Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Einaudi: Vele

Invecchiare al tempo della rete

di Massimo Mantellini

editore: Einaudi

pagine: 144

Nel dicembre del 1968 Natalia Ginzburg scrisse un breve saggio intitolato La vecchiaia
12,00

La Russia in quattro criminali

di Federico Varese

editore: Einaudi

pagine: 160

La Russia contemporanea viene raccontata in questo libro attraverso un'ottica inusuale: la sua storia criminale
12,00

Il cinema, l'immortale

di Daniele Vicari

editore: Einaudi

pagine: 144

Più o meno alla fine di ogni decennio il cinema è stato dichiarato morto, da quando è nato in quel famoso 28 dicembre 1895
12,00

Il Dante di tutti. Un'icona pop

di Giuseppe Antonelli

editore: Einaudi

pagine: 104

La fortuna popolare - cominciata già nel Trecento - ha finito col rendere Dante un'icona, nel senso di un simbolo legato a un
12,00

In contrattempo. Un elogio della lentezza

di Gian Luigi Beccaria

editore: Einaudi

pagine: 120

Questo è un elogio della lentezza, intesa come elogio della lettura e della scrittura attenta
12,00

Noi rifugiati

di Hannah Arendt

editore: Einaudi

pagine: 112

Viene pubblicato qui, in una nuova edizione italiana che ne restituisce tutto il suo carattere dirompente, il celebre saggio "
12,00

Velocità di fuga. Sei parole per il contemporaneo

di Leonardo Caffo

editore: Einaudi

pagine: 128

Decifrare il contemporaneo è una delle imprese piú difficili
12,00

Tenerezza

di Eugenio Borgna

editore: Einaudi

pagine: 112

È la più fragile e la più evanescente delle emozioni
12,00

L'avvocato nel futuro

editore: Einaudi

pagine: 136

L'avvocato, avevano scritto a suo tempo gli autori di questo libro, è quanto mai necessario
12,00

Così non schwa. Limiti ed eccessi del linguaggio inclusivo

di Andrea De Benedetti

editore: Einaudi

pagine: 104

Il dibattito sul linguaggio inclusivo è tornato prepotentemente in auge negli ultimi tempi grazie a interventi di addetti ai l
12,00

La felicità negata

di Domenico De Masi

editore: Einaudi

pagine: 144

Non c'è progresso senza felicità e non ci può essere felicità in un mondo segnato dalla distribuzione iniqua della ricchezza,
12,00

La restanza

di Vito Teti

editore: Einaudi

pagine: 168

La «restanza» è un fenomeno del presente che riguarda la necessità, il desiderio, la volontà di generare un nuovo senso dei lu
13,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.