Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Democrazia: cosa può fare uno scrittore?

Democrazia: cosa può fare uno scrittore?
Titolo Democrazia: cosa può fare uno scrittore?
Autori ,
Argomento Diritto, Economia e Politica Politica
Collana I libri di Biennale Democrazia
Editore Codice
Formato
libro Libro
Pagine 66
Pubblicazione 2011
ISBN 9788875781699
 

Scegli la libreria

Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
10,00
 
Compra e ricevi in 5/10 giorni
La parola, veicolo di conoscenza e informazione, sembra oggi aver perso il proprio potenziale critico e analitico, e la sua fondamentale funzione di sprone e stimolo. Negli ultimi vent'anni l'informazione giornalistica e la televisione l'hanno ridotta a puro strumento retorico, volto a creare consenso oppure a offrire slogan consolatori e di facile presa. Lo scrittore - sia egli letterato, giornalista o divulgatore - può ancora contribuire alla crescita di una coscienza democratica diffusa e matura? O siamo condannati a subire questo svuotamento di significato, e a rinunciare ad ogni desiderio di sapere? Antonio Pascale e Luca Rastello affrontano il difficile rapporto tra intellettuale e società, partendo da un assunto di base: l'impegno oggi più urgente è quello di allontanare la parola dalla retorica e dalla spettacolarizzazione, per fare in modo che si riappropri della propria natura di strumento descrittivo e conoscitivo.
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.