Il tuo browser non supporta JavaScript!

Mondadori: Oscar classici

Poesie

di Porta Carlo

editore: Mondadori

Opera composita, nella quale si intrecciano elementi harrativo-teatrali, epici, burleschi, la lirica di Carlo Porta rappresent
11,00

Racconti crudeli

di P. A. Villiers de L'Isle-Adam

editore: Mondadori

pagine: 330

La raccolta "Racconti crudeli" (1883) riunisce una serie di testi pubblicati da Villiers de l'Isle-Adam su riviste e giornali:
9,00

L'italiano ovvero il confessionale dei penitenti neri

di Radcliffe Ann

editore: Mondadori

pagine: 545

Napoli, 1764: Vincenzo di Vivaldi ed Elena di Rosalba, giovani innamorati dall'animo semplice e puro, vedono il loro sogno d'a
10,00

Aphrodite

di Pierre Louÿs

editore: Mondadori

pagine: 286

Nell'antica Alessandria d'Egitto lo scultore Demetrios, amante della regina Berenice, è l'uomo più desiderato. Ma lui vuole solo la cortigiana Chrysis e per conquistarla compie un triplice delitto rubando per lei tre oggetti sacri alla dea Afrodite... Considerato dalla critica francese il migliore dei romanzi parnassiani, Afrodite colpisce per la licenziosità e la sensualità delle sue scene così come per l'estrema ricercatezza dello stile e la ricchezza delle descrizioni.
9,00

La trentenne

di Honorè de Balzac

editore: Mondadori

pagine: 270

Ritratto di straordinaria finezza psicologica e appassionante storia d'amore, La trentenne ha per protagonista una donna del b
9,00

I signori Golovlëv

di Saltykov Scedrin Michail

editore: Mondadori

pagine: 392

Michaìl Saltykòv-Scedrìn cominciò I signori Golovlëv nel 1875, all'indomani della morte della madre, donna avida e sentimental
9,00

Lettere persiane

di Montesquieu Charles L. de

editore: Mondadori

Uscite in forma anonima ad Amsterdam nel 1721, le "Lettere persiane" raccolgono l'immaginaria corrispondenza di due persiani,
9,00

Controcorrente

di Joris-Karl Huysmans

editore: Mondadori

pagine: 332

Pubblicato in Francia nel 1884, "Controcorrente" (noto anche come "A ritroso") ha segnato in profondità l'immaginario cultural
9,50

Pamela

di Samuel Richardson

editore: Mondadori

pagine: 668

"Pamela" uscì tra 1740 e 1741 e ottenne subito uno straordinario successo di pubblico in Inghilterra e nei paesi europei nei quali nel giro di un paio d'anni fu rapidamente tradotto: persino Goldoni ne trasse l'argomento per una fortunata commedia. Cuore del romanzo sono le vicende di una cameriera sedicenne, di grande bellezza e ancora più grande virtù, che resiste ai tentativi di seduzione del proprio padrone, del quale pure è sinceramente innamorata, fino a riuscire a condurlo al matrimonio. Una trama di sconvolgente novità per l'epoca, con una protagonista donna, di umile condizione sociale, e per di più impegnata in una battaglia per affermare la parità dei sessi in materia di etica sessuale. Un romanzo che appare ancora oggi di interesse per la narrazione avvincente e ricca di suspense, per la minuziosa descrizione della vita quotidiana settecentesca, ma soprattutto per la finezza dell'analisi psicologica. Richardson rappresenta infatti con vivacità e sottigliezza rare le emozioni della protagonista e trova nella nuova forma del romanzo epistolare il veicolo più adatto per l'espressione di quel "sentimento" che il Settecento, il Secolo dei Lumi, andava proprio allora scoprendo.
11,00

La fiera delle vanità

di Thackeray William M.

editore: Mondadori

Progettato e iniziato intorno al 1844-45, pubblicato a puntate nel 1847, in volume l'anno successivo, "La fiera delle vanità"
11,00

Un eroe del nostro tempo

di Michail Jur'evic Lermontov

editore: Mondadori

pagine: 249

Pubblicato nel 1840, "Un eroe del nostro tempo" è considerato una delle pietre miliari su cui si è fondata la grande costruzio
8,50

Therese Raquin

di Émile Zola

editore: Mondadori

pagine: 320

Pubblicato nel 1867, "Thérèse Raquin" narra la vicenda di Thérèse, giovane bella e avida di vita, sposata con il cugino Camille, malaticcio e debole di carattere. La donna si lascia sedurre da Laurent, amico di famiglia dal temperamento rozzo e sanguigno. Trascinati in un vortice di passione sempre più fosca, i due amanti giungono a uccidere Camille simulando un incidente. Ma non troveranno pace neppure dopo essersi sposati e, tormentati tanto dal fantasma di Camille quanto dagli occhi severi della madre di lui, muta e paralizzata ma dall'intelligenza intatta, finiranno per suicidarsi. Definito da Oscar Wilde "il capolavoro dell'orrido", in realtà questo romanzo è quasi un manifesto del naturalismo francese: costruito dall'autore come lo studio di un caso fisiologico e psicologico, analisi delle passioni di un temperamento nervoso e di uno collerico, "Thérèse Raquin" resta scolpito nella mente del lettore per la sua audacia descrittiva, le sue atmosfere morbose e la precisione assoluta del congegno narrativo. Con uno scritto di Guy de Maupassant.
9,50

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.