Il tuo browser non supporta JavaScript!

Il mulino: Le vie della civiltà

Storia del pensiero antropologico

di Alan Barnard

editore: Il mulino

pagine: 291

Alan Barnard, integrando l'antropologia sociale inglese e l'antropologia culturale americana, ci fornisce un panorama della disciplina che parte dal contributo dei precursori e dei classici (Tylor, Frazer, Malinowski, Mauss, Lévi-Strauss), affronta le grandi correnti del pensiero antropologico (evoluzionismo, diffusionismo, funzionalismo, approcci marxisti, relativismo, strutturalismo) e infine considera gli sviluppi recenti, soffermandosi in particolare sui punti di contatto con la linguistica, le scienze cognitive, la critica femminista e gli orientamenti postmodernisti.
22,00

Europa

Storia di un'idea e di un'identità

di Mikkeli Heikki

editore: Il mulino

pagine: 240

L'idea di uno spazio europeo con un'identità propria fa parte ormai del discorso quotidiano, nella misura in cui procede e div
19,00

Storia romana

editore: Il mulino

pagine: 574

Diviso in tre parti, dedicate alle origini e all'età repubblicana, alla Roma imperiale e all'età tardoantica, il volume segue
30,00

La crisi della ragione. Il pensiero europeo 1848-1914

di John W. Burrow

editore: Il mulino

pagine: 432

Questo volume è il secondo di una originale iniziativa intesa a fornire un quadro complessivo del patrimonio intellettuale dell'Occidente; "Storia intellettuale d'Europa" è intitolata appunto la serie, prevista in sette volumi, che si è inaugurata nel 2001 con "La cultura del Medioevo". Questo volume dà conto, secondo una partizione tematica, del rigoglioso dibattito delle idee che caratterizzò la società europea fra le rivoluzioni del Quarantotto e la Grande Guerra. Dopo aver descritto il contesto intellettuale di metà Ottocento, il periodo che vide l'affermarsi della democrazia e la nascita delle prime grandi città moderne, l'autore affronta l'impatto della scienza e del pensiero sociale, del darwinismo, l'identità individuale, ecc.
23,00 18,40
33,57 26,86

Politica, governo e istituzioni nell'Europa moderna

di Angela De Benedictis

editore: Il mulino

pagine: 446

Nell'Europa moderna la politica venne sempre più a coincidere con nuove forme di potere principesco e monarchico, che si realizzarono attraverso processi di accentramento e grazie a una nuova teoria e a una nuova prassi dell'amministrazione dello stato. Su questo sfondo, il volume pone in primo piano ed esamina le istituzioni della società per ceti, in particolare comportamenti e concezioni di quelle istituzioni che in ogni stato sceglievano di offrire consenso al re o di negarglielo a seconda del suo rispetto per le leggi e per il diritto. Dopo aver trattato quattro monarchie, l'autrice passa a considerare anche altri stati, in quanto governi misti di monarchia, aristocrazia e democrazia.
26,00 20,80
18,00

Stato assoluto o Stato nazionale. La Germania dal 1763 al 1815

di Horst Möller

editore: Il mulino

pagine: 816

La nascita di un sentimento nazionale tedesco è il filo conduttore del libro di Moller. L'autore ne segue le prime manifestazioni durante le guerre di Federico il Grande e studia lo sviluppo di una nazione culturale sulla base della contrapposizione ma anche della collaborazione tra principati e borghesia. Come avvenne che bavaresi, prussiani, wuttenberghesi diventarono tedeschi? Come fu possibile che dal vecchio impero uscisse l'Austria? Il libro offre, per il periodo che va dalla guerra dei Sette Anni al Congresso di Vienna, una sintesi che tiene in egual conto demografia, società, economia, politica e cultura e presenta un'immagine complessiva di quell'età ricca di mutamenti che collega il vecchio Impero e la Germania moderna.
30,99 24,79

Storia della Spagna nel Novecento

di Guy Hermet

editore: Il mulino

pagine: 336

25,00 20,00

Le grandi opere del pensiero politico. Da Machiavelli ai nostri giorni

di Jean-Jacques Chevallier

editore: Il mulino

pagine: 508

La prima edizione francese di questo libro apparve nel 1949. Invece di costruire un panorama storico, Chevallier ha voluto offrire al lettore una sorta di galleria di ritratti. Sono sedici i testi prescelti da Chevallier per coprire l'arco temporale che va dalla stagione dell'assolutismo (Machiavelli, Bodin, Hobbes, Bossuet) al pensiero che vi si oppone e prepara la rivoluzione (Locke, Montesquieu, Rousseau, Sieye's), all'età postrivoluzionaria (Burke, Fichte, Tocqueville), per chiudere con le due opposte vie che hanno segnato la vicenda politica dell'ultimo secolo, il socialismo e il nazionalismo (Marx Engels, Maurras, Sorel, Lenin, Hitler).
33,00

Storia della cultura giuridica moderna. Assolutismo e codificazione del diritto

di Giovanni Tarello

editore: Il mulino

pagine: 652

L'opera illustra le ragioni storiche e ideologiche del processo di codificazione, che implica il superamento dei particolarismi giuridici ereditati dal medioevo (in cui vigevano norme diverse per il chierico e il laico, l'uomo e la donna, il nobile, il libero, il servo) e porta alla creazione dei "codici": di un diritto cioè tendenzialmente uniforme, valevole per tutti coloro che vivono in uno Stato.
38,00 30,40

Storia del pensiero economico

editore: Il mulino

pagine: 932

Gli autori si soffermano inizialmente sulla nascita dell'Economia come professione e sulle questioni metodologiche. La loro analisi storica parte dagli scolastici, i primi a sollevare questioni riguardanti l'equità e la giustizia del sistema economico, per passare rapidamente ai mercantilisti e ai fisiocratici. Largo spazio è dedicato al pensiero di Smith, Ricardo, J.S. Mill e Marx, punti di riferimento fondamentali della teoria economica classica. L'analisi marginalista, l'economia neoclassica, la moderna teoria microeconomica e macroeconomica vengono illustrate negli scopi, nei metodi e nelle implicazioni di politica e nell'impatto sui successivi sviluppi teorici.
42,00 33,60

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.