Il tuo browser non supporta JavaScript!

Vita e pensiero: Università/Relazioni internazionali e scienza politica/Ricerche

Il Medio Oriente

Potenza, politica e ideologia

di Fred Halliday

editore: Vita e pensiero

pagine: 496

Le relazioni internazionali del Medio Oriente sono da tempo sinonimo di instabilità e incertezza
25,00

Il potere

Una visione radicale

di Steven Lukes

editore: Vita e pensiero

pagine: 188

Il potere: è questo una dei concetti fondamentali, ma anche uno dei più dibattuti, nelle scienze politiche e nella sociologia
16,00

La Società anarchica

L'ordine nella politica mondialePresentazione di Angelo Panebianco

di Hedley Bull

editore: Vita e pensiero

pagine: 384

Scritto nel 1977 e tradotto ora per la prima volta in italiano, "La società anarchica" è un testo classico il cui valore oltre
25,00

Il dilemma della cooperazione

Capitale sociale, sviluppo, frammentazione

di Luigi Curini

editore: Vita e pensiero

pagine: 260

Cooperazione come mondo di possibilità piuttosto che di necessità, in cui prescrizioni universali vengono sostituite da più mo
20,00

L' Occidente e gli altri

La globalizzazione e la minaccia terroristica

di Roger Scruton

editore: Vita e pensiero

pagine: 140

Nell'accesa discussione sui rapporti tra mondo islamico e Occidente, questo saggio di Roger Scruton propone una tesi che cogli
15,00

Lo spazio politico della regione

Cittadinanza, azione di governo e politiche pubbliche

di Vittorio Emanuele Parsi

editore: Vita e pensiero

pagine: 384

I contributi qui raccolti indagano le dimensioni e i confini dello spazio politico della regione, analizzando in chiave compar
28,00

Guerra santa?

Il terrore nel nome dell'Islam

di John L. Esposito

editore: Vita e pensiero

pagine: 208

Come può una religione giustificare, e addirittura invocare il massacro di vittime innocenti? Ciò che parrebbe un controsenso
16,00

La fine dell'era americana

Politica estera americana e geopolitica nel ventunesimo secolo

di Charles A. Kupchan

editore: Vita e pensiero

pagine: 446

Negli anni Novanta era opinione diffusa che la caduta del muro di Berlino avesse decretato il trionfo della democrazia liberal
25,00

Dopo la vittoria

Istituzioni, strategie della moderazione e ricostruzione dell'ordine internazionale dopo le grandi guerre

di G. John Ikenberry

editore: Vita e pensiero

pagine: 408

La fine della guerra fredda è stata come una specie di big bang che ricorda quanto successe dopo le guerre napoleoniche o quel
26,00

Esiste ancora la comunità transatlantica?

Europa e Stati Uniti tra crisi e distensione

editore: Vita e pensiero

pagine: 252

Le relazioni transatlantiche hanno conosciuto spesso momenti critici, caratterizzati da una forte conflittualità. Tuttavia, pur con ricorrenti crisi, l’ultima delle quali ha riguardato l’intervento militare americano in Iraq, l’alleanza tra Stati Uniti ed Europa continua a rimanere salda nel tempo. Di recente, però, la svolta unilateralista dell’amministrazione Bush, con l’inclinazione a usare la forza militare per portare a termine obiettivi di democratizzazione, non solo ha creato una frattura di difficile ricomposizione con l’Europa, ma ha anche provocato gravi divisioni fra i Paesi membri dell’Unione europea. A più di due anni dalla guerra in Iraq, la crisi sembra essersi smussata ma i rapporti tra le due sponde dell’Atlantico sono ancora lontani dall’essersi ricomposti, mentre in Europa continuano a coesistere atteggiamenti tutt’altro che univoci rispetto alla politica estera americana. Quali prospettive si presentano, allora, per la stabilità dell’Occidente? Quali fattori di disgregazione della comunità euro-atlantica devono essere affrontati? E ci sono motivi per ritenere che, in futuro, gli alleati si riavvicineranno come ai tempi della Guerra fredda? A questi interrogativi cerca di dare risposta il presente volume, in cui studiosi di entrambi i continenti si muovono su una prospettiva temporale di lungo periodo. Ne risulta un’analisi per molti aspetti inedita e controcorrente, che evidenzia i diversi aspetti della partnership transatlantica, gli elementi di comunanza e di divaricazione, e non esita a mettere in luce, in maniera netta ma equilibrata, gli errori dell’uno o dell’altro pilastro dell’alleanza.
18,00

Partners or Rivals?

European-American Relations after Iraq

editore: Vita e pensiero

pagine: 352

To what extent does the latest conflict in Iraq really mark a turning point in contemporary Euro-Atlantic relations? This is the conundrum at the heart of the book, interpreted by a multinational group of distinguished scholars skillfully gathered to shed light on the theme from different methodological and cultural perspectives. Confronting a subject of heated political debate, the authors pass over day-to-day recriminations to provide a much-needed long term analytical outlook. The contributions address questions such as the future role of the United States within NATO, the likelihood of the emergence of a militarily autonomous European Union, and Russia’s role in today’s international arena. Also under scrutiny are the Anglo-American “special relationship”, the significance of the former Soviet-bloc countries controversially qualified as “New Europe”, the impact of transnational peace activism, terrorism and organized crime, and the politics of the European Monetary Union. The book includes a series of brief, insightful commentaries responding to the chapters, establishing connections, and raising questions for further research.
30,00

Il Giappone e il nuovo ordine in Asia orientale

L'altra faccia dell'ascesa della Cina

di Noemi Lanna

editore: Vita e pensiero

pagine: 144

Lo spostamento del baricentro economico mondiale verso l’Asia dinamica ha riportato l’Asia orientale al centro delle relazioni internazionali contemporanee. Al tema dell’ascesa della Cina, protagonista negli ultimi anni di questo epocale cambiamento, la pubblicistica e la produzione accademica hanno dedicato grande attenzione. I dilemmi egemonici determinati dal nuovo status di Pechino, il complesso rapporto di interdipendenza tra Cina e Stati Uniti, le implicazioni e i limiti della straordinaria crescita cinese sono stati oggetto di numerose pubblicazioni. Tuttavia, c’è un altro aspetto della storia dell’ascesa della Cina che è stato meno indagato, ma è altrettanto gravido di conseguenze: il graduale riposizionamento del Giappone nello scacchiere regionale e globale. Tokyo ha risposto al ritorno della Cina sulla scena mondiale con una diplomazia nuova e più assertiva. La ritrovata centralità geoeconomica e geopolitica di Pechino ha agito da catalizzatore, accelerando il processo di ridefinizione della diplomazia nipponica, iniziato dopo la fine della Guerra fredda. Quale sarà l’esito di questo processo? Quali effetti avrà sul ruolo economico globale del Giappone, che è tuttora la seconda economia del mondo? In che direzione evolveranno le relazioni tra Cina e Giappone? Il futuro della regione asiatica è quello prefigurato dallo storico vertice trilaterale Giappone-Cina-Corea del Sud, tenutosi a Fukuoka nel 2008? Oppure sarà pesantemente condizionato dalle irrisolte criticità lasciate in eredità dalla Guerra fredda? Noemi Lanna cerca di rispondere a queste domande, inquadrando gli scenari regionali attuali nel più ampio contesto della millenaria storia asiatica.
15,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookies policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookies.

Acconsento