Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Laterza: Contromano

Oggetti smarriti e altre apparizioni

di Beppe Sebaste

editore: Laterza

pagine: 145

Mazzi di chiavi, telefoni, biglietti da visita, occhiali da sole, documenti e palloncini colorati scappati via da mani bambine. Ma anche gli 'ego' individuali, i 'soggetti' intesi come idee e storie che perdono e si perdono fino a un gesto che affiora in un ricordo. "Mi ha guidato nella scelta un'idea dei margini, forse anche un'idea del fantasma. I fantasmi sono dolorosi, i fantasmi sono necessari. I fantasmi sono quello che ci manca, disse una volta Carmelo Bene, essa ci deve mancare. "Oggetti smarriti" sono frasi, racconti, avventure, occasioni, protocolli di esperienza, alcuni recentissimi, altri remoti. Hanno in comune, oltre a una scrittura ibrida, tra il documentario e la finzione, il sentimento di essere perduti".
9,50

Porno ogni giorno. Viaggio nei corpi di Napoli

di Massimiliano Virgilio

editore: Laterza

pagine: 115

C'è una città che meglio di altre rappresenta cosa sta diventando il nostro paese. Tra cocaina che scorre a fiumi, centri commerciali ipertrofici, cantanti neomelodici, ragazzi obesi che vestono come i tronisti di Maria De Filippi e tonnellate di spazzatura in decomposizione, oggi Napoli è la capitale pornografica della nazione, laboratorio di un capitalismo fallimentare. La verità è che, sotto gli occhi di tutti, Napoli sta deteriorandosi, dissipando il suo patrimonio culturale, rovinando il suo dialetto, abitata com'è da masse quotidianamente pornografiche, abbrutite dalla "tivvù", cui spesso mancano gli strumenti basilari della comunicazione. "Quando parlo di città quotidianamente pornografica non mi riferisco all'etimo greco della parola pornografia. Mi riferisco alla manifestazione esplicita e di routine da parte di masse di napoletani - non necessariamente di atti sessuali, né di nudità - di comportamenti sociali corrivi, che ammiccano all'atto sessuale e alla nudità, senza distinzione di genere. Quando è iniziato tutto ciò? Quando Napoli ha iniziato a essere un luogo di mille pornografie di contorno alla monnezza e alla criminalità, considerate i principali film a luci rosse che da decenni vengono proiettati in città? Quando abbiamo iniziato a separare il nostro immaginario da quello del resto del paese? Ripenso a tutto e nonostante mi sforzi di trovare una risposta complessa mi viene da pensare che Napoli, in fondo, è una città semplice."
9,50

Sono come tu mi vuoi

Storie di lavori

 

editore: Laterza

pagine: 160

Se il Novecento è stato il secolo dei grandi movimenti dei lavoratori, a cui si accompagnavano grandi narrazioni collettive, q
10,00

Viaggi da Fermo

Un sillabario piceno

di Ferracuti Angelo

editore: Laterza

pagine: 143

Mentre intreccia un paziente gioco di tessere liriche e narrative, Ferracuti scopre la sua regione, le Marche, come in un domi
10,00

La tua vita in 30 comode rate

Viaggio nell'Italia che vive a credito

di Ricuperati Gianluigi

editore: Laterza

pagine: 126

Questo libro è un quartiere di persone indebitate fino al collo
10,00

Come scrivere un best seller in 57 giorni

di Luca Ricci

editore: Laterza

pagine: 109

"Dobbiamo scrivere un romanzo sentimentale, alla Via col vento, guerra di secessione e amori tormentati, soldati e corna. - Ambientiamolo nel medioevo, alcuni alieni rapiscono un gruppo di monaci, un romanzo di fantascienza retroattiva". "Io scriverei un western ambientato ai giorni nostri, dove i duelli con le pistole si svolgono a Wall Street, dopo un conflitto nucleare". "Io avanzai l'ipotesi di un thriller con protagonista un anatomopatologo. Avevo sentito dire che gli anatomopatologi andavano per la maggiore nei best seller, anche se avrei avuto qualche problema a spiegare quale professione svolgessero di preciso..."
9,50

Qui dobbiamo fare qualcosa

Sì, ma cosa?

di Pascale Antonio

editore: Laterza

pagine: 144

Siamo un popolo di poeti e santi, poi, in ultimo di navigatori
9,50

Baltica 9

Guida ai misteri d'oriente

editore: Laterza

pagine: 171

Noi il primo consiglio che diamo - anche in altre guide che abbiamo scritto è sempre quello di montare alla cieca sul primo tr
10,00

Panchine. Come uscire dal mondo senza uscirne

di Sebaste Beppe

editore: Laterza

pagine: 171

Le panchine scompaiono e io da tempo compongo il catalogo di quelle che ho amato
12,00

Vita di Isaia Carter, avatar

editore: Laterza

pagine: 145

Isaia Carter vive in un mondo virtuale
9,00

L'infanzia è un terremoto

di Carola Susani

editore: Laterza

pagine: 142

La Valle dei Belice è una distesa di rovine quando la famiglia Susani vi si trasferisce per vivere in una baraccopoli. I genitori di Carola, che all'epoca ha solo quattro anni, lavorano alla ricostruzione insieme al gruppo del Centro Studi e Iniziative Valle Belice, nato da una scissione del Centro Studi di Danilo Dolci. Questa è la memoria di quell'esperienza, racconto di un viaggio, minima ricostruzione di storia orale e un po' anche romanzo. Nel libro ci sono le rovine, c'è Danilo Dolci e il lavoro che con il suo gruppo faceva da molto prima del terremoto, c'è l'infanzia nelle baracche alla Comune che affiancava il Centro studi, tra amici mai smarriti, tetti che si scoperchiano, leggende spaventose di maiali che divorano i morti; ci sono le persone che si raccoglievano intorno al Centro, ci sono anche minacce e intimidazioni mafiose, misteriosamente compaiono anche Bettina e Regine, le figlie di Ulrike Meinhof. E qualcosa viene fuori dell'onda lunga del Sessantotto e dei suoi contraccolpi.
9,00

Refusi

Diario di un editore incorreggibile

di Cassini Marco

editore: Laterza

pagine: 114

Con il lavoro che ho scelto di fare, mi aspettavo che la mia vita sarebbe stata diversa
9,50

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.