Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Laterza: Contromano

E in mezzo il fiume. A piedi nei due centri di Roma

di Sandra Petrignani

editore: Laterza

pagine: 128

"Rispetto alla città il Tevere va al contrario della Senna. La Senna si butta nella Manica, il Tevere nel mar Tirreno, e dunque l'una si volge al nord, l'altro procede da nord a sud. Per questo la rive gauche di Roma è geograficamente la rive droite. E Trastevere, che incarna il quartiere intellettuale, artistico e bohémien della capitale si trova sulla sponda destra." Su e giù per i ponti, in compagnia di artisti e clochards, Sandra Petrignani ascolta i racconti intimi portati dal fiume e si fa pellegrina della bellezza maestosa o discreta di Roma.
10,00

Tristissimi giardini

di Vitaliano Trevisan

editore: Laterza

pagine: 138

"Una rotazione completa del tamburo rotante della betoniera intorno al suo asse: su questa unità di tempo è tarato l'orologio degli umani e dei flussi relativi; o viceversa, in fondo la cosa ha poca importanza: animali, vegetali, persone, sentimenti, pensieri, ovvero merci e flussi di merci, e in definitiva tutto ciò che si muove in e per questo territorio, si regola sullo stesso metronomo, 'lavora' con gli stessi secondi, o meglio, nel caso umano, ne ha impressione; ma negli interstizi, nelle pieghe, nei bordi, negli spazi residui, abbandonati, ai margini, fuori dal flusso, un altro tempo lavora e così in ogni caso moriamo. Curioso: i luoghi in cui più intensamente se ne percepisce la presenza sono le fabbriche abbandonate. La prima impressione che si ricava, esplorando questi spazi, è che lì il tempo si sia improvvisamente fermato, ma naturalmente no, non è così, solo non scorre, non fluisce, soggiorna, abita il luogo, ne pervade l'atmosfera, si fa respirare, toccare, pensare, e nel mentre lavora, indifferente, con ostinata determinazione."
10,00

New York è una finestra senza tende

Con DVD

di Cognetti Paolo

editore: Laterza

pagine: 150

La prima guglia sparata in cielo, il primo marciapiede gremito, il colore della pelle del primo incontro
14,00

Il giornalista quasi perfetto

di David Randall

editore: Laterza

pagine: 372

Come si diventa un buon giornalista. Che cos'è una notizia. Come scovarla. Come gestire le fonti. Come aprire un articolo. Come si organizza un pezzo. Quali sono i modi di raccontare. Come riportare gli eventi più drammatici. Cos'è un articolo di cronaca. Cos'è un articolo di commento. Come usare la rete. Questo e molto altro in un prontuario letto da giornalisti di tutto il mondo, semplice, diretto, ricco di aneddoti.
15,00

Nevica e ho le prove. Cronache dal paese della cicuta

di Franco Arminio

editore: Laterza

pagine: 117

"Temo che mi si spacchi il cuore. Come se ogni giorno si gonfiasse di amarezza. Ogni mattina mi sveglio con l'amarezza del giorno prima che mi pesa addosso e quella di trentasei anni passati in questo deserto dei tartari. Questo però è il primo autunno dove la sensazione è tanto forte, onnipresente. Qualunque cosa faccio mi accorgo della mia inesistenza. Vorrei incontrare delle persone inesistenti come me. E invece la vasca è asciutta. Oltre a quel poco d'acqua torbida dove abbiamo sempre vissuto, il mulinello si è portato via pure i pesci. Qui c'è una cattiveria senza fine. Tutti frustrati, pronti a disprezzare tutto e tutti. Come si fa respirare in queste condizioni? Come si fa a pensare di salvarsi?" Franco Arminio torna a raccontare i paesi italiani e questa volta dalla sua penna non nascono luoghi, ma persone. Con prosa limpida e insieme concitata, scorrono sulla pagina gli sgangherati pensieri esistenziali di un io narrante che somiglia in modo sospetto al suo autore, rincorsi da un controcanto affollato di personaggi sbadatamente vivi.
9,50

Il mare di pietra. Eolie o i 7 luoghi dello spirito

di Francesco Longo

editore: Laterza

pagine: 123

Ogni isola delle Eolie è il fossile di un animale. Stromboli è l'antenato del cinghiale. Panarea è il progenitore di un geco. Filicudi è un triceratopo rivolto verso l'abisso. Vulcano ha la pelliccia gialla del primo leone. Salina, con i suoi due vulcani, è l'antenato del cammello. Alicudi è il fossile di un canguro che fa il morto a galla. Lipari affiora come un coccodrillo. Se mai decideste di visitarle, uscite di casa all'alba e tornate in piena notte, percorretele tutto il giorno a piedi da un'estremità all'altra, senza fermarvi. Passate una notte all'aperto. E soprattutto cambiate isola di continuo, spostatevi quanto più potete. Perché le Eolie sono sette. E per sentire il loro racconto completo bisogna visitarle tutte e tornare e ritornare anche dove si è già stati.
9,50

Foto di classe

U uagnon se n'asciot

di Desiati Mario

editore: Laterza

pagine: 132

Ci eravamo rivisti dopo oltre dieci anni
10,00

La vicevita

Treni e viaggi in treno

di Magrelli Valerio

editore: Laterza

pagine: 103

Quanto tempo ho trascorso sui treni! E a fare cosa, poi? A spostarmi
9,00

Torino è casa mia

di Giuseppe Culicchia

editore: Laterza

pagine: 184

"Oltre a essere la mia città, Torino è anche la mia casa
12,00

La vita quotidiana a Bologna ai tempi di Vasco

di Enrico Brizzi

editore: Laterza

pagine: 181

"Se voglio raccontare cos'è Bologna per noi che ci siamo cresciuti, devo tornare all'ombra protettiva del lungo portico ai pie
10,00

Né qui né altrove

Una notte a Bari

di Carofiglio Gianrico

editore: Laterza

pagine: 159

Rivedersi dopo oltre vent'anni con amici che non hai più cercato
10,00

In Sardegna non c'è il mare

di Marcello Fois

editore: Laterza

pagine: 130

"La Barbagia d'inverno dunque
10,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.