Il tuo browser non supporta JavaScript!

Il mondo si legge all'incontrario. La materia cavalleresca nel Novecento

Il mondo si legge all'incontrario. La materia cavalleresca nel Novecento
titolo Il mondo si legge all'incontrario. La materia cavalleresca nel Novecento
autore
argomenti Letteratura e Arte Letteratura e Linguistica
Adozioni Lettere e Filosofia
collana Bibl. letteraria dell'Italia Unita, 29
editore Interlinea
formato Libro
pagine 248
pubblicazione 2020
ISBN 9788868573348
 

Scegli la libreria

Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
20,00
 
Compra e ricevi in 2/3 giorni
Le avventure dei cavalieri non finiscono con don Chisciotte. Il Novecento prende ancora sul serio la follia di Orlando, i voli di Astolfo, l'anarchia di Rinaldo e di Morgante. Lo fa però da nuove angolazioni, per confrontarsi con i problemi epocali che il mondo contemporaneo pone: le minacce del progresso tecnologico, la fragilità delle democrazie, l'involuzione della classe dirigente, la crisi della borghesia, le contraddizioni del sistema scolastico, il collasso dell'antropologia rurale e dei dialetti. Raccontando i poemi alla radio come fanno Baldini, Calvino, Giuliani, Manganelli e Fortini, o dilatando gli spazi critici e creativi alla maniera di Celati e Nori, di Bufalino e Pederiali, gli scrittori guardano ai classici per mettere in discussione i paradigmi della modernità. Elaborando proposte di letteratura e di società tra loro alternative, che riflettono le tensioni di un'Italia drammaticamente divisa. Il volume dimostra così che «per arrivare a visualizzare le contraddizioni che si agitano sotto la penna degli scrittori, la materia cavalleresca costituisce un reagente di singolare efficacia».
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.