Fazi

Il dolore di Manfred

Il dolore di Manfred

di Robert McLiam Wilson

editore: Fazi

pagine: 221

McLiam Wilson descrive gli ultimi giorni di Manfred, un vecchio segnato profondamente da una sofferenza fisica, che rifiuta di confidare ai medici, e psicologica, legata ai ricordi della seconda guerra mondiale e al suo matrimonio con Emma, una sopravvissuta ai campi di sterminio. Ed è proprio sul rapporto tra Emma e Manfred che si incentra il romanzo: perché un marito picchia la moglie che adora? E perché, a vent'anni dalla loro separazione, i due coniugi continuano a incontrarsi ogni mese su una panchina di Hyde Park? L'autore ci rende partecipi dei tormenti, delle gioie e dei sentimenti d'un finale di partita talvolta beckettiano, dove il tragico e il burlesco si mescolano in un dosaggio sapiente.
13,50
Mi sembrava di stare dentro al cielo

Mi sembrava di stare dentro al cielo

editore: Fazi

pagine: 104

Racconti d'infanzia, storie d'amore, avventure e disobbedienze... Il modo di giocare, la televisione, le amicizie, i primi amori, la famiglia e le sue beghe diventano, attraverso il racconto dei bambini, fiabe di "vita vera", ironiche e indimenticabili.
10,00
Prove di volo. L'intelligenza emotiva in azione

Prove di volo. L'intelligenza emotiva in azione

di Luciano Ziarelli

editore: Fazi

pagine: 204

In una vita e in un mercato dove tutto cambia così rapidamente da farci sentire sempre e comunque impreparati, ogni cosa che facciamo è un tentativo. Anche azioni che abbiamo compiuto per anni con successo, non hanno più esiti scontati. Si tratta di rimettersi in gioco con determinazione e fantasia. Si tratta di mettere a frutto la nostra intelligenza emotiva, per passare dalla riflessione all'azione emozionale e compiere il salto che consente a un bravo capo di divenire un leader. Questo libro racconta di "prove di volo", riuscite o meno, alle quali carpire i segreti, che hanno consentito ad altri di tentare di spiccare il volo. Per scoprire che ciascuno di noi può trovare l'energia e il coraggio per imprese apparentemente impossibili.
30,00
La festa è finita. La scomparsa del petrolio, le nuove guerre, il futuro dell'energia

La festa è finita. La scomparsa del petrolio, le nuove guerre, il futuro dell'energia

di Richard Heinberg

editore: Fazi

pagine: 294

La produzione mondiale di petrolio raggiungerà un picco nei prossimi anni, poi a partire da non oltre il 2010-2014 decadrà inevitabilmente. Su questo fatto, descritto dalle ultime revisioni della curva di Hubbert e colpevolmente trascurato dall'informazione di massa, concordano oggi la gran parte degli studiosi. Il mondo si troverà a dover gestire una transizione a una produzione meno frenetica, sostenibile e fondata soprattutto su risorse alternative: capitale sarà allora il ruolo degli Stati Uniti, il maggior consumatore di energia e la maggior potenza militare del mondo, che dovrà coordinare la propria azione con quella della comunità internazionale. In assenza di questa disponibilità, l'umanità rischia di vivere un profondo regresso.
18,50
I due occidenti. Stato, nazione e religione in Europa e negli Stati Uniti

I due occidenti. Stato, nazione e religione in Europa e negli Stati Uniti

di Gret Haller

editore: Fazi

pagine: 233

L'autrice delinea un quadro delle radici storiche che hanno condotto alle differenze esistenti tra Europa - in particolare quella occidentale - e Stati Uniti nella concezione del diritto, dello Stato e della politica. Emerge come l'istituzione statale negli USA abbia avuto sin dalle origini un significato profondamente diverso dallo Stato europeo, rivestendo oltreoceano un ruolo subordinato rispetto alla famiglia o alla religione. La differenza tra Europa e Stati Uniti si gioca soprattutto sul tipo dominante di appartenenza: quella a uno o più gruppi domina nella cultura statunitense; quella a uno Stato libero e laico, a una collettività sovrana che racchiude tutto il popolo, è invece il tratto distintivo della cultura europea.
22,00
Il bufalo della notte

Il bufalo della notte

di Arriaga Guillermo

editore: Fazi

pagine: 245

Dall'autore di "Amores Perros" e "21 grammi " un romanzo sulla vita ai margini della società e sulla violenza dell'amore
16,00
Pop gun war

Pop gun war

di Farel Dalrymple

editore: Fazi

pagine: 137

"Pop gun war" segna l'insolito debutto di un nuovo promettente talento. Farel Dalrymple esplora un onirico scorcio urbano donandoci visioni improvvise di poesia e magia. Dalrymple raccoglie l'eredità di un formidabile gruppo di artisti: pittori come Odilon Redon, Salvador Dali e Paul Klee; registi come Luis Bunuel e Jean Cocteau; scrittori del calibro di Jack Kerouac e Gabriel Garda Màrquez... Questi artisti, come Farel Dalrymple, sembrano avere accesso allo stato ipnagogico, quello che Carl Jung chiamava "inconscio collettivo". Allo stesso tempo "Pop gun war" ha uno stile narrativo tutto suo: l'ambientazione è reale un momento e quello dopo un tuffo in un sogno." (Ann Nocenti)
16,50
Al Qaeda e il significato della modernità

Al Qaeda e il significato della modernità

di John Nicholas Gray

editore: Fazi

pagine: 155

L'autore contesta una delle convinzioni più diffuse secondo cui, con il progredire della conoscenza, il genere umano sarebbe d
17,00
Il teatro della fortuna. Potere e destino in Machiavelli e Shakespeare

Il teatro della fortuna. Potere e destino in Machiavelli e Shakespeare

di Franco Ferrucci

editore: Fazi

pagine: 199

Il libro analizza la parabola dell'idea di superuomo nella cultura umanistica e rinascimentale, per giungere fino al teatro elisabettiano e indagare la complessità dei problemi filosofici e politici che assediano quel momento storico. Machiavelli appare diviso fra l'alto ideale umanistico e la visione "realpolitica" necessaria in un'Italia senza guida e divisa dalle guerre. Percorrendo il tragitto che porta da Machiavelli al tardo Cinquecento inglese, emerge un intrico di azione drammatica e di riflessione sull'essenza della politica. L'evoluzione del machiavellismo nell'opera teatrale di Shakespeare è la risposta finale alle domande di tutto un secolo. Una risposta intrisa di pessimismo politico, che coinvolge il significato stesso del potere.
18,00
Parigi Berlino Mosca. Geopolitica dell'indipendenza europea

Parigi Berlino Mosca. Geopolitica dell'indipendenza europea

di Henri de Grossouvre

editore: Fazi

pagine: 222

Dell'asse "Parigi-Berlino" si è diffusamente parlato nell'ultimo anno, quando, prima dello scoppio della seconda guerra del Golfo, i due paesi hanno superato di slancio tradizionali divergenze per ritrovarsi uniti, nel Consiglio di Sicurezza come in Europa, a difesa della pace. In questo libro, l'autore, un giovane geopolitico francese di ispirazione gollista, propone il consolidamento dell'asse e la sua estensione verso oriente alla Russia. L'individuazione di comuni obiettivi fra queste potenze, e dunque fra l'UE e la Russia, anche nella prospettiva di un ingresso di Mosca nell'Unione Europea, contribuirebbe alla soluzione di alcune questioni cruciali per l'Europa, come il riequilibrio delle nostre relazioni con gli USA.
18,00
Fatto-valore. Fine di una dicotomia

Fatto-valore. Fine di una dicotomia

di Putnam Hilary

editore: Fazi

Nella prima parte del volume, Putnam ripercorre le origini della dicotomia nel pensiero di David Hume, di Kant e dei positivis
17,50
L'ultimo dio

L'ultimo dio

di Emidio Clementi

editore: Fazi

pagine: 188

Mimì è un adolescente confuso e insicuro, cresciuto in una famiglia in cui la follia sembra avere fissa dimora. La morte del padre lo obbliga a una crescita improvvisa. Ma invece di assumersi la responsabilità della famiglia, Mimì decide di scappare lontano, cercando altrove un destino migliore. Iniziano gli spostamenti randagi e avventurosi senza un soldo in tasca, fino all'arrivo a Bologna. Qui, nella cucina di un ristorante dove lavora come aiuto cuoco, Mimì scopre un libro, regalatogli da un cliente, che gli parla come mai era successo prima e che gli mostra finalmente il modo per appropriarsi della propria vita e di se stesso. Un romanzo di formazione, autobiografico, che intreccia le vicende del protagonista con quelle del poeta Emanuel Carnevali.
14,50