Laterza: Saggi tascabili laterza

Quali poteri la TV?

Quali poteri la TV?

editore: Laterza

pagine: 192

8,26
D'amore e di ragione

D'amore e di ragione

Donne e spiritualità

di Bosio Laura

editore: Laterza

pagine: 96

La spiritualità, al di là delle fedi religiose, è stata una perdita sensibile, almeno a livello diffuso, dell'età novecentesca
10,00
Nove su dieci

Nove su dieci

Perché (quasi) tutti gli italiani stanno peggio di 10 anni fa

di Pianta Mario

editore: Laterza

pagine: 192

Mario Pianta traccia il declino di un'economia italiana con sempre meno produzione, lavoro e salari
12,00
Oro blu. Storie di acqua e cambiamento climatico

Oro blu. Storie di acqua e cambiamento climatico

di Edoardo Borgomeo

editore: Laterza

pagine: 159

Un pianeta più caldo significa ghiacciai che si sciolgono, piogge meno prevedibili, alluvioni più frequenti, deserti che avanz
14,00
L'utopia sostenibile

L'utopia sostenibile

di Enrico Giovannini

editore: Laterza

pagine: 159

Per costruire un futuro migliore ci serve un'utopia
12,00
L'invenzione di Regalpetra. Carteggio 1955-1988

L'invenzione di Regalpetra. Carteggio 1955-1988

editore: Laterza

pagine: 176

"Bari, 18 gennaio 1956 "Caro Sciascia, dopo aver molto cercato, abbiamo trovato un titolo che mi auguro Le piaccia: Le parrocchie di Regalpetra. Spiegheremo nel risvolto della sovraccoperta che R. è un paese che non esiste, ma che proprio per questo rappresenta bene un aspetto saliente della società meridionale: la mancanza degli scambi tra i gruppi chiusi in loro stessi, la mancanza di interessamento per la comunità, la formazione cioè di tante parrocchie che non si dialettizzano, che non cercano nemmeno d incontrarsi." (Vito Laterza). Introduzione di Tullio De Mauro.
12,00
Perché sì. Le ragioni della riforma costituzionale

Perché sì. Le ragioni della riforma costituzionale

editore: Laterza

pagine: 153

Perché sì. Perché... fa quello che i partiti promettono da trent'anni senza esserci fin qui riusciti, trasforma un doppione della Camera in un Senato che rappresenta le autonomie, semplifica il procedimento legislativo, impedisce l'abuso dei decreti-legge e limita il ricorso alla fiducia, razionalizza il riparto delle competenze fra Stato e Regioni, ridisegna la repubblica delle autonomie, rende più efficienti le istituzioni eliminando gli sprechi, potenzia gli strumenti di partecipazione popolare o amplia le garanzie democratiche, delinea istituzioni più stabili e rende la nostra voce più forte in Europa, non tocca i principi della prima parte della Costituzione, ma anzi li valorizza, non aumenta i poteri del governo, ma anzi li razionalizza, non riguarda la legge elettorale, ma anzi la sottopone a controlli più stringenti, semplifica la vita dei cittadini e delle imprese, migliora la qualità della democrazia. Prefazione di Maria Elena Boschi. Introduzione di Massimo Rubecchi.
10,00
L'uomo fa il suo giro. Storie di condivisione dentro e fuori del set

L'uomo fa il suo giro. Storie di condivisione dentro e fuori del set

di Diritti Giorgio

editore: Laterza

pagine: VII-96

Storie, avventure, aneddoti fuori e dentro il set raccontati da uno dei registi e sceneggiatori più interessanti e premiati de
12,00
Lo specchio vuoto. Fotografia, identità e memoria

Lo specchio vuoto. Fotografia, identità e memoria

di Ferdinando Scianna

editore: Laterza

pagine: 106

Niente è più astratto e sfuggente della nostra identità e nello stesso tempo niente è più esposto al giudizio altrui, è più concreto e visibile. A cominciare dal volto, la prima immagine di noi stessi. Da quasi due secoli la fotografia è legata alla nostra stessa idea di identità. Tutti portiamo con noi un documento con il nostro volto e abbiamo fotografie delle persone che più amiamo. Il rapporto emozionale che stringiamo con queste immagini è talmente complesso da farci rifiutare, qualche volta, i nostri stessi ritratti. Non ci riconosciamo, anche se bastano pochi anni per trovare sorprendentemente migliorate fotografie che prima detestavamo. Perché la fotografia è come la memoria: cambia. Non resta immobile, ma si trasforma sulla base della storia di ciascuno e dell'idea che si ha di se stessi.
12,00
Romanzi pieni di vita

Romanzi pieni di vita

di Tim Parks

editore: Laterza

pagine: 151

Il romanzo non è un oggetto estetico separato da chi lo crea. Fa parte di una strategia di vita, nasconde un dilemma, una polemica. E, come tale, si incrocia con la vita dei lettori in modi e con effetti A diversi a seconda delle circostanze personali. Con riferimento a molti grandi scrittori della letteratura europea come Joyce, Pavese, Hardy, Lawrence, Morante, Moravia, Tim Parks propone un modo nuovo di pensare al rapporto tra un'opera, la vita di chi l'ha scritta e la nostra vita. Messo da parte ogni approccio ortodosso o politicamente corretto, scopriremo che la letteratura è un'intensa conversazione tra pari, autore e lettore, e che l'esito è soggettivo più di quanto siamo comunemente disposti ad accettare.
12,00
Ci siamo persi i bambini. Perché l'infanzia scompare

Ci siamo persi i bambini. Perché l'infanzia scompare

editore: Laterza

Fanno le stesse cose degli adulti, si vestono come loro, guardano la tv, giocano con i videogiochi, navigano su internet, prat
14,00
Contro il non profit

Contro il non profit

di Moro Giovanni

editore: Laterza

pagine: 181

Che cosa hanno in comune un'università non statale e un doposcuola in quartieri degradati? Un centro fitness e un'organizzazio
12,00