Il tuo browser non supporta JavaScript!

Quodlibet: Quodlibet

Giardini, paesaggio e genio naturale

di Gilles Clément

editore: Quodlibet

pagine: 72

10,00

Breve storia del giardino

di Gilles Clément

editore: Quodlibet

pagine: 129

Il primo giardino è quello dell'uomo che ha scelto di interrompere le proprie peregrinazioni
14,50

La condanna a morte di Pietro Paolo Boscoli

di Della Robbia Luca

editore: Quodlibet

pagine: 90

Il resoconto delle ultime ore di vita di Pietro Paolo Boscoli, condannato a morte per aver progettato insieme ad Agostino Capp
12,00

Dove va la cultura europea? Relazione sulle cose di Ginevra

di Contini Gianfranco

editore: Quodlibet

pagine: 63

È ingenuità riunire un congresso sullo spirito europeo" per poi consigliargli di espungere la politica dalla propria competenz
9,00

Annali della Fondazione Europea del Disegno (Fondation Adami) (2010). Vol. 6: La questione dello stile.

La questione dello stile

editore: Quodlibet

pagine: 236

Questo volume degli Annali presenta gli scritti di filosofi, scrittori e poeti che si sono incontrati su "La questione dello s
20,00

Senza trauma. Scrittura dell'estremo e narrativa del nuovo millennio

di Daniele Giglioli

editore: Quodlibet

pagine: 115

C'è stato un tempo in cui il trauma comportava silenzio, fuga, oblio, dolore e rimozione. Oggi accade il contrario: senza trauma non sappiamo più parlare. Mai la possibilità di subire un trauma nella vita reale è stata tanto messa ai margini come nella nostra epoca. Eppure mai come adesso il trauma viene evocato, desiderato, rivendicato come fattore identitarie Un trauma senza trauma, dunque, o meglio ancora un trauma dell'assenza di trauma: figura di un'impotenza, autodenuncia di una malafede, sintomo di una crisi delle forme e dei linguaggi in cui si riflette e si modella l'esperienza del vivere associato. Qualcosa, in quell'esperienza, fa difetto, e di quel difetto il trauma viene di continuo chiamato a fungere da supplemento, spiegazione, riparazione, motivo non più di vergogna ma di orgoglio. Il saggio di Daniele Giglioli muove dall'ipotesi che molta letteratura del nuovo millennio viva all'insegna di questa situazione: una scrittura dell'estremo che ha nel trauma immaginario la sua prima scaturigine, il suo centro di risonanza più segreto, il suo seme di verità più prezioso. Dei testi convocati a testimoni viene offerta un'analisi puntigliosamente sintomatica, nella convinzione che in una società tutta dedita all'adorazione del feticcio (tra cui quello del trauma senza trauma) e in cui il rapporto con la realtà è interamente requisito dall'immaginario, il sintomo sia già di per sé una critica, un'istanza di verità irriducibile cui bisogna in tutti i modi dare voce.
12,00

Conservazione dell'avvenire. Il progetto oltre gli abusi di identità e memoria

di Zevi Luca

editore: Quodlibet

pagine: 186

In questo pamphlet di Luca Zevi, progettista del Museo nazionale della Shoah di Roma, si indagano itinerari di ricerca alterna
16,00

Lezioni sulla traduzione

di Fortini Franco

editore: Quodlibet

pagine: 231

Dal 1989, anno in cui furono tenute queste lezioni finora inedite, l'incremento della produzione teorica sul tema del tradurre
16,00

Singapore songlines. Ritratto di una metropoli Potemkin... O trent'anni di tabula rasa

di Koolhaas Rem

editore: Quodlibet

pagine: 109

La trasformazione dell'isola di Singapore da malconcio residuato postcoloniale in sfavillante laboratorio per le più audaci sp
18,00

Icone culturali d'Europa

editore: Quodlibet

pagine: 392

28,00

Creatività

di Garroni Emilio

editore: Quodlibet

pagine: 196

Fare o dire qualcosa di nuovo, di imprevisto, di sorprendente: in che cosa consiste questa capacità tipicamente umana? Come sp
16,50

Introduzione alla critica dell'economia politica

di Marx Karl

editore: Quodlibet

pagine: 136

L'introduzione alla critica dell'economia politica contiene il più esteso pronunciamento di Marx sulle questioni metodologiche
12,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.