Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

La misura dell'inatteso. Ebraismo e cultura italiana (1815-1988)

La misura dell'inatteso. Ebraismo e cultura italiana (1815-1988)
titolo La misura dell'inatteso. Ebraismo e cultura italiana (1815-1988)
Autore
Argomento Storia, Religione e Filosofia Religione
Collana La storia. Temi, 100
Editore Viella
Formato
libro Libro
Pagine 272
Pubblicazione 2022
ISBN 9788833138350
 

Scegli la libreria

Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
28,00
 
Compra e ricevi in 5/10 giorni
«Noi studiamo il mutamento perché siamo mutevoli», scriveva il grande storico dell'età classica Arnaldo Momigliano. «A causa del mutamento la nostra conoscenza non sarà mai definitiva: la misura dell'inatteso è infinita». Questo libro affronta il rapporto mutevole fra ebrei e cultura italiana in un arco cronologico inconsueto: dalla Restaurazione al cinquantenario delle leggi razziali, quando si chiude una stagione e se ne apre un'altra, quella dell'uso pubblico della storia nella quale siamo tuttora immersi. I capitoli ruotano intorno a quei personaggi che sono stati capaci di oltrepassare la siepe nei rari momenti in cui il salto fu loro consentito: il primo sionismo, il modernismo, l'antifascismo e i conti con il fascismo, la battaglia per la libertà religiosa dopo il Concordato e l'art. 7 della Costituzione.
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.