Il tuo browser non supporta JavaScript!

Vita e pensiero: Varia

13,00

Gianfranco Bettetini. Media, linguaggi, valori

editore: Vita e pensiero

pagine: 88

In questa lunga intervista realizzata poco prima della sua morte, Gianfranco Bettetini ripercorre gli elementi centrali del su
12,00

Voci del verbo Avvenire. I temi e le idee di un quotidiano cattolico. 1968-2018

editore: Vita e pensiero

pagine: 190

Nato nel 1968 su iniziativa di Paolo VI e nello spirito del Concilio Vaticano II, da mezzo secolo il quotidiano Avvenire è una
14,00

Giuseppe Toniolo. L'uomo come fine. Con saggi sulla storia dell'Istituto Giuseppe Toniolo di studi superiori

editore: Vita e pensiero

pagine: 577

Per originalità di pensiero, forza di convinzioni e coerente testimonianza di vita, Giuseppe Toniolo (Treviso, 1845 - Pisa, 1918) è stato autorevole e intenso interprete delle profonde trasformazioni che, tra la crisi di fine Ottocento e i rinnovati slanci del nuovo secolo, stavano ridisegnando gli assetti economici, sociali e politici delle società capitaliste. Radicato per molti aspetti nel suo secolo, l'economista e sociologo cattolico - docente di Economia politica all'Università di Pisa - nelle analisi storiche di lungo periodo, illuminate dai principi etico-cristiani, trovò materia per uscire dagli schemi interpretativi a lui coevi e accostare il problematico profilo della contemporaneità che si affacciava al Novecento. Ai drammatici effetti dell'individualismo utilitarista Toniolo contrappose la forza delle intelligenti e libere iniziative degli uomini mossi da un fine spirituale, capaci di tenere stretti i legami tra ragione e fede. Il suo fu un potente richiamo all'impegno di pensiero e d'azione dei cattolici nell'affermare la centralità dell'uomo nell'economia di mercato e nel promuovere le espressioni concrete di una socialità naturale consona agli assetti propri della democrazia. Accostato con il rispetto del passato cui appartiene, Giuseppe Toniolo si offre al dialogo aperto con l'uomo d'oggi e con le nuove manifestazioni della complessità sociale, per rileggere con noi la storia del presente.
50,00

GIANCARLO BRASCA. LETTERE PER UNA RAGAZZA

di Roberta Grazzani

editore: Vita e pensiero

pagine: 144

Giancarlo Brasca era un uomo che si dedicava totalmente all’altro, qualsiasi altro, fino alla dimenticanza di sé. E lo faceva con una leggerezza e una generosità così delicate da non far pesare la fatica di quel donarsi. Si era fatto ‘casto per il Regno’ e questa scelta rappresentò sempre, come lui stesso ebbe a scrivere, «una autentica manifestazione d’amore», anche se scriverà: «Amare è cosa ardua. Ma amare in un celibato, che si rivela significativo e fecondo solo in una visione di fede, lo è molto di più». È sempre Brasca a indicare il modo con cui il laico consacrato nel mondo possa rappresentare nella Chiesa d’oggi una presenza valida e recare un apporto significativo: «Solo se il cuore è veramente pieno d’amore; solo se la persona ha raggiunto tale maturità da saper assumere un atteggiamento realmente oblativo; solo se di Dio può dire sinceramente “mio tutto” e agli uomini “vostro servo in Cristo”; solo se la vita intera è presa e trasformata da un orientamento totale al Regno». Parole che testimoniano il programma di una vita donata senza riserve. In modo del tutto coerente e allo stesso tempo singolare, questo volume che raccoglie le ‘lettere per una ragazza’ ne è eco e conferma.
13,00

Art For Business

Il valore delle arti per le organizzazioni

editore: Vita e pensiero

pagine: 160

Da qualche anno si sente dire che frequentare gli artisti possa fare bene a ogni manager. L’associazione Art For Business da cinque anni pratica questa commistione portando gli artisti nelle Organizzazioni e i manager in teatri, gallerie d’arte e sale da concerto. Attraverso alcuni testi critici e le testimonianze degli illustri ospiti che negli anni hanno contribuito al progetto Art For Business Forum, questo libro, unico nel suo genere, intende fare il punto sulle opportunità di apprendimento e crescita professionale che l’arte offre a tutti noi.
16,00

Proust e il calamaro

Storia e scienza del cervello che legge

di Maryanne Wolf

editore: Vita e pensiero

pagine: 306

Non siamo nati per leggere, ma siamo dotati di un cervello straordinariamente plastico
20,00

Nostra madre

A cura di Maria Clemente Moro (2 voll. indivisibili)

di Giovanna Maria Scalabrini

editore: Vita e pensiero

pagine: 1408

Agli appunti, alla memoria della sua segretaria, Giovanna Maria Scalabrini, ai documenti conservati nell’archivio della comunità, si deve la narrazione della vita della madre Margherita Marchi qui presentata, sulla quale si innesta quella della comunità monastica di Viboldone. Racconto esteso, che prende origine a partire dalla stessa infanzia di colei che qui viene chiamata «Nostra Madre», ripercorre le tappe della vita, dall’incontro con Cristo alla decisione di porsi alla sua sequela, nella tensione di una sempre più piena conformazione a Colui che diede senso compiuto alla sua vita e che le fece intraprendere vie nuove per seguire le orme del Signore e Maestro. «Non so dove il Signore mi voglia condurre, ma so che è il Signore che mi conduce e deve bastarmi», scriveva il 10 ottobre 1932, dopo essere stata eletta superiora della Casa di Gesù crocifisso delle Sorelle dei Poveri di s. Caterina da Siena. E continuava il 26 ottobre: «Quello che dovevo fare lo avrei letto giorno per giorno nel Suo cuore: devo sentire come Lui, vedere come Lui, sforzarmi di amare come Lui… Un andare povero, oscuro, faticoso, con Lui». Con questo abbandono fiducioso procede la ricerca appassionata della madre Marchi, sulla quale si innesta quella delle giovani donne che con lei condividevano la vita religiosa e formerà il nucleo iniziale della Comunità delle Benedettine di Viboldone. Un cammino a ritroso nel tempo per chi oggi pubblica queste pagine, nella memoria dei 70 anni dall’approdo di quel primo gruppo in terra lombarda.
40,00

Oltre l'idea moderna di lavoro

Suggestioni filosofiche e teologiche dal pensiero anglosassone Introduzione di Evandro Botto

di Alessandra Gerolin

editore: Vita e pensiero

pagine: 96

All'interno del panorama socio-economico contemporaneo, soprattutto in seguito alla recente crisi economica, si avverte sempre di più il bisogno di sviluppare un'educazione al lavoro che si collochi nella prospettiva di un'educazione completa della persona. Nella convinzione che questo compito richieda, a monte, una conoscenza critica delle premesse antropologiche e culturali sulle quali si fonda la visione economico-politica moderna, Alessandra Gerolin propone un'analisi attenta e ficcante delle prospettive filosofiche, culturali e teologiche dalle quali emergono le moderne discipline della scienza politica e dell'economia politica. Una nuova pubblicazione a cura del Centro di Ateneo per la dottrina sociale della Chiesa, istituito a partire dall'Anno Accademico 2006/2007 presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore.
8,00

Ripensare lo sviluppo

Sfide e prospettive dalla "Caritas in veritate"

editore: Vita e pensiero

pagine: 240

L'appello di Benedetto XVI a "una nuova e ap-profondita riflessione sul senso dell'economia e dei suoi fini" e a "una revision
18,00

Uno sguardo cattolico

100 editoriali dell'Osservatore Romano (2007-2011). Introduzione di Giovanni Maria Vian

di Giovanni Maria Vian

editore: Vita e pensiero

pagine: 288

Dall'autunno del 2007 "L'Osservatore Romano" ha intrapreso un rinnovamento radicale, divenendo una presenza più netta e intere
16,00

Mappe della fede

Dieci grandi esploratori cristiani

di Michael Paul Gallagher

editore: Vita e pensiero

pagine: 208

un dato di fatto
16,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.