Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Il «secolo-lupo» Un'interpretazione del Novecento

Il «secolo-lupo» Un'interpretazione del Novecento
titolo Il «secolo-lupo» Un'interpretazione del Novecento
Autore
Argomento Storia, Religione e Filosofia Filosofia
Collana Le Navi, 1
Editore Castelvecchi
Formato
libro Libro
Pagine 318
Pubblicazione 2024
ISBN 9788876158179
 

Scegli la libreria

Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
28,00
 
Compra e ricevi in 2/3 giorni
Per intendere il Novecento, secolo dei totalitarismi, dobbiamo accettare l'Impossibile, provare a rintracciare la "logica" del Male assoluto. Persino dietro la Shoah come tragedia estrema è possibile infatti individuare una filosofia, un pensiero in grado di darne conto. Il waste century è l'epoca dell'ontologia, della negazione in radice della dialettica, della politica, dell'umanismo. Nel Novecento "muore Hegel", muore il suo pensiero, e da ciò si legittimano il totalitarismo, il fascismo, lo stalinismo. Se Martin Heidegger, Urnazist, nazista nel profondo, ha lastricato il sentiero verso l'abisso, Vasilij Grossman, ebreo e russo, figlio del "secolo-lupo", in quell'abisso si è calato. Riemergendo, ha iniziato a svolgere un filo che Fabio Vander ha raccolto e inseguito, per scrutare, a un passo dal baratro, nello stesso abisso.
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.