Il tuo browser non supporta JavaScript!

Rubbettino: Problemi aperti

Arrivano i barbari

di Davide Giacalone

editore: Rubbettino

pagine: 144

Sono arrivati, i barbari
12,00

La strage silenziosa. Genova e i morti d'amianto, storia di una battaglia operaia

editore: Rubbettino

pagine: 136

Il libro racconta la storia di una lunga battaglia operaia per ristabilire giustizia su un'amara realtà: la strage silenziosa
14,00

Lui, Dio e lei. Il problema del celibato nella Chiesa

di Enzo Romeo

editore: Rubbettino

pagine: 254

Nella sua introduzione Gianni Gennari, giornalista ed ex sacerdote, ricorda i tempi in cui chi si dimetteva dal sacro minister
16,00

L'altra storia del sindacato. Dal secondo dopoguerra agli anni di Industry 4.0

editore: Rubbettino

pagine: 202

«Un libro anticonformista, un contributo serio per una discussione aperta sul movimento sindacale in cui non prevale la retori
15,00

Un papa che divide? Le inevitabili contraddizioni di un pontificato rivoluzionario

di Gian Franco Svidercoschi

editore: Rubbettino

pagine: 102

Ma davvero Francesco è un papa che divide? Potrebbe sembrare una domanda provocatoria, critica
12,00

Migranti spa. Il business dell'immigrazione: cifre, vittime e carnefici

di Pierfrancesco De Robertis

editore: Rubbettino

pagine: 153

Lo Stato italiano spende sei-sette miliardi di euro all'anno per l'accoglienza dei migranti, un fiume di soldi
14,00

La prima generazione incredula. Il difficile rapporto tra i giovani e la fede

di Armando Matteo

editore: Rubbettino

pagine: 126

A dieci anni quasi dalla sua prima apparizione, "La prima generazione incredula" viene ora ripubblicata in versione aggiornata
10,00

Siamo molto popolari. Controstoria di una riforma che arriva da lontano e porta all'oligopolio bancario

di Corrado Sforza Fogliani

editore: Rubbettino

pagine: 163

La riforma delle banche popolari ha colpito un sistema che per centocinquant'anni ha finanziato la crescita delle piccole e me
14,00

Come si comanda il mondo. Teorie, volti, intrecci

editore: Rubbettino

pagine: 229

Di fronte al disordine mondiale scaturito dalla caduta del muro di Berlino e dagli attentati dell'11 settembre 2001, ci si chi
16,00

EroStudente. Il desiderio di prendere il largo

di Giovanni Lo Storto

editore: Rubbettino

pagine: 60

Il mondo è cambiato e i nostri occhi ne sono testimoni entusiasti
13,00

La guerra del gender

di Dale O'Leary

editore: Rubbettino

pagine: 221

Questo libro racconta la progressiva escalation della "teoria del gender", a partire dalla sua elaborazione, passando per la s
14,00

Viva l'Europa viva

di Davide Giacalone

editore: Rubbettino

pagine: 247

Europei si nacque. Europeisti si era. Antieuropeisti o euroscettici lo si è diventati. Europeisti lo eravamo per normalità, molto anche per retorica, certo. Antieuropeisti lo si è diventati dopo avere goduto dei benefici dell'integrazione, i quando i molti errori commessi e l'affermarsi dei vincoli parametrali hanno consentito di operare la più fantastica delle falsificazioni: i conti dissestati, la spesa pubblica improduttiva, il debito stellare, la connessa demoniaca pressione fiscale, non erano più conseguenza delle scelte i che si erano fatte, del diffondersi dell'assistenzialismo, delle reclamate elemosine di Stato, dei contrasti al dispiegarsi del libero mercato e della tenace difesa delle rendite di posizione, ma erano tutte colpe dell'Europa. Ciliegiona sulla torta: la viltà delle classi dirigenti, politica e non solo, che anziché assumersi il compito di richiamare alla ragionevolezza e all'ordine hanno provato a scaricare il peso delle cose dovute su un'entità astratta e prevalente: ce lo chiede l'Europa. C'è del buono, in questo percorso degenerativo, che buono non è. Una delle cose buone è che dirsi europeisti non è più lo scontato e indistinguibile luogo comune, praticabile in qualche adunanza domenicale o in qualche rituale celebrazione scolastica. Dirsi europeisti è diventato un problema, un'affermazione che desta reazioni vivaci. Taluni credono sia quasi segno di follia. E io sono un europeista.
15,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.