione di Weimar, la crisi dello stato costituzionale e la democrazia plebiscitaria del capo.
36,15

Programma del corso di diritto criminale. Del delitto, della pena

di Francesco Carrara

editore: Il mulino

pagine: 568

Il volume è strutturato in due parti: la prima prende avvio dalla nozione di delitto e opera una descrizione dei criteri di qualità, quantità e grado nella classificazione dei delitti, esaminandone poi gli effetti naturali e politici. Completa questa parte una disamina dei temi di delitto imperfetto, complicità, delitto continuato e degli effetti giuridici del delitto. La seconda parte affronta le origini storiche e filosofiche della pena per poi passare in rassegna le nozioni generali della qualità, quantità e grado della stessa. E' considerato infine il problema del valore politico da un lato, giuridico, dall'altro, della pena, soprattutto in relazione alle sue modificazioni.
30,99

La filosofia greca arcaica e l'Oriente

di Martin L. West

editore: Il mulino

pagine: 336

Il volume si apre con un'introduzione di Enrico Berti e con una breve prefazione di West, cui seguono due capitoli dedicati al teologo-filosofo Ferecide di Siro. Dopo averne esaminato la cosmogonia, l'autore passa a considerare Anassimandro e Anassimene. Elementi orientali sono riconducibili, nel primo, alla concezione indiana dell'infinito come negazione di ogni limite, nel secondo, alla dottrina dell'aria in cui si riconosce il dio Vento iranico, soffio vitale e anima dell'universo. Il quarto capitolo è dedicato a Eraclito in cui sono scorti influssi della religione persiana. Chiude il volume un capitolo dedicato a figure come Esiodo, Omero, Alcmane, Pitagora, Parmenide e a pensatori quali Senofane, Anassagora, Empedocle o gli atomisti.
20,66

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento