Il tuo browser non supporta JavaScript!

Politica

Dall'interno della Lega

Testi e documenti per conoscere tutto della Lega Nord

di Provenzano Francesco M.

editore: Presse libre italia

pagine: 240

15,00

Genealogia della politica

Carl Schmitt e la crisi del pensiero politico moderno

di Galli Carlo

editore: Il mulino

Galli offre una interpretazione complessiva dell'opera di Schmitt e del contributo che essa ha recato alla moderna filosofia p
48,00

Regioni in Europa

Il ruolo del Comitato delle Regioni nella governance europea

di Domorenok Ekaterina

editore: Carocci

pagine: 206

Quale ruolo giocano le autorità regionali e locali nella governance europea? Svariati studi hanno cercato di rispondere a ques
23,90

Paesaggio Costituzione cemento. La battaglia per l'ambiente contro il degrado civile

di Salvatore Settis

editore: Einaudi

pagine: 326

I danni al paesaggio ci colpiscono tutti, come individui e come collettività. Uccidono la memoria storica, feriscono la nostra salute fisica e mentale, offendono i diritti delle generazioni future. L'ambiente è devastato impunemente ogni giorno, il pubblico interesse calpestato per il profitto di pochi. Le leggi che dovrebbero proteggerci sono dominate da un paralizzante 'fuoco amico' fra poteri pubblici, dai conflitti di competenza fra Stato e Regioni. Ma in questo labirinto è necessario trovare la strada: perché l'apatia dei cittadini è la migliore alleata dei predatori senza scrupoli. E necessario un nuovo discorso sul paesaggio, che analizzi le radici etiche e giuridiche della tradizione italiana di tutela, ma anche le ragioni del suo logoramento. Per non farci sentire fuori luogo nello spazio in cui viviamo, ma capaci di reagire al saccheggio del territorio facendo mente locale. La qualità del paesaggio e dell'ambiente non è un lusso, è una necessità, è il miglior investimento sul nostro futuro. Non può essere svenduta a nessun prezzo. Contro la colpevole inerzia di troppi politici, è necessaria una forte azione popolare che rimetta sul tappeto il tema del bene comune come fondamento della democrazia, della libertà, della legalità, dell'uguaglianza. Per rivendicare la priorità del pubblico interesse, i legami di solidarietà che sono il cuore e il lievito della nostra Costituzione.
19,00

La parola contro la camorra. DVD

di Roberto Saviano

editore: Einaudi

pagine: 94

"Attraverso il racconto della cronaca quotidiana ho cercato di far emergere la realtà di una guerra sconosciuta a gran parte del Paese. Migliaia di morti negli ultimi dieci anni, tra cui decine di vittime innocenti: ecco la verità del Sud Italia. Una verità sempre più ignorata dai media nazionali. Questo libro e questo DVD raccontano storie sconosciute, a volte dimenticate o spesso colpevolmente rimosse. Storie che mappano la mia terra e ne tracciano una geografia diversa da quella ufficiale, e a parlare sono le testate locali: titoli e articoli scritti col sangue, che gridano vendetta". Roberto Saviano ripercorre il filo che lega informazione, camorra e potere, e propone una "parola contro la camorra" come possibilità estesa a ogni singola persona. Apre il Dvd una orazione civile intitolata "La parola contro la camorra". Un inedito di quasi un'ora, registrato per questa occasione il 30 ottobre 2009. A seguire il video tratto dalla puntata speciale di "Che tempo che fa" andata in onda il 25 marzo 2009. Roberto Saviano intitola "La parola contro la camorra" anche il libro che accompagna il DVD, e che si compone di tre sequenze: "Una luce costante", Così parla la mia terra" e "Il racconto delle immagini". Completano il volume scritti di Walter Siti, Aldo Grasso, Paolo Fabbri, Benedetta Tobagi.
19,50

Il Mulino

editore: Il mulino

pagine: 193

Nata nell'aprile del 1951, la rivista ha sede a Bologna negli uffici dell'omonima Associazione di cultura e di politica che ne controlla la proprietà. È un bimestrale e i numeri sono rivolti in primo luogo a quelle componenti della società che paiono più interessate a un discorso civile orientato verso una prospettiva di modernizzazione. Questo numero presenta, tra gli altri, articoli di: Mauro Barberis, Valerio Onida, Alessandro Rosina, Giacomo Vaciago, Chiara Fornasari, Mimmo Carrieri, Massimio Livi Bacci, Pier Virgilio Dastoli, Jean-Marie Bouissou.
14,00

Il Mulino

editore: Il mulino

pagine: 364

Nata nell'aprile del 1951, la rivista ha sede a Bologna negli uffici dell'omonima Associazione di cultura e di politica che ne controlla la proprietà. È un bimestrale e i numeri sono rivolti in primo luogo a quelle componenti della società che paiono più interessate a un discorso civile orientato verso una prospettiva di modernizzazione. Questo numero presenta, tra gli altri, articoli di: Michele Slvati, Chiara Saraceno, Alberto Vannucci, Giuseppe Bertola e Daniele Checchi, Giuseppe Marotta, Irene Ponzo, Marcella Emiliani, Emanuele Confortin, Stefano Cammelli.
14,00

La governance della mobilità locale

editore: Il mulino

pagine: 402

Non è certo un tema indifferente, quello della mobilità urbana. Al di là dell'esperienza non sempre felice che ognuno di noi ne fa ogni giorno, si consideri solo che: in Italia la popolazione residente nelle città con oltre 10.000 abitanti supera il 62% del totale della popolazione del paese; la maggior parte del Pil deriva da attività che si sviluppano all'interno dei perimetri urbani; oltre il 75% dei nostri concittadini utilizza l'auto per recarsi al lavoro; e che - in tutta Europa - oltre il 40% delle emissioni di C02 e il 70% delle emissioni inquinanti sono prodotte dagli autoveicoli. Alla questione, di evidente rilevanza strategica, è dedicato questo volume, che analizza il sistema di governance della mobilità locale in Italia: gli attori, le strutture e le logiche decisionali delle politiche di trasporto locale. I contributi raccolti nel libro sono accomunati dall'obiettivo di verificare se e in quale misura le risposte ai problemi della mobilità locale siano determinate da fattori politico-istituzionali, e con quali esiti finali. A questo scopo, le politiche italiane dei trasporti locali sono esaminate sia in prospettiva comparata, con riguardo ai casi della Francia e del Regno Unito; sia attraverso un case study, un'indagine condotta in profondità sulla specifica area territoriale del nordovest della Sardegna. Sulla base delle prove empiriche e dei dati considerati, vengono isolate le variabili capaci di spiegare le performances di questa rilevantissima politica pubblica.
30,00

Le politiche di assistenza sociale. Le politiche pubbliche in Italia

di Ilaria Madama

editore: Il mulino

pagine: 250

Assicurando risorse e opportunità ai soggetti più svantaggiati, le politiche di assistenza mirano a contrastare l'esclusione sociale. Incentrata sulla condizione di bisogno e sul finanziamento attraverso la fiscalità generale, l'assistenza costituisce il nucleo solidaristico dell'intervento pubblico. Negli ultimi tre decenni, a fronte di nuovi rischi non coperti dal welfare di stampo fordista, tali politiche hanno significativamente ampliato la loro portata. Come altri paesi sud-europei, tuttavia, l'Italia si caratterizza tuttora per il loro marcato sottosviluppo, cui fa da contraltare il ruolo preminente svolto in questo campo dal terzo settore, specie di matrice religiosa. Parallelamente, il decentramento delle competenze alle regioni negli anni Settanta ha prodotto uno sviluppo disordinato e molto eterogeneo di questi interventi sul territorio. Particolarmente utile si dimostra pertanto questo volume, che mette in luce l'esistenza di quattro distinti modelli o «mondi dei servizi sociali», assai diversi tra loro per quantità e qualità.
25,00

Giù le mani dall'acqua. Diario e ragioni di un impegno. Appelli 2006-2010

di Alex Zanotelli

editore: Emi

Sono impegnato sull'acqua come prete, come missionario, come cittadino. Non c'è vita senza acqua. È l'elemento primordiale per eccellenza. È uno dei simboli religiosi più usati da tutte le religioni mondiali. È uno dei beni fondamentali per l'umanità. Eppure la pressione a livello nazionale e internazionale per privatizzarla è enorme. L'impegno per l'acqua è un impegno per la democrazia, per la civiltà. La lotta per l'acqua deve essere una lotta di tutti. Per tutti. Contiene il testo della proposta di "Legge d'iniziativa popolare sull'acqua".
4,50

Sciacalli. Storia documentata della cricca che ha depredato l'Italia

di Corrado Zunino

editore: Editori Riuniti

pagine: 520

Partendo da un'inchiesta sugli abusi edilizi nello sport, Corrado Zunino si è trovato di fronte il sistema dei grandi eventi e il mondo della Protezione Civile voluto dal Governo Berlusconi e dal suo rappresentante nelle trincee dell'emergenza: Guido Bertolaso. Un atto di accusa a un sistema di governo, che chiama in causa esecutivi del passato e del presente squarciando il velo dietro il quale si è nascosto il grande inganno della Protezione civile e un sistema che generava emergenza per costruire appalti: "Un verminaio di corruzione italiana", come lo definisce l'autore. Angelo Balducci, presidente del Consiglio superiore dei lavori pubblici, Fabio De Santis, provveditore alle Opere pubbliche della Toscana, Claudio Rinaldi, commissario di "Roma 2009", Achille Toro, procuratore aggiunto a Roma, Denis Verdini, coordinatore del Pdl, Diego Anemone, imprenditore romano presente in tutte le maxi commesse, Claudio Scajola, ministro dello Sviluppo economico costretto alle dimissioni, il generale dei servizi segreti Francesco Pittorru e una pletora di avidi affaristi e servitori di Stato infedeli. In questo sistema ramificato entra ed esce la politica. Un "manuale" che illustra i meccanismi di funzionamento del potere in Italia, che identifica la cricca dell'emergenza, che svela nomi, atti, mandanti, depistaggi, governi, istituzioni di una storia - lo scandalo Protezione civile, il più grave dai tempi di Tangentopoli destinata a crescere.
16,00

Vendola. Il Volto Nuovo Della Sinistra

editore: Editori riuniti internazionali

Nichi vendola
15,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.