Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Italica gens. Memoria e immaginario politico dei cavalieri cittadini (secoli XII-XIII)

Italica gens. Memoria e immaginario politico dei cavalieri cittadini (secoli XII-XIII)
Titolo Italica gens. Memoria e immaginario politico dei cavalieri cittadini (secoli XII-XIII)
Autore
Argomento Storia, Religione e Filosofia Storia
Collana Italia comunale e signorile, 12
Editore Viella
Formato
libro Libro
Pagine 230
Pubblicazione 2018
ISBN 9788867289998
 

Scegli la libreria

Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
27,00
 
Compra e ricevi in 5/10 giorni
Perché gli intellettuali dell'età comunale cominciarono a scrivere la storia della propria città? Forse anche per insegnare ai più giovani i rudimenti della cultura politica e della comunicazione pubblica: bisognava abituarli a pensare e a parlare come un collettivo, spingendoli alla tutela dell'honor della loro città, e le storie locali costituivano un formidabile veicolo per la trasmissione dei valori. In un'epoca celebre per la conflittualità e la violenza, lasciare la parola alle cronache e ai personaggi che le popolano permette di riconoscere spazi di confronto dialogici, diversi dalla singola realtà urbana e più vasti di essa. Permette inoltre di apprezzare l'estensione che possedevano concetti come libertà ed eguaglianza: non tra le persone, ma tra i poteri e i soggetti collettivi.
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.