Il tuo browser non supporta JavaScript!

Pagine postume pubblicate in vita. Testo tedesco a fronte

novità
Pagine postume pubblicate in vita. Testo tedesco a fronte
titolo Pagine postume pubblicate in vita. Testo tedesco a fronte
Autore
Curatore
Argomento Letteratura e Arte Classici
Collana Il Piacere di Leggere, 125
Editore La vita felice
Formato Libro
Pagine 348
Pubblicazione 2022
ISBN 9788893466226
 

Scegli la libreria

Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
16,00
 
Compra e ricevi in 2/3 giorni
Pubblicato a Zurigo nel 1936, il libro è una raccolta di non-racconti metaforici. È inutile cercarvi delle trame: la preoccupazione principale dell'autore è cogliere, attraverso una micro-osservazione del mondo, la simbologia e il significato di certi meccanismi della mente umana, talvolta misconosciuti o dimenticati. La rilettura di questi racconti dimostra come essi fossero allora graffianti e carichi di attualità e, oggi, ancora ben vivi e vitali. Quella di Musil è una scrittura raffinata e scorrevolissima, a tratti ipnotica; accomuna riflessioni che raggiungono significati che si liberano del fatto contingente, a cui sono legati e per cui sono stati espressi, e diventano solo il pretesto per andare oltre verso l'universalizzazione. È questo a far sì che l'opera mantenga una particolare freschezza e attualità.
 

Biografia dell'autore

Robert Musil

Nato a Klagenfurt nel 1880, figlio di un ingegnere chiamato nel 1890 a insegnare al Politecnico di Brünn (Brno), compì qui gli studi liceali, nel collegio militare di Mährisch-Weisskirchen dove aveva studiato anche Rilke. Nel 1901 diventò ingegnere meccanico. Nel 1904 si trasferì a Berlin dove seguì corsi di filosofia e psicologia sperimentale, laureandosi nel 1908 con una tesi su Mach. Dopo l’esperienza della guerra cui partecipò come ufficiale dell’esercito austriaco, lavorò come bibliotecario, redattore editoriale, impiegato del ministero per la propaganda alle truppe. Dal 1923 si dedicò esclusivamente alla letteratura, aiutato economicamente dall’editore Rowohlt fino al 1931 e in seguito da alcuni amici. All’avvento di Hitler lasciò Berlin (dov’era dal 1931) e tornò a Vienna. Dopo l’annessione si rifugiò in Svizzera dove fu a Zurigo e dal 1939 a Ginevra dove visse in povertà lavorando al suo incompiuto capolavoro, L’uomo senza qualità. I primi due volumi apparvero nel 1930-33. Altri 14 capitoli, approvati da Musil, apparvero postumi insieme ad alcune scelte curate da diversi studiosi, del vastissimo materiale inedito.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.