Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

La vita felice: Il Piacere di Leggere

dedicata agli autori stranieri che hanno segnato la letteratura dell’800 e del ’900.


Saggi. Prima e seconda serie. Testo americano a fronte

di Ralph Waldo Emerson

editore: La vita felice

pagine: 900

I "Saggi" di Emerson, pubblicati in due serie, sono di capitale importanza e contengono nuclei essenziali dell'orientamento fi
39,00

Il vangelo della natura. Testo inglese a fronte

di John Burroughs

editore: La vita felice

pagine: 108

Pubblicato nel 1912, "Il vangelo della Natura" fa parte di "Time and Change", una raccolta di saggi in cui si riflette sulla b
10,50

L'uomo della sabbia

di Ernst T. Hoffmann

editore: La vita felice

12,00

Storie del buon Dio. Testo tedesco a fronte

di Rainer Maria Rilke

editore: La vita felice

pagine: 215

Opera singolare nella produzione del grande poeta praghese, ma anche opera "centrale" nella sua evoluzione, le Storie furono l
12,50

Tifone

di Joseph Conrad

editore: La vita felice

12,50

Cape Cod. Testo inglese a fronte

di Henry David Thoreau

editore: La vita felice

pagine: 486

Tra il 1849 e il 1855 Thoreau fece tre viaggi attraverso la penisola di Cape Cod, nel Massachusetts
19,50

Aneddoto italiano. Tratto da una cronaca milanese del sedicesimo secolo. Testo francese a fronte

di Stendhal

editore: La vita felice

pagine: 91

L'"Aneddoto italiano", che potremmo sottotitolare "Aventure milanaise", rimanda agli innumerevoli scritti di Stendhal che si d
9,50
12,50

Bartleby lo scrivano. Testo inglese a fronte

di Herman Melville

editore: La vita felice

pagine: 134

"Bartleby lo scrivano", uno dei sei testi che compongono la raccolta "Racconti della veranda" è un capolavoro assoluto
12,00

Salomè. Tragedia in un atto unico. Testo inglese a fronte

di Oscar Wilde

editore: La vita felice

pagine: 115

"Salomè" è un dramma in un atto unico che si ispira alla figura di Salomè, figlia di Erodiade, e alla sua storia, riportata nei Vangeli di Marco e Matteo. L'opera venne scritta in lingua francese, durante un soggiorno del drammaturgo a Parigi, appositamente per l'attrice Sarah Bernhardt, e pubblicata nel 1893. Il testo, impreziosito dalle immagini di Aubrey Beardsley, è successivamente tradotto in inglese dall'amico (e amante) di Wilde, Lord Alfred Douglas. Salomè appare solo in parte come una riproposizione della nota vicenda biblica e, proprio nel suo essere altro dalla storia antica, ne svela la più recondita essenza. Tra le righe, il fascino perverso del Male si declina nell'arte seduttrice di una bellissima e giovane donna.
10,50

Ondina. Testo tedesco a fronte

di Friedrich de La Motte Fouqué

editore: La vita felice

pagine: 235

"Ondina" è un romanzo romantico, scritto da Fouqué nel 1811. Si narra la storia di uno spirito acquatico ispirato dalle Ondine del folklore germanico. Ondina, figlia del Re del Mare, abbandona il suo ambiente per cercare un amore umano che le consentirà di ottenere un'anima immortale. Ritrovatasi bambina sulla terra, viene allevata da un pescatore e da sua moglie. Cresciuta, trova l'amore nel cavaliere Huldbrand, che presto sposa. La loro vita insieme sarebbe felice, ma la ex fidanzata di Huldbrand interviene a guastare l'idillio, finché Huldbrand torna al vecchio amore e arriva a trattare male Ondina. Questo segna il destino di entrambi: gli spiriti dell'acqua esigono la loro vendetta e dovrà essere proprio Ondina a uccidere Huldbrand con un bacio mortale. Composta nel periodo di maggiore successo dell'autore, questa interpretazione di "Ondina" fu presto considerata la migliore trasposizione di una fiaba tedesca ed è l'opera per la quale Fouqué viene ancora oggi maggiormente ricordato. Intense le emozioni descritte. La figura mitologica e folkloristica dell'Ondina trascinerà il lettore in un mondo romantico e suggestivo.
14,00

L'uomo che volle farsi re. Testo inglese a fronte

di Rudyard Kipling

editore: La vita felice

pagine: 130

India, 1880. Il redattore di un giornale di provincia aiuta due singolari figuri a raggiungere il lontano Kafiristan dove -così dicono - essi saranno re. Peachey Taliaferro Carnehan e Daniel Dravot, giunti in Kafiristan, nell'Afghanistan nord-orientale, di villaggio in villaggio conquistano distese sconfinate. Fondano, a Bashkai, una Loggia massonica con tanto di tempio, rituali pseudoesoterici e annessa simbologia. E già che ci sono, forti della sostanziale ignoranza di quelli del posto, dicono di essere dei; venuti da un luogo lontano, forieri di pace e benessere. Ma i due impostori vengono presto scoperti e sono costretti a un'inutile fuga: Dravot è gettato da un ponte tibetano, mentre Carnehan è costretto a vagare per giorni attraverso le valli innevate del Kafiristan con, in un sacco, la testa avvizzita del compagno. Questo il racconto che, tre anni dopo, lo stesso redattore apprende dalle parole di Peachey Taliaferro Carnehan che, irriconoscibile, schiantato dal dolore, rievoca quell'agghiacciante esperienza parlandone in terza persona.
12,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.