Il tuo browser non supporta JavaScript!

Pedagogia

Una famiglia in più. Esperienze di affidamento

editore: UTET Università

pagine: 112

Una famiglia in più esamina l'affidamento nei suoi diversi aspetti sociali, psicologici, giuridici, ma sempre partendo da esperienze concrete, dalle molte storie vissute che qui si incrociano, consentendo di evidenziare quelle condizioni e quei comportamenti necessari per aiutare i bambini e le famiglie a trarre beneficio da questa opportunità. L'affidamento, infatti, non riguarda soltanto il bambino e le sue famiglie: ne sono coinvolti anche magistrati, amministratori e operatori dei servizi sociosanitari, insegnanti, compagni di scuola e loro congiunti.
12,50

In gruppo si impara. Apprendimento cooperativo e personalizzato dei processi didattici

di Mario Martinelli

editore: Sei

pagine: 205

Uno strumento per tutti coloro, formatori e insegnanti, che si occupano di didattica nella scuola; un'analisi e una illustrazione dell'apprendimento cooperativo come concreta e possibile risposta alle esigenze educative aprendo spazi alla possibilità, per il docente, di seguire i singoli gruppi ed i singoli individui per il tempo necessario a superare problemi e difficoltà non solo nell'ambito dell'apprendimento scolastico, ma anche in quello morale ed affettivo.
10,50

Itinerari pedagogici. Guida alla continuità educativa

di Paolo Impara

editore: Mondadori bruno

pagine: 192

I nuovi orientamenti didattici della scuola italiana impongono una riflessione sull'adeguamento degli strumenti concettuali e operativi dell'insegnamento. Partendo dal principio della continuità educativa - che costituisce lo sfondo del pensiero dell'autore nella duplice prospettiva di docente e discente questo lavoro ricapitola figure, programmi e ruoli all'interno della scuola in un confronto serrato tra progetti, teorie e metodi applicabili, dedicando uno spazio decisivo alla questione dei disabili e alla loro integrazione, che diventerà finalmente possibile solo quando sarà compiuta la reciproca mutualità tra scuola e società.
18,00

Il lavoro pedagogico come ricerca dei significati e ascolto delle emozioni

di M. Grazia Riva

editore: Guerini e associati

pagine: 253

Il lavoro pedagogico si costruisce attraverso la ricerca dei significati e l'ascolto delle emozioni presenti, anche se spesso nascoste, nelle diverse esperienze educative e formative. Dopo aver posto le basi teoriche e concettuali del lavoro pedagogico, si mostra come la stessa storia di formazione personale si costruisca attraverso i "mattoni" delle emozioni e delle reti di significati. Lo sguardo si sposta poi ad esaminare la formazione intenzionale e organizzata, vista come un "luogo pedagogico" denso di significato, carico di dimensioni trasversali quali il potere, l'affettività, la dimensione erotica e corporea.
22,50

L'insegnamento della religione cattolica. Aspetti psicopedagogici e strategie metodologico-didattiche

di Giuseppina Zuccari

editore: Elledici

pagine: 364

Questo lavoro organizza, in modo essenziale e sistematico, il ricco materiale raccolto dall'autrice in merito alle istanze e a
25,50

La pedagogia sperimentale di Raymond Buyse

Ricerca educativa tra orientamenti culturali e attese sociali

di Katia Montalbetti

editore: Vita e pensiero

pagine: 348

Il rapporto complesso ma essenziale tra scienza e valori costituisce l’orizzonte problematico nel quale cogliere il contributo di Raymond Buyse. L’apertura alla dimensione scientifica del discorso pedagogico, unita all’attenta considerazione di quella axiologica, qualificano il pensiero e l’opera dello studioso belga. Consapevole dell’inadeguatezza della mera speculazione teorica di fronte alla complessità dell’educazione, egli indica l’osservazione della pratica educativa come condizione essenziale, complementare alla prima, per elaborare modelli interpretativi pertinenti e validi. Tale esigenza motiva l’interesse per l’impiego del metodo sperimentale, il quale va però modulato in relazione alla specificità del discorso educativo, attinente per sua natura alla sfera non solo dell’essere ma anche del dover essere. Nell’espressione «Tayloriser l’instruction pour valoriser l’éducation» Buyse sintetizza l’ideale che l’applicazione di metodologie empirico-sperimentali sia funzionale al conseguimento dell’umanizzazione del soggetto, meta finale del processo educativo, indicando così una possibile ricomposizione dell’erronea antitesi tra discorso pedagogico e sperimentale. La ricerca condotta da Katia Montalbetti in questo volume delinea le principali coordinate del contesto storico, sociale, culturale e scientifico nel quale ha origine e si sviluppa l’opera di Buyse e ne propone un’analisi articolata e organica. Risaltano da ciò contributi diretti e indiretti alla comprensione e maturazione di alcune questioni nodali per la riflessione pedagogica ed educativa attuale: il rapporto fra dimensione scientifica e axiologica nella costruzione del discorso sull’educazione e nella ricerca in campo educativo; la relazione fra teoria e prassi; il binomio formazione-ricerca, con particolare riguardo al profilo professionale di quanti operano nell’ambito educativo e pedagogico.
26,00

Scala per la valutazione dell'asilo nido

editore: Franco Angeli

pagine: 128

19,50

Sulla letteratura per l'infanzia

di Lollo Renata

editore: La scuola

pagine: 320

24,00

Globalizzazione e nuove responsabilità educative

editore: La scuola

pagine: 352

29,00

Disprassia. Un disturbo nascosto

di Kirby Amanda

editore: La scuola

pagine: 272

25,00

Filosofia dell'educazione

editore: La scuola

pagine: 240

22,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.