Il tuo browser non supporta JavaScript!

Bompiani: Studi Bompiani

Strutturalismo e interpretazione

di Paolucci Claudio

editore: Bompiani

pagine: 529

La semiotica si è definita in questi anni attraverso una serie di prese di posizioni condivise: il testo come modello di quals
23,00

Il timpano dell'occhio

di Bettetini Gianfranco

editore: Bompiani

pagine: 135

Il linguaggio multimediale è uno degli ambiti più stimolanti e studiati dalle scienze della comunicazione negli ultimi anni
20,00

Doppio sguardo

Cinema e arte contemporanea

di Senaldi Marco

editore: Bompiani

pagine: 330

Il cinema costituisce una disciplina sia nel senso culturale del termine, sia in senso visivo
22,50

Musica e media digitali

Tecnologie, linguaggi e forme sociali dei suoni, dal walkman all'iPod

di Sibilla Gianni

editore: Bompiani

pagine: 344

Le nuove tecnologie digitali hanno cambiato il modo in cui la musica viene diffusa e consumata
22,00

Storia dell'ermeneutica

di Ferraris Maurizio

editore: Bompiani

pagine: 481

La Storia dell'ermeneutica rappresenta la prima ricostruzione esaustiva dello sviluppo storico dell'ermeneutica
27,00

Dall'albero al labirinto

Studi storici sul segno e l'interpretazione

di Eco Umberto

editore: Bompiani

pagine: 575

Umberto Eco raccoglie in questo volume (rielaborandoli ampiamente) una serie di studi sulla storia della semiotica e della fil
25,00

Il tao della psicanalisi

di Gaita Denis

editore: Bompiani

pagine: 105

Perché la filosofia, e più in generale l'attività intellettuale "ufficiale", sembra sempre meno capace di interpretare il nost
13,00

Carmelo Bene

Antropologia di una macchina attoriale

di Giacche` Piergiorgio

editore: Bompiani

Carmelo Bene è l'unico maestro che sia uscito dal teatro restandovi prigioniero
19,50

Il visibile e l'invisibile

di Merleau-Ponty Maurice

editore: Bompiani

pagine: 332

Ultima, grande e incompiuta opera filosofica di Merleau Ponty, "Il visibile e l'invisibile" uscì postuma nel 1964
21,50
21,00

La trama del testo. Problemi, analisi, prospettive semiotiche

di Anna M. Lorusso

editore: Bompiani

pagine: 246

Fin dalle sue prime prove, alla fine degli anni '60, la semiotica del testo si è caratterizzata per due opzioni teoriche e metodologiche molto precise: l'interesse per i fenomeni di contenuto e la ricerca di leggi generali di organizzazione del senso. La semiotica strutturalista prima e quella di scuola generativa dopo hanno così programmaticamente trascurato il piano dell'espressione dei testi, concentrando la propria attenzione quasi esclusivamente sui livelli profondi dell'organizzazione testuale. Lo studio del piano dell'espressione è stato delegato a stilistica, poetica e retorica che però ne hanno fatto oggetto di tipologie o di analisi estremamente approfondite ma di scarsa portata generale. Quello che questo libro auspica è un dialogo fra semiotica del testo e retorica, nella convinzione che la consistenza retorica di un testo non sia solo materia di superficie (testuale) e fatto di stile ma questione di coesione, strutturazione, tenuta testuale. La lezione di Roland Barthes, di Gérard Genette, di Umberto Eco è stata da questo punto di vista illuminante e promettente. Si tratta solo, forse, di svilupparne le premesse.
18,50

L'Ulisse semiotico e le sirene informatiche

di Bettetini Gianfranco

editore: Bompiani

pagine: 118

Come e quanto le nuove tecnologie e i nuovi media hanno davvero determinato uno stravolgimento della comunicazione? In che mis
14,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.