Il tuo browser non supporta JavaScript!

Sociologia

Vivere semplicemente. Alla ricerca dei piaceri dimenticati

di Pierre Sansot

editore: Net

pagine: 253

Il gioco del calcio sui marciapiedi, i piaceri del bricoleur, il calore delle feste popolari, gli ubriaconi, il verde dei parchi... Sono personaggi e abitudini che appartengono a un ambiente che non si lascia definire secondo precise categorie economico-sociali. Si tratta della "gente semplice". Sansot descrive l'esistenza di queste persone: piccoli fatti, piaceri, lotte, delusioni e soddisfazioni che componevano, e potrebbero ancora comporre, un modello di vita più adeguato ai tempi naturali dell'uomo, alle sue esigenze più vere. Una risposta, insomma, alla frenesia della civiltà nella quale l'uomo si sta perdendo.
7,50

Sesso e temperamento

di Margaret Mead

editore: Net

pagine: 363

In che misura la natura umana è malleabile? In che misura i tratti maschili e femminili sono determinati dal sesso? Secondo Margaret Mead è la cultura, e non la biologia, la forza principale che forma la personalità individuale di maschi e femmine in qualsiasi società. E sono quindi i modelli culturali ad attribuire ruoli e inclinazioni a uomini e donne. "Sesso e temperamento" venne pubblicato per la prima volta nel 1935 ed è considerato un classico dell'antropologia.
11,50

Il pensiero selvaggio

di Claude Lévi-Strauss

editore: Net

pagine: 323

Pubblicato alla metà degli anni cinquanta, questo saggio è considerato un classico dell'etnologia. Nel segno del distacco dall'etnologia tradizionale, Lévi Strauss sceglie come tema di queste ricerche un attributo universale dello spirito umano: il pensiero allo stato selvaggio presente in tutti gli uomini, contemporanei e antichi, vicini e lontani. L'antropologo si avvicina ai miti, alle credenze accantonando ogni idea di esotismo.
11,00

Mito e significato. Cinque conversazioni radiofoniche

di Claude Lévi-Strauss

editore: Net

pagine: 67

Si tratta di un agile percorso attraverso tutti i temi portanti della ricerca di Claude Lévi-Strauss, padre dell'antropologia contemporanea: i miti amerindi e la loro interpretazione, lo strutturalismo, il pensiero dei popoli cosiddetti primitivi, il rapporto tra mito e musica come forme del linguaggio.
6,20

Mediastoria

di Peppino Ortoleva

editore: Net

pagine: 299

A partire dall'"esplosione della comunicazione" avvenuta negli ultimi decenni, i media hanno acquisito una tale rilevanza sociale da imporsi come tema centrale di dibattito e di riflessione. Da qui la necessità di esaminare il loro ruolo nella storia recente, come ha fatto nel 1995 Peppino Ortoleva con questo saggio. "Mediastoria" esce oggi in una versione aggiornata, che tiene conto dei mutamenti degli ultimi anni. Oltre a delineare una storia dei media, intrecciata all'evoluzione della cultura, delle tecnologie e delle istituzioni capitalistiche, oltre ad approfondire la situazione italiana, l'autore analizza le innovazioni apportate da Internet, le illusioni della new economy, le grandi fusioni delle industrie multimediali favorite dalla deregulation.
11,00

La crisi della modernità

di David Harvey

editore: Net

pagine: 462

"La crisi della modernità" è un'indagine che va al cuore dell'esperienza contemporanea. È al tempo stesso una storia sociale e semantica, dall'illuminismo a oggi, del modernismo e delle sue espressioni nelle idee, nei movimenti politici e sociali, nella letteratura, nell'architettura. Al centro della riflessione di Harvey la mutata esperienza dello spazio e del tempo, la trasformazione del modello fordista in quello ad "accumulazione flessibile", l'internazionalizzazione delle attività finanziarie e la nuova stratificazione sociale.
12,80

Capitalismo e teoria sociale

di Anthony Giddens

editore: Net

pagine: 415

In questo saggio Anthony Giddens compie uno studio sulle categorie fondamentali delineate dai tre fondatori della sociologia, Marx, Durkheim e Weber. Di Marx Giddens sottolinea la sostanziale continuità fra le opere giovanili e quelle della maturità; del lavoro di Durkheim recupera la dimensione storica; di Weber ricostruisce, dietro la molteplicità dei campi d'indagine, l'unitarietà del metodo. La trattazione di Giddens mette in evidenza il carattere aperto dei sistemi di pensiero di questi tre autori, che mai intesero la loro opera come costruzione di un'ortodossia.
12,80

La costruzione sociale dell'infanzia

di Antonietta Censi

editore: Franco Angeli

pagine: 192

Nella sociologia, così come in altri ambiti scientifici, allorché si parla di infanzia, viene elaborata un'analisi che rimanda ad un'immagine ideale di bambino. Attraverso l'interpretazione della simbologia collegata alla dimensione dell'infanzia, intesa quale fatto individuale e sociale, l'autrice ha voluto individuare se e come vengano attribuiti al bambino valori e fini specifici, se gli venga riconosciuta una soggettività, ovvero se ne avvenga una omologazione al mondo adulto. Anche gli interventi sociali a favore del bambino sono portatori di ambivalenze e condizionati da un persistente distacco tra l'immagine del bambino destinatario dei diritti e le sue condizioni reali in quanto "titolare" di diritti.
20,00

Humanitas techne media logos. La tecnologia, l'uomo, la formazione

editore: Edup

pagine: 223

Il libro affronta il tema della formazione partendo dalla persona umana e passando per la tecnologia. Prende in esame una nuova idea di didattica, quale risultato della profonda trasformazione indotta dalla diffusione delle nuove tecnologie, degli strumenti e della cultura digitali. La strumentazione digitale consente di modulare, amplificare, rivalutare i canali comunicativi tradizionali, quali la voce del docente, i suoi gesti, i libri e la TV tentando un dialogo che intende far compenetrare saperi e comportamenti tecnologici.
13,50

Seicento risposte fulminanti. Battute geniali e repliche memorabili, dall'antichità ai giorni nostri

di Mardy Grothe

editore: Orme Editori

pagine: 336

Pensatori antichi e moderni, scrittori, attori e personaggi dello star system, politici e statisti, grandi uomini d'affari: tutti abbiamo sorriso delle loro battute fulminanti, ormai divenute, in molti casi, la loro bandiera e l'emblema di un modo di pensare. Da Winston Churchill a Oscar Wilde, da Raffaello a Pericle, da Voltaire a Ghandi, questo volume raccoglie i detti più celebri e brillanti, la storia dei loro autori, il contesto in cui sono stati pronunciati e le reazioni che hanno provocato.
16,00

Complottario. Storie dall'ombra per non dormire

di Enzo Verrengia

editore: Avagliano

pagine: 300

Chi ha ucciso il Presidente Kennedy il 22 novembre 1963, a Dallas? Ma davvero gli extraterrestri sono già atterrati e il governo americano ne nasconde le prove nell'Area 51? Perché è stato così facile smascherare gli uomini che compirono un'effrazione al Watergate per piazzare dei microfoni nel comitato elettorale del Partito Democratico? Queste alcune delle domande che compongono i capitoli di questo libro nel quale si attraversano le zone oscure della cronaca, della storia e perfino della geografia.
14,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.