Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Non scusarti per quel che hai fatto. Testo arabo a fronte

Non scusarti per quel che hai fatto. Testo arabo a fronte
titolo Non scusarti per quel che hai fatto. Testo arabo a fronte
Autore
Traduttori ,
Argomento Letteratura e Arte Poesia
Collana Poesia
Editore Crocetti
Formato
libro Libro
Pagine 208
Pubblicazione 2024
ISBN 9788883064296
 

Scegli la libreria

Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
17,00
 
Compra e ricevi in 2/3 giorni
Mahmud Darwish nasce nel 1941 ad al-Birwa, nell'alta Galilea. Con l'espulsione di massa dei palestinesi, e la costituzione dello stato di Israele (1948), il suo villaggio viene distrutto. La sua famiglia si rifugia in Libano e rientra clandestinamente in Palestina dopo un anno. Da allora Darwish vive nella condizione di profugo e "clandestino" nella sua stessa terra governata da Israele. Per il suo attivismo politico è più volte incarcerato e condannato agli arresti domiciliari. La sua vita è segnata dall'esperienza dell'esilio in Europa e, nel mondo arabo, in Egitto, in Libano e a Tunisi al seguito dell'Organizzazione per la liberazione della Palestina, del cui consiglio esecutivo fa parte dal 1987 al 1993. Dopo gli accordi di Oslo (1993) rientra nella sua terra e vive tra Ramallah, in Cisgiordania, e Amman, in Giordania. Spesso definito "il poeta nazionale della Palestina", Mahmud Darwish si dichiarava "cantore universale dell'amore e della libertà". I suoi versi, conosciuti e amati in tutto il mondo arabo, in ogni contesto sociale, sono stati musicati da alcuni tra i maggiori compositori arabi. Le sue opere sono state tradotte in più di venti lingue e in tutto il mondo gli sono stati assegnati numerosi premi. Quando Mahmud Darwish muore dopo un'operazione al cuore a Houston (Texas), il 9 agosto 2008, l'Autorità Palestinese proclama tre giorni di lutto nazionale. Ai funerali di stato, a Ramallah, partecipano decine di migliaia di persone.
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.