Il tuo browser non supporta JavaScript!

Antropologia

Reinventare la morte

Introduzione alla tanatologia

di Sozzi Marina

editore: Laterza

innegabile
20,00

Romeni d'Italia

Migrazioni, vita quotidiana e legami transnazionali

di Cingolani Pietro

editore: Il mulino

pagine: 305

I migranti romeni costituiscono in Italia la principale comunità straniera
26,00
19,50

La dea bianca

Grammatica storica del mito poetico

di Graves Robert

editore: Adelphi

pagine: 596

... uno dei pochi sommi capolavori del nostro secolo ... libro denso ed esultante, teso sul filo di una conoscenza minuta della letteratura gallese e irlandese, dei primordi greci ed ebraici. Elémire Zolla. " Ho sempre creduto che i grandi libri sulla mitologia siano, essi stessi, dei libri mitologici: ereditano una grande tradizione mitica, la raccolgono, la interpretano; e la continuano, facendo echeggiare di nuovo tra noi quei miti, avvolgendoci nella loro melodia, contagiandoci coi loro suoni, come migliaia di anni fa o in quell'istante miracoloso fuori dal tempo, in cui il mito per la prima volta esplose alla luce. Robert Graves ha portato questo principio sino in fondo ... il risultato è un libro straordinariamente ricco e vivo, che di colpo ci fa abitare vicino alla misteriosa Dea Bianca, a Eracle, alle sirene, alle mille divinità celtiche". Pietro Citati
22,00

Antropologia strutturale

di Lévi-Strauss Claude

editore: Il Saggiatore Tascabili

pagine: 447

Nel più importante testo dell'etnologia moderna, Claude Lévi-Strauss parte dalla teoria del linguista Roman Jakobson e ne form
14,00

Senso e non senso

di Merleau-Ponty Maurice

editore: Il Saggiatore

pagine: 222

I saggi raccolti in "Senso e non senso" applicano i presupposti teorici della filosofia di Maurice Merleau-Ponty a pittura, le
12,00

La donna e l'amore al tempo dei miti

di Arturo Schwarz

editore: Garzanti Libri

pagine: 300

19,60

Miti di luce. Metafore dell'eterno in Oriente

di Joseph Campbell

editore: Lindau

pagine: 250

I miti non appartengono alla mente razionale. Piuttosto, essi scaturiscono dalle profondità di quel grande serbatoio che Jung chiama "inconscio collettivo". In Occidente è capitato che siano stati interpretati come fatti. Ma poiché, in questa nostra era di scetticismo scientifico, siamo consapevoli che tali fatti non possono essere accaduti davvero, la parola "mito" è divenuta sinonimo di "falsità". E la vita religiosa ha assunto un carattere strettamente morale. In altre parole, l'uomo contemporaneo ha perso la possibilità di accedere a una dimensione profonda ed essenziale della sua natura. Secondo Campbell, però, la grande diffusione delle dottrine orientali nel contesto delle accecate esistenze occidentali ha il benefico effetto di ridestarci al nostro retaggio pre-cristiano, a quelle Tradizioni nelle quali il mito non è inteso come il racconto di fatti pseudostorici, ma è la rivelazione poetica del grande mistero che esiste ora e da sempre, che sta dentro ognuno di noi e che è al di là di ogni possibile definizione. Spaziando dall'induismo al taoismo, dal buddhismo al giainismo, Campbell esplora le metafore orientali dell'Eterno e del Trascendente, immagini, figure e racconti all'apparenza esotici, quando non estranei alla nostra sensibilità, eppure in grado di trasmettere anche a noi il loro messaggio di verità intorno all'uomo.
23,00

Essere umanità. L'antropologia nelle filosofie del mondo

editore: eum

pagine: 211

Il volume presenta i contributi del convegno "Essere umanità. L'antropologia nelle filosofie del mondo" svoltosi all'Università di Macerata nel 2006. In essi viene affrontata la questione della nuova comprensione dell'identità umana che può scaturire dal dibattito tra la tradizione filosofica occidentale e le filosofie elaborate nelle tradizioni ebraica e islamica, come pure nel contesto dell'America Latina, dell'Africa, dell'India, della Cina e del Giappone. Si delineano così ipotesi innovative e insieme antichissime che illuminano il senso e i modi del nostro comune esprimere la realtà dell'umano. Essere umanità con piena coscienza significa portare alla luce ciò che siamo in verità avendone cura. Questo - unito alle questioni del divino, del dolore e dell'amore - è il mistero che provoca la ricerca delle tradizioni di pensiero sapienziale e teorico-critico nel mondo, una ricerca che è propria della riflessione originale di ogni grande visione della vita.
20,00
18,08

L'altra Europa

Per un'antropologia storica del Mezzogiorno d'Italia

di Galasso Giuseppe

editore: Guida

pagine: 580

Il Mezzogiorno d'Italia è ancora assai spesso visto come un'"isola antropologica", che solo il braccio di mare di una "grande
44,00

Post-orientalismo

Said e gli studi postcoloniali

 

editore: Meltemi

pagine: 297

Edward Said è stato uno degli intellettuali più importanti degli ultimi trent'anni
25,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.