Il tuo browser non supporta JavaScript!

Eleuthera

Miseria umana della pubblicità. Il nostro stile di vita sta uccidendo il mondo

editore: Eleuthera

pagine: 141

Da quando è comparsa, la pubblicità ha continuato a estendere il suo impero
12,00

L'invasione molecolare. Biotech: teoria e pratiche di resistenza

editore: Eleuthera

pagine: 117

Ultimata la colonizzazione geografica, i poteri forti del mondo globalizzato stanno ora lanciando una colonizzazione dello spa
10,00

Da pochi a pochi. Appunti di sopravvivenza

di Fofi Goffredo

editore: Eleuthera

pagine: 151

Che fare? L'eterna domanda
12,00

I buchi neri dell'educazione. Storia, politica, teoria

di Mantegazza Raffaele

editore: Eleuthera

pagine: 115

La storia, la politica, la teoria: oggetti che la pedagogia e l'educazione contemporanee sembrano aver dimenticato, buchi neri
10,00

Open non è free. Comunità digitali tra etica hacker e mercato globale

di Ippolita

editore: Eleuthera

pagine: 127

L'etica hacker, le pratiche di condivisione e cooperazione interessano ora anche il mercato, che ha assunto il metodo di svilu
11,00

Noi due in fuorigioco. Conversazioni su calcio e società

editore: Eleuthera

pagine: 126

Paolo Casarin, ex arbitro internazionale, e Darwin Pastorin, giornalista sportivo, mettono a nudo il calcio
12,00

L'alleanza contro Babilonia. Usa, Israele e l'attacco all'Iraq

di John K. Cooley

editore: Eleuthera

pagine: 319

Le rovine dell'antica Babilonia sono ancora lì a ricordarci che il conflitto attuale è uno dei tanti che hanno travolto l'Iraq e più in generale il Medio Oriente. E alla storia vecchia e recente si ricollega Cooley, narratore e giornalista, per spiegare l'invasione e l'occupazione dell'Iraq. Questa guerra segna un punto di svolta nelle relazioni tra l'Occidente e il mondo arabo e altera l'equilibrio di potere in Medio Oriente. L'elemento cruciale di questa svolta è la relazione tra Israele e gli Stati Uniti.
18,00

Elogio della parola. Il potere della parola contro la parola del potere

di Philippe Breton

editore: Eleuthera

pagine: 175

In questo libro, Breton esplora le immense potenzialità della parola sia sul piano personale sia sul piano sociale e dimostra come, storicamente, la parola abbia costituito uno spazio sostitutivo alla violenza e all'onnipotenza del potere. E come le risorse dell'argomentazione - ma anche quelle dell'oggettivizzazione delle passioni - abbiano consentito di fare sempre più retrocedere quella violenza. Ma soprattutto, e questo è lo scopo principale del libro, l'autore spiega come si possano superare gli ostacoli che s'oppongono oggi al pieno sviluppo del potere della parola. Contro la parola del potere.
14,50

Quando il lupo vivrà con l'agnello. Sguardo umano e comportamenti animali

di Despret Vinciane

editore: Eleuthera

pagine: 228

L'immagine che abbiamo degli animali, sia sottoponendoli nei laboratori specializzati a esperimenti che spesso somigliano a to
18,00

La guerra sporca contro i bambini. Storia di Sara e Simón

di Amorín Carlos

editore: Eleuthera

pagine: 173

Buenos Aires 1976
14,00

La scintilla zapatista. Insurrezione indigena e resistenza planetaria

di Jérome Baschet

editore: Eleuthera

pagine: 208

Il primo gennaio 1994 nasce, nel sud del Messico, un movimento politico assolutamente nuovo. Si tratta di una insurrezione di contadini indios - lo zapatismo - che ha come portavoce il sub-comandante Marcos, i cui messaggi circolano in tutto il mondo, e che si rivolge sia ai più miseri della terra sia a tutti quelli che - antirazzisti, ecologisti, femministe, militanti no-global - si oppongono all'ordine mondiale neo-liberista. Una rivolta indigenista, dunque, ma anche globalista. E, soprattutto, non-dogmatica. Una rivolta cui tutti possono liberamente ispirarsi. Il libro è una completa e aggiornata storia dello zapatismo. L'autore è professore associato all'Ecole des hautes études en sciences sociales di Parigi.
16,00

Tempo tiranno. Velocità e lentezza nell'era informatica

di Thomas Hylland Eriksen

editore: Eleuthera

pagine: 224

Chi si sarebbe aspettato che la tecnologia "salva-tempo", dal fax all'e-mail e ai telefonini, avrebbe finito col fare del tempo una risorsa più scarsa che mai? Paradossalmente, ora che siamo teoricamente "on-line" 24 ore su 24, ci troviamo a lottare per il diritto all'indisponibilità, per il diritto a vivere e pensare più lentamente. Eriksen, dopo una lucida diagnosi dell'"era della fretta", suggerisce che la causa principale del problema sia la crescita esponenziale di tutto ciò che ha a che vedere con la comunicazione, dalle pagine web al traffico aereo. Con risultati potenzialmente devastanti sulla vita delle società occidentali, che minacciano di disintegrarsi in frammenti incoerenti.
15,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.