Il tuo browser non supporta JavaScript!

Politica

Silenzio in Emilia

di Daniele Benati

editore: Quodlibet

pagine: 252

Dopo che uno è morto continua a vagare in terra più o meno nei luoghi che abitava, senza sapere di essere morto, e con in testa le ossessioni che l'hanno perseguitato da vivo. Questo più o meno il panorama generale e piuttosto insolito del libro di Daniele Benati. Ma succede che le cose qualsiasi e banali, viste dall'aldilà, diventano visioni come quelle dantesche, e l'ordinario si rivela come la cosa più immaginifica che esista. Come in tutti gli altri suoi libri, quello che colpisce di Benati sono le intensità comiche delle sue frasi, sempre su uno humour violento e paranoico, come quello di certi personaggi nell'Amarcord di Fellini. "Questi racconti", ha scritto Gianni Celati, "ci portano in una dimensione ormai quasi scomparsa dalla narrativa in auge ai nostri tempi: non c'è più niente di soggettivo, qui è tutto un circolare di voci, una comunanza di sogni, visioni e apparizioni che formano un intelletto collettivo."
14,00

La religione nella democrazia

di Gauchet Marcel

editore: Dedalo

pagine: 160

Nel pensiero di Marcel Gauchet la riflessione sulla religione ha sempre avuto come sfondo l'analisi politica
20,00

Le autonomie e il lavoro. Le lezioni di Camerino su antifascismo e sindacato

di Vittorio Foa

editore: Ediesse

pagine: 280

Il volume raccoglie alcuni scritti di Vittorio Foa significativi per la comprensione del percorso intellettuale e politico di uno dei maggiori protagonisti della storia del nostro paese e della sinistra italiana del Novecento. In particolare sono riprodotte, con la relativa discussione, tre lezioni tenute da Foa nel 1988 ad altrettanti seminari organizzati dall'Università di Camerino su tre temi ricavati utilizzando alcune delle grandi codificazioni binarie che segnano l'universo della politica: fascismo/antifascismo, destra/sinistra, conservazione/progresso. Nelle lezioni e nelle risposte di Foa al dibattito si dispiega una riflessione che investe le questioni del bene e del male, dei valori e dei disvalori, della tolleranza e dell'intolleranza nei progetti di trasformazione, fino all'analisi della collocazione del sindacato nella Costituzione della Repubblica. La seconda parte del volume è dedicata ad un ampio saggio in cui, con il titolo "Il paradosso del lavoro", Foa ripercorre la sua esperienza di sindacalista della CGIL che, durata per 35 anni, ha occupato un posto centrale nella sua vita. Accompagnano questo saggio il commiato di Foa dalla CGIL, avvenuto al compimento del sessantesimo anno d'età, e un suo intenso e affettuoso ricordo di Giuseppe Di Vittorio.
10,00

Progetto 89. Tre saggi su libertà, eguaglianza, fratenità

editore: Il saggiatore

pagine: 362

1989
12,00

Il cappio

editore: Rizzoli

pagine: 264

Senza il pizzo non ci sarebbe la mafia
9,80

Separati in patria. Nord contro Sud: perché l'Italia è sempre più divisa

di Giovanni Floris

editore: Rizzoli

pagine: 266

Chi minaccia (o promette) secessioni può risparmiarsi la fatica: l'Italia è già spaccata. Almeno in due. Nord e Sud sono mondi diversissimi, che a volte si odiano, quasi sempre non si capiscono e di sicuro non sembrano appartenere allo stesso Paese. E se si può sorridere di striscioni e cori da stadio come "Garibaldi, perché?", i numeri delle impari opportunità sono serissimi. La classe politica lo sa? Certo, ma proviene quasi esclusivamente dal Nord, visto che al Sud sembrano non fidarsi più dei politici meridionali. In questo libro, Giovanni Floris ci accompagna alla scoperta della penisola che crediamo di conoscere, analizzando le realtà sconcertanti, i dati preoccupanti, le curiosità e gli scandali di una nazione la cui unica gestione unitaria efficiente a volte sembra quella del crimine organizzato. L'Italia che sogna il federalismo e pratica l'evasione, l'Italia che chiede la meritocrazia e cerca le scorciatoie, l'Italia che si sente diversa da sé ma che a se stessa è uguale da 150 anni. E che ha la possibilità di una riscossa, legata a un salto di volontà: rimettere in moto una politica pigra e affrontare riforme coraggiose. L'inno nazionale che cantiamo è stato adottato in via provvisoria nel 1946. Forse è ora di rendere definitiva, e soprattutto operativa, l'unità d'Italia.
19,00

La Russia e gli altri. Nuovi equilibri della geopolitica

di Sandro Sideri

editore: Università Bocconi Editore

pagine: 259

La dissoluzione dell'URSS ha gettato la Russia in una vera crisi d'identità
16,00

L'unto del Signore

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 299

Di Berlusconi molto è stato detto e scritto
11,90

Cattolici E Laici Per Un Popolo Della Liberta

Autori vari

editore: Marietti 1820

Il volume raccoglie i principali interventi della tre giorni di riva del garda promossa da rete italia (13-14-15 marzo 2009)
15,00

Un paese di baroni

Truffe, favori, abusi di potere. Logge segrete e criminalità organizzata. Come funziona l'università italiana

editore: Chiarelettere

pagine: 309

Questo libro racconta l'università dei privilegi e anche l'università di chi lavora seriamente tutti i giorni e per pochi sold
14,60

Prigioniera

di Clara Rojas

editore: Cairo Publishing

pagine: 238

Le pagine in cui Clara Rojas ricostruisce il proprio sequestro da parte delle FARC (Forze Armate Rivoluzionarie Colombiane) e
15,00

La sera andavamo in via Veneto

Storia di un gruppo dal «Mondo» alla «Repubblica»

di Scalfari Eugenio

editore: Einaudi

pagine: 401

Eugenio Scalfari - protagonista di una straordinaria iniziativa giornalistica e politica dell'Italia del dopoguerra, dal "Mond
14,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.