Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

L'invenzione del Sahel. Narrazione dominante e costruzione dell'Altro

L'invenzione del Sahel. Narrazione dominante e costruzione dell'Altro
titolo L'invenzione del Sahel. Narrazione dominante e costruzione dell'Altro
Autore
Traduttore
Argomento Scienze Umane Antropologia
Collana Biblioteca Antropologia
Editore Meltemi
Formato
libro Libro
Pagine 174
Pubblicazione 2023
ISBN 9788855198493
 

Scegli la libreria

Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
16,00
 
Compra e ricevi in 2/3 giorni
Con il termine arabo "sahel" - letteralmente "bordo del deserto" - s'intende quella fascia di territorio africano che attraversa orizzontalmente tutto il continente, fungendo da area di passaggio tra l'arido deserto del Sahara a Nord e la fertile savana arborata a Sud. Secondo Jean-Loup Amselle, tra i massimi antropologi contemporanei, a questa categoria geografica è stata associata una questione socio-culturale e politica del tutto arbitraria: il Sahel non esiste e nasce esclusivamente all'interno del contesto coloniale francese. Un tempo il territorio era attraversato dagli imperi Ghana, Mali e Songhai, che mettevano in comunicazione l'Africa subsahariana con le coste del Mediterraneo. Sulle rotte commerciali di Timbuctù, Djenné e Kong viaggiavano le carovane che trasportavano l'oro in Europa e gli schiavi in direzione del mondo arabo-musulmano. A questo asse Nord-Sud, con la colonizzazione francese del continente africano, se ne sovrappose un altro da Oriente a Occidente. Secondo Jean-Loup Amselle, è proprio a questa cesura storica, politica e culturale che vanno imputati i problemi che interessano oggi il Sahel e tutto il continente africano. Prefazione di Marco Aime.
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.