Il tuo browser non supporta JavaScript!

Politica

A quando l'Africa? Conversazioni con René Holenstein

di Joseph Ki-Zerbo

editore: Emi

pagine: 176

Il libro riporta lunghe conversazioni con René Holenstein in cui Joseph Ki-Zerbo ripercorre il suo cammino di intellettuale e di uomo d'azione sempre presente nelle prime ore d'indipendenza di molti stati africani. Ki-Zerbo è con Cheic Anta Diop uno degli insigni storici africani viventi che hanno saputo reinterpretare la storia mondiale a partire da una prospettiva africana. In questo libro il lettore incontra la storia dell'Africa dal '900 e trova anche gli incontri e gli scontri con le altre culture e realtà non africane. Il libro offre una sintesi attuale e profonda della realtà dell'intero continente africano. Le domande di R. Holenstein sono le nostre stesse domande.
10,00

## V.e. ## 2005 Guida Del Mondo

Autori vari

editore: E.m.i. emi

Guida del mondo e` un`opera di consultazione basata su dati delle nazioni unite e di altre fonti ufficiali
39,00

Vedove in Africa. Libertà a carissimo prezzo

editore: Emi

pagine: 144

Donne congolesi, sudanesi, keniote, etiopi, eritree, ugandesi condividono il dolore e il coraggio di uno dei momenti più cruciali della loro vita: l'esperienza della vedovanza. Sono testimonianze dirette, raccontate e scritte dalle protagoniste. Nonostante l'ostracismo esercitato dalla società tradizionale nei loro confronti, la capacità di resistenza delle donne vedove non è venuta meno, anzi hanno cominciato a organizzarsi. Queste pagine denunciano senza omissioni il dramma delle loro vite e danno voce e visibilità al loro impegno quotidiano per la dignità della donna africana.
9,00

Terra e libertà. La questione agraria in America Latina

editore: Emi

pagine: 144

La terra è il punto di partenza per una riflessione che avvicina i concetti di latifondo, riforma agraria, migrazione, libero commercio, diversità biologica, risorse naturali, diritti dei popoli indigeni, movimenti sociali, assumendo un punto di vista interdisciplinare che spazia dall'ambito sociale a quello politico, economico, culturale. La terra, infine, è un nuovo modo di vivere, basato sulla lotta alle disuguaglianze, sulla condivisione e su relazioni diverse con il lavoro e con l'ambiente. Movimenti e associazioni che, in America Latina, si impegnano su questo fronte sono "educatori", strutturano processi educativi che democratizzano l'accesso al sapere e attivano meccanismi di emancipazione.
9,00

Caffè corretto. Dal chicco alla tazzina... evitando la borsa di New York. La grande storia del caffè, da chi è coltivato, a quali condizioni. Con VHS

di Tatjana Bassanese

editore: Emi

pagine: 64

Apprezzato in tutto il mondo, il caffè è diventato in tempi relativamente brevi un'importante materia prima, la seconda dopo il petrolio. Ma come si profila lo scenario della sua gigantesca economia produttiva? Quali sono i problemi che investono i 125 milioni di sconosciuti lavoratori del suo sistema produttivo? Questo piccolo libro racconta la grande storia del caffè, da chi è coltivato, a quali condizioni, e le nuove strade che percorre per giungere fino a noi attraverso il Commercio equo e solidale, che restituisce dignità al lavoro di tutti coloro che lo producono.
14,50

Hanno creduto in un mondo nuovo. Volti di speranza nell'America latina di ieri e di oggi

di Emilio Grasso

editore: Emi

pagine: 96

Hanno creduto in un mondo nuovo offre la testimonianza di tre figure simbolo della missione della Chiesa in America Latina, tre punti di riferimento per comprendere la missione come amore e passione per il volto di Dio e il volto degli uomini. In questo tentativo di riflettere in profondità sul senso dell'andare ad annunciare ci sono di aiuto tre personaggi straordinari. Fra' Antonio de Montesinos ci fa riscoprire la forza della Parola come fondamento della missione liberatrice cui siamo chiamati. Mons. Oscar Arnulfo Romero ci richiama a una conversione permanente alla Parola di Dio, non separata dai volti concreti di oppressi e crocifissi. Don Nino Miraldi, prete romano fidei donum in Brasile, ci fa ritrovare, con la sua libertà e capacità critica, quella fede povera e disincantata che sa riconsegnare all'uomo quello che è dell'uomo per lasciare a Dio, nell'obbedienza profonda e nella pace, quello che è di Dio. Il libro si conclude con il tema dell'inculturazione, che si trova intimamente unito a quello della missione, richiamando gli avvenimenti connessi al volto meticcio della Vergine di Guadalupe.
8,00

La pena di morte nel mondo

Rapporto 2005

 

editore: Marsilio

pagine: 398

Il rapporto presenta, continente per continente, paese per paese, le condanne a morte, le esecuzioni e i fatti più eclatanti c
12,00

Il topino intrappolato. Legalità, questione morale e centrosinistra

di Elio Veltri

editore: Editori Riuniti

pagine: 302

Senza legalità l'Italia si allontana dall'Europa e si avvicino all'Argentina. Questo è il terreno sul quale il centrosinistra avrebbe dovuto combattere e sconfiggere Berlusconi. Finora non è avvenuto. Può realizzarsi se cambia la cultura politica, e si rinnova la rappresentanza nelle istituzioni. Il libro parla di questo. Fornisce dati che le televisioni nascondono. Dimostra che un paese illegale e senza etica della responsabilità non ha futuro. Propone come uscirne.
16,00

L'innovazione tradita. La fine dell'illusione tecnocratica della destra e le premesse per un nuovo sviluppo del paese

editore: Editori Riuniti

pagine: 255

Primavera 2001: Berlusconi, a "Porta a parta", annuncia che il famosa "Mister I", che porterà l'Italia nel paradiso della new economy e nell'era di Internet, è Lucio Stanca, top manager multinazionale. Prima di quell'annuncio l'Italia era stata tappezzata di grandi manifesti in cui spiccavano tre I: Internet, Impresa, Inglese. Ma oggi che cosa è rimasta delle tre I? Quasi nulla: la nostra competitività continua a declinare e rimaniamo al palo nella grande corsa dell'innovazione tecnologica. Gli autori di questo libro ritengono che sia importante delineare alternative credibili di programma e che sia giunto il momento di porre una sfida per il governo del futuro enucleando i temi cruciali per lo sviluppo della new economy.
16,00

Non si gioca con la vita. Una posizione laica sulla procreazione assistita

di Eleonora Cirant

editore: Editori Riuniti

pagine: 221

Il referendum sarà solo una tappa di un lungo processo: tanti temi che il voto obbliga ad affrontare con urgenza rimarranno all'ordine del giorno per molto tempo dopo. Il testo ne offre una panoramica, indagando sulle domande e le posizioni che si dispiegano nell'opinione pubblica. Il punto di vista dell'autrice è di opposizione all'attuale normativa sulla fecondazione assistita e di sostegno al sì. L'obiettivo del libro è motivare questa scelta attraverso uno sguardo non ideologico che, pur delineando le conseguenze delle attuali norme sulla salute delle donne e sulla ricerca scientifica, non si sottragga al compito di rilevare - attraverso l'analisi dei singoli quesiti le molte contraddizioni aperte.
12,00

L'amico americano. Presenze e interferenze straniere nel terrorismo in Italia

di Gianni Flamini

editore: Editori Riuniti

pagine: 207

Terrorismo, parola terribile per quel che significa in termini di vite umane stroncate, ma anche parola usata per giustificare opportunismi, strumentalizzazioni e funambolismi politici. Il terrorismo evocato ora in tutti i paesi è quello internazionale, dietro il quale tutto il resto scompare. È invece esistono, e sono esistiti, anche terrorismi nazionali altrettanto efferati, come quello che per decenni ha compiuto i suoi sanguinosi attacchi in Italia. Un'analisi storica per comprendere come il terrorismo internazionale e nazionale sia sempre stato uno strumento nelle mani della politica.
16,00

La questione meridionale

di Antonio Gramsci

editore: Editori Riuniti

pagine: 190

Le modificazioni sopravvenute negli ultimi decenni non hanno eliminato né dissolto la questione meridionale, che resta una delle contraddizioni centrali della società italiana; da essa infatti traggono origine le stesse difficoltà con cui si scontra lo sviluppo economico del paese, l'impossibilità di trovare lavoro e occupazione a livelli moderni ai lavoratori meridionali, lo spreco delle energie intellettuali, il decadimento nell'agricoltura. Ciò rende ancor più chiara l'importanza di questi scritti, in cui Gramsci pone la questione meridionale come problema che investe direttamente le responsabilità e la struttura stessa dello Stato.
12,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.