Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Carocci: Piccola biblioteca letteraria

La coscienza di Zeno

di Svevo Italo

editore: Carocci

pagine: 547

Diceva Roland Barthes: "Il critico non può pretendere di tradurre l'opera, e in particolare di chiarirla, giacché nulla è più
49,00

Viaggio in Italia

di Chateaubriand F.-René de

editore: Carocci

pagine: 222

Più di due decenni separano il primo viaggio italiano di Chateaubriand dalla riunione in volume, sotto il titolo di "Voyage en
19,00

Autunno di Costantinopoli

Pagine d'atlante con 16 vecchie stampe

di Borgese Giuseppe A.

editore: Carocci

pagine: 112

Con "Autunno di Costantinopoli" (1929), Giuseppe Antonio Borgese si colloca accanto a quegli autori che, come Chateaubriand e
12,00

Opere dialettali e italiane

Il mondo visto dal basso

di Croce G. Cesare

editore: Carocci

pagine: 395

Giulio Cesare Croce, cantastorie e poeta dialettale popolare, fu attivo a Bologna tra XVI e XVII secolo
31,00

Merope IV

Sogni e fantasie di Quattr'Asterischi

di Imbriani Vittorio

editore: Carocci

pagine: 450

Merope IV (1867), primo romanzo di Vittorio Imbriani, è un vertiginoso esperimento di scrittura ibrida e parodica che descrive
41,50

L'arte di prender moglie

L'arte di prender marito

di Mantegazza Paolo

editore: Carocci

pagine: 222

Il matrimonio può trasformare la vita in inferno, in purgatorio o in paradiso, restando in ogni caso la "meno peggio" tra le r
22,90

Lettere

di Galileo Galilei

editore: Carocci

pagine: 263

Le lettere di Galileo qui presentate (con commento) ricostruiscono la straordinaria biografia dello scienziato con le sue stesse parole. Mostrano la varietà dei suoi interessi, i suoi affetti, i suoi intimi pensieri, espressi con un linguaggio animato, proprio, chiaro e accattivante. Sono state scelte per l'interesse umano e intellettuale. Costituiscono un capitolo della storia letteraria italiana del Seicento di grande valore etico e formale. Esse attestano inoltre come la scrittura epistolare fosse essenziale per la nuova scienza.
22,10

Opere

di Gioachino Belli

editore: Carocci

pagine: 261

Giuseppe Gioachino Belli è tradizionalmente considerato il poeta di Roma. Fra il 1824 e il 1846 scrisse oltre 2.200 sonetti, ognuno dei quali è una fedele riproduzione dello spirito della città dei primi dell'Ottocento. In una Roma governata dal pontefice, "il Papa Re", un ristretto numero di aristocratici e l'arrogante clero costituivano le classi sociali più elevate, il cui potere aveva ormai perso qualsiasi giustificazione storica o morale; a loro si contrapponeva il "popolino", fanatico e superstizioso, i cui unici diversivi erano le molte manifestazioni di piazza, indette per celebrare e glorificare le classi dominatrici, e le altrettanto numerose pubbliche esecuzioni. Belli era un intellettuale, forse anche un moralista, e scrisse i suoi sonetti con l'intento di mettere alla berlina la società decadente del suo tempo. In questo volume sono raccolte alcune delle sue più significative composizioni, offrendo così uno sguardo diacronico sull'opera del poeta romano, dalle prime prove letterarie alla tarda maturità, attraverso i sonetti romaneschi, i versi in lingua, le lettere e le prose zibaldoniane. Un apparato esegetico esauriente permette di ripercorrere le proposte e le soluzioni avanzate negli anni dai principali interpreti belliani, per suggerire percorsi di ricerca, letture e approfondimenti.
22,20

Le disgrazie di Bartolino

di Vizzani Pompeo

editore: Carocci

pagine: 120

Le disgrazie di Bartolino, pubblicate a Bologna nel 1597 come opera di Giulio Cesare Croce, sembrano a prima vista un'opera bu
12,50

Guida alla lettura di Italo Calvino

Fiabe italiane

di Cruso Sarah

editore: Carocci

pagine: 117

Pubblicate nel 1956 dalla casa editrice Einaudi, le Fiabe italiane costituiscono la prima raccolta di fiabe popolari estesa al
13,30

Egloghe pescatorie

di Rota Berardino

editore: Carocci

pagine: 317

Le "Egloghe pescatorie" del napoletano Berardino Rota costituiscono uno dei primissimi esempi di egloghistica pescatoria in vo
23,20

Letture dell'antico

di Pascoli Giovanni

editore: Carocci

pagine: 230

Queste pagine rivelano il volto meno noto del Pascoli lettore e interprete dei classici, archetipi inesauribili da vivificare
20,30

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.