Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Editori Riuniti Univ. Press

La mente e l'infinito. Scienza e filosofia dell'infinito

editore: Editori Riuniti Univ. Press

La mente e l'infinito è stato scritto per un lettore di tipo medio, ed è stato elaborato in un periodo di circa 10 anni, e rig
25,90

Interazioni elettrodeboli

di Luciano Maiani

editore: Editori Riuniti Univ. Press

pagine: 252

Opera di carattere scientifico scritta da uno dei più importanti fisici italiani odierni, in essa si descrive in maniera completa e aggiornata (fino alle recenti scoperte avvenute al CERN di Ginevra) una delle teorie della fisica di più grande successo dell'ultimo secolo, l'unificazione delle interazioni elettromagnetiche e deboli.
29,00

Supplemento al viaggio di Bouganville

di Denis Diderot

editore: Editori Riuniti Univ. Press

pagine: 132

Nell'aprile 1768 aveva soggiornato a Tahiti un barone francese, Louis-Antoine de Bougainville, capitano di vascello della Marina regia e protagonista del primo periplo del mondo compiuto da un francese. Su questo soggiorno nell'isola polinesiana il colto e spegiudicato capitano, allievo del matematico e filosofo illuminista d'Alembert, scrisse le pagine più suggestive di quel "Viaggio intorno al mondo" apparso nel 1771 a Parigi e ricco di importanti conoscenze di carattere cartografico su quelle terre lontane e misteriose. Al fascino di quelle pagine non si sottrasse Denis Diderot (1713-1784), il quale, nonostante fino ad allora si fosse dimostrato critico sulle meraviglie dello stato di natura, dedicò una recensione al Viaggio del capitano francese, per poi, nel 1772, terminare il "Supplemento al Viaggio di Bougainville", oggi riproposto nella cura e nella traduzione di Antonio A. Santucci, studioso gramsciano prematuramente scomparso nel 2004. Il libro - di notevole interesse per lo studio dell'immagine europea del mondo non occidentale - è costruito sotto forma di dialogo e presenta alcune delle problematiche più care a Diderot. "L'importanza storica dei viaggi in periodo illuministico, l'interesse scientifico per le nuove scoperte geografiche, il problema già affacciatosi con Montaigne di una molteplicità di culture non scandite nel tempo, ma coesistenti nello spazio... Postfazione di Donatello Santarone.
14,00

Paul Ricoeur e il terzo discorso. Soggetto, corporeità, estetica

di Fabrizia Abbate

editore: Editori Riuniti Univ. Press

pagine: 166

"Non escludo affatto la possibilità di progredire nella conoscenza scientifica del cervello, ma mi interrogo sulla comprensione della relazione tra questa conoscenza e il vissuto. A questo stadio del dibattito direi che capiamo sia un discorso psichico, sia un discorso neuronale, ma la loro relazione crea dei problemi. Ci riesce estremamente difficile costituire un terzo discorso". Qual è il terzo discorso di Ricoeur? Corporeità, percezione ed estetica sono le sintesi di un discorso ermeneutico sulla soggettività umana costruito in cinquanta anni di ricerche. Il libro offre uno studio dei risultati e degli ottativi del terzo discorso che Paul Ricoeur ha lasciato come eredità e come sfida al nostro millennio. Prefazione di Mario Signore.
14,00

Realismo metafisico e Montale

di Roberto Gigliucci

editore: Editori Riuniti Univ. Press

pagine: 164

18,00

L'albereto perduto voll

3-4

di Alberti Rafael

editore: Editori Riuniti Univ. Press

pagine: 419

Testimone del proprio tempo, di un'epoca che lo ha visto al centro di tanti eventi straordinari, Rafael Alberti riannoda qui i
25,00

Lettura laica della Bibbia

di Manacorda M. Alighiero

editore: Editori Riuniti Univ. Press

pagine: 278

Mi spieghi la Bibbia e la sua fortuna storica? chiede a Mario, suo amico italiano, la giapponese Yùkiko
19,50

Rapporto sulla Cina

di Unali Lina

editore: Editori Riuniti Univ. Press

pagine: 320

Il libro tratta della secolare familiarità tra l'Europa e la Cina, dell'antica cultura filosofica trasmessa in Occidente e amm
20,00

Gramsci conteso

Interpretazioni, dibattiti e polemiche 1922-2012

di Liguori Guido

editore: Editori Riuniti Univ. Press

pagine: 472

Novant'anni di interpretazioni di Gramsci, una mappa per orientarsi nelle letture, nei dibattiti e nelle polemiche - dai giudi
23,00

L'identità in sé distinta. Agere sequitur esse

di Guido Traversa

editore: Editori Riuniti Univ. Press

pagine: 151

L'agire segue dall'essere. Ma come? Quale nozione di identità personale può sostenere il peso di un agire libero? Quali sono alcune delle difficoltà alle quali le nostre azioni vengono esposte quando l'esperienza sembra condannarci ad una identità assoluta, senza scarti, tra il nostro essere e le condizioni in cui ci possiamo trovare? Una identità in sé distinta quali prospettive etiche e quasi di salvezza ci consentirebbe di vedere e praticare? In questo libro si cerca di impostare adeguatamente tali domande e di individuare un insieme di risposte fondate nel terreno di una filosofia capace di descrivere il tessuto che lega insieme l'identità e la distinzione nell'esperienza individuale come in quella sociale e storica. Capire cosa significa la figura sovratemporale di Giobbe, gli insegnamenti di Epitteto, la critica di Luigi Scaravelli, la bellezza dell'universo copernicano ci porta a individuare forme di realismo, che toccano le esigenze più attuali delle scienze umane e della filosofia.
15,00

Emanuela. «Una piccola questione di tempo»

di Anna Franceschi

editore: Editori Riuniti Univ. Press

pagine: 184

"Anna Franceschi è una poliziotta romana che ha fatto centinaia di indagini criminali, esperta di criminalità organizzata, instancabile esploratrice di archivi. Si è appassionata da anni al caso Orlandi, le straordinarie esperienze vissute le hanno dato quella capacità, che si acquisisce nel lavoro quotidiano, di riconoscere l'essenziale. Il congegno della fiction è semplice ed efficace, la trama ruota intorno a due personaggi, Claudia, la poliziotta, attratta da un lavoro che le dà sempre "la spinta vitale a cercare risposte agli enigmi", e padre Enrique Rodriguez Sousa, un gesuita "di rango e di rara intelligenza": "Era lei a dover indagare, ma ogni volta si accorgeva di essere stata indagata, nell'animo, fin dentro al cuore". Un rapporto di amicizia, a volte ironico, a volte irriverente, a volte drammatico, tra due persone che avevano deciso di non ingannarsi. Il gesuita, per il ruolo che aveva in Vaticano sapeva molte cose, ma non era disposto a fare rivelazioni, l'impegno preso con Claudia era di aiutarla a porsi domande e a metterla in condizione di capire quando si dava risposte sbagliate. La poliziotta aveva memorizzato una sterminata quantità di dati sui misteri del caso Orlandi, doveva impiegare tutte le sue risorse mentali per poterli connettere nella direzione giusta per uscire dal labirinto. Era un bel gioco, che poteva diventare pericoloso. Quando il pericolo si concretizza, il gesuita è pronto a proteggerla." (Dall'introduzione di Annibale Paloscio). Prefazione di Rosario Priore.
15,00

Il vecchio e il nuovo nelle politiche dell'oggi. Verso i partiti di programma. Le idee di Moro, Berlinguer, Dossetti e Obama

di Giovanni Galloni

editore: Editori Riuniti Univ. Press

pagine: 204

Lo storico del domani riconoscerà nel crollo del muro di Berlino rappresentato dalla immagine sulla copertina - la data della fine della cultura moderna iniziata con la scoperta dell'America. Le anticipazioni della cultura postmoderna nascono in Italia dal confronto tra tutti i partiti antifascisti, i quali compirono non un compromesso ma un superamento delle rispettive ideologie raggiunto attraverso l'accordo sui principi fondamentali della Costituzione approvata, mentre sono nati negli Usa sotto la guida di Franklin Delano Roosevelt con il New Deal del 1934, che seguì la sconfitta nel 1929 del capitalismo e poi, con l'aiuto dell'Urss, anche del nazifascismo alla fine della seconda guerra mondiale e poi con la piena vittoria di Obama alla Presidenza della Repubblica nel 2008. Nel pensiero di Moro, di Berlinguer e di Dossetti fu segnato l'avvio della cultura postmoderna attraverso la indicazione delle tre unità da costruire nel mondo: la unità per il ripudio della guerra oltre che di tutti i paesi del mondo nell'Onu con la riduzione delle singole sovranità nazionali; il dialogo tra tutte le religioni spirituali del mondo con il reciproco riconoscimento e il rifiuto del fondamentalismo religioso; la unità del diritto nella giustizia secondo i principi delle rispettive Costituzioni. In conclusione, la auspicata vittoria di Obama nelle prossime elezioni americane del 6 novembre 2012 potranno accelerare l'avvio verso la cultura postmoderna? Prefazione di Furio Colombo.
18,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.